Utente
Gent. medico,
un anno fa ho fatto due cicli di progestinico (Primolut nor) per endometrio ispessito e metrorragia.
Interrotta la terapia a causa di lombosciatalgia curata con cortisone.
Il mese successivo vengo ricoverata per rottura spontanea della pelvi renale e la tac rivela trombosi vena renale e gonadica ed embolia polmonare. I medici vascolari ritengono il progestinico una concausa.
Durante il ricovero eparina e a seguire anticoagulante (edoxaban 60) per 4 mesi, ora sospeso del tutto.
In seguito a due successivi interventi ho avuto due trombosi della vena cefalica dei polsi nel luogo dell'inserimento dell'agocannula.
Analisi genetiche tutte negative tranne MTHFR in eterozigosi. Familiarità a tromboflebiti degli arti inferiori.
Riprendendo la questione ginecologica sono stata sottoposta a raschiamento endouterino ma continua la metropatia emorragica.
Ora i ginecologi mi propongono iniezioni di Decapeptyl 11,25 (analogo dell'ormone) e/o spirale al progesterone (MIRENA).
La mia domanda riguarda il rischio trombosi. Cosa mi consiglia?

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
viste le importanti precedenti manifestazioni, se la terapia viene ritenuta indispensabile, potrebbe essere opportuna una preventiva valutazione di un ematologo esperto in problematiche coagulative.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/