Reazioni avverse dopo filler di acido ialuronico al viso

Buongiorno gentilissimi,
a settembre mi è stata iniettata una fiala di acido ialuronico (ultra deep di teoysal) in zona guancia-zigomo, su viso mai trattato prima.
Nessun gonfiore nessuna reazione strana.
Un mese dopo mi è stato iniettato Redensity in zona occhiaie, anche questa volta nessun problema, se non che il mese successivo, uscitomi un brufoletto nella zona fra occhiaia e guancia, avevo avuto una reazione insolita di gonfiore nella zona (zona trattata con il filler).
Soffro di acne moderata.
Un mese fa sono stata a fare un ritocco allo zigomo, come consigliatomi, sul momento ho avuto solo un leggerissimo ma insolito gonfiore nella zona interna dell'occhio sx, una settimana dopo ho iniziato ad avere un forte gonfiore al lato sx del viso, dalla zona della guancia sino all'occhio.
Sono stata trattata con bentelan x una settimana e il gonfiore è sparito completamente, terminata la cura però il gonfiore è riapparso progressivamente, ancora più diffuso e ad oggi mi ritrovo gonfia sia sul lato sx per quanto riguarda guancia e occhiaia, che sul lato dx nella zona della guancia, le zone gonfie inoltre sono piuttosto dure al tatto.
Come mi ha fatto notare la dottoressa, non sembra quindi un accumulo di prodotto nella zona dell' occhiaia il problema, ma una reazione al filler in particolare nella zona bassa della guancia, dove il filler è stato infiltrato con cannula.
Sorge quindi il dubbio che si sia scatenata un'infezione batterica, dal punto di infiltrazione... Abbiamo quindi iniziato terapia con Augumentin.
Sono molto spaventata, anche perché una conoscente mi ha parlato di un'amica a cui si è sviluppato uno streptococco sottocute dopo un filler ed ha avuto molti danni.
Ringrazio per il vostro parere.
[#1]
Dr. Claudio Bernardi Chirurgo generale, Chirurgo plastico 2.3k 63 93
Gentile utente,
essendo l'acido ialuronico estremamente tollerato dall'organismo, le reazioni avverse sono piuttosto rare. Il suo caso potrebbe rientrare in questo tipo di reazioni, stante la sua descrizione. La condotta della collega appare quella corretta, ovvero osservazione clinica, una breve terapia cortisonica per edema importante e antibiotico a scopo precauzionale. Una ecografia potrebbe aiutare a valutare l'entità dello stato infiammatorio dei tessuti e altro.
Ribadisco la necessità di stretti controlli da parte del suo medico
Saluti

Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la sua risposta. Sono al terzo giorno di terapia con Augumentin e al quarto di Anaflos, ma il gonfiore non sembra migliorare e le zone trattate con filler sono ancora molto dure. Se l'antibiotico non dovesse dare un miglioramento mi chiedo con che terapia si potrebbe procedere. Non voglio rivolgermi subito ad un altro medico ma credo sia utile sentire anche un secondo parere, di fatto però non so
individuare la figura corretta.. Dovrei rivolgermi ad un altro specialista in medicina estetica oppure ad un altro genere di specialista?
[#3]
Dr. Claudio Bernardi Chirurgo generale, Chirurgo plastico 2.3k 63 93
Sembra che il suo medico stia seguendo una condotta corretta, attenda ancora per vedere il risultato delle terapie e si faccia controllare spesso

Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net

Allergia ai farmaci: quali sono le reazioni avverse in seguito alla somministrazione di un farmaco? Tipologie di medicinali a rischio, prevenzione e diagnosi.

Leggi tutto