Plastica al tallone

Buongiorno,
per asportazione di un melanoma al tallone ho subito un'intervento invasivo sul tallone, è stata fatta una ricostruzione con un innesto, ma dalle ultime medicazioni sembra che la parte abbia attechito solo al 15/20 %. Esistono visioni differenti : una dice che non si dovrebbe reintervenire, ma attendere ch si sistemi da solo (5 mesi di fermo a letto), la seconda che servirebbe un nuovo intervento con l'applicazione da prima di una tessuto sintetico e poi con la copertura mediante pelle prelevata dalla gamba.
Il secondo intervento però non garantisce che l'innesto tenga. Ora sono un po' confuso e non saprei cosa fare. La lesione sul tallone è di circa 6 cme per 5 e coinvolge anche una parte del lato interno. Lo so' che dare consigli a distanza senza vedere è difficile, cortesemente se potete comunicatemi quali siano i centri di riferimento per la plastica del tallone, ho necessità si tornare prima possibile a deambulare. Risiedo in Veneto ai confini con il Friuli e ho possibilità di spostarmi. Grazie.
[#1]
Dr. Lorenzo Calì Cassi Chirurgo plastico, Senologo, Chirurgo della mano 61 3
Buongiorno,
A seconda dell'andamento della guarigione possono essere entrambe due strategie accettabili, 5 mesi di fermo a letto mi sembrano però eccessivi.
Esistono poi altri metodi di ricostruzione del tallone ma per questo è necessario visitarla, avere l'esame istologico della lesione etc.
E' inoltre importante sapere se lei ha dei fattori di rischio per la guarigione delle ferite (diabete, iperteso, fumo etc...)
Non esistono centri di riferimenti del tallone, è un intervento che viene effettuato in tutti i reparti di chirurgia plastica. Sia a Pordenone, che a Udine e Trieste esistono ottimi reparti di chirurgia plastica dove potranno visitarla e consigliarla al meglio.
Cordiali saluti

Dr. Lorenzo Calì Cassi
Studi Medici a Firenze, Lucca, Viareggio
www.lorenzocalicassi.com www.info-rinoplastica.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dr. Calì Cassi,
la ringrazio per la sua cortese risposta, in merito posso dirle che non soffro di diabete, non sono iperteso, e ho smesso di fumare oltre 20 anni fà. Per quanto concerne l'esame istologico i linfonodi sentinella dell'inguine sono risultati negativi e l'indice di breslow per i melanomi asportati sono di spessore massimo 0,85 mm, non ulcerato. Volevo però chiederle, nel limite del suo tempo quali siano gli altri metodi di ricostruzione del tallone ? L'intervento potrà essere effettuato in anestesia locale ?
Ringraziandola in anticipo, saluto cordialmente.

PS: a Pordenone non c'è il reparto di chirurgia plastica.
[#3]
Dr. Lorenzo Calì Cassi Chirurgo plastico, Senologo, Chirurgo della mano 61 3
Buongiorno,
Può essere in alternativa applicata la terapia apressione negativa per favorire l'attecchimento dell'innesto o possono essere allestiti dei lembi dal piede o dalla gamba per coprire laperdita di sostanza. La scelta dipende dal chirurgo e dal paziente. L'intervento può essere effettuato in anestesia locale, con blocco del popliteo o epidurale dipende da che intervento viene proposto e dal parere dell'anestesista!
Ero convinto ci fosse anche a pordenone...! scusi per l'errore!
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buona sera, non si scusi.

La ringrazio per la sua cortese rispsosta, dopo una serie di visite siamo da capo. C'è chi dice di pazientare e continuare con le medicazioni e la toelette di pulizia anche se la cosa sarà lunga : qualche mese minimo.

C'è chi è propenso per un nuovo intervento, con l'asportazione anche dell'innesto che ha attecchito e con l'inserimento di tutto di nuovo, ma con minor possibilità di esito positivo in quanto ora la parte potrebbe essere anche se poco contaminata da dei batteri. Inoltre non danno nessuna garanzia sulla riuscita e quindi potrei ritrovarmi tra un mese punto e a capo.

Sinceramante non so' più che pesci pigliare, difficile decidere.

Cordiali saluti.
[#5]
Dr. Daniele Bollero Chirurgo plastico, Medico estetico 2,3k 54 73
Non deve decidere lei le scelte ricostruttive ma credo che lei debba decidere dove farsi curare o trovare un medico che si occupi del suo caso complesso.
Qualora non la soddisfasse il reparto che la segue può recarsi in visita presso un centro di chirurgia plastica della sua zona (verona, udine, trieste etc) x avere un'ulteriore parere.
un saluto

Dr. Daniele Bollero
Chirurgo Plastico - Ospedale C.T.O. - TORINO
www.chirurgiaplasticapiemonte.com

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test