Utente 528XXX
Buonasera, gradirei un consulto da parte vostra, in pratica sette mesi fa dopo quindici giorni dal parto, ho avuto una embolia polmonare, dal Doppler non sono state evidenziate trombosi ne agli arti inferiori ne superiori, ne sono emerse dagli esami malattie della coagulazione, i medici credono che il trombo sia partito dalle pelvi durante le manovre di espulsione della placenta che ha tardato a staccarsi. Da allora sono in cura con Coumadin, il mio medico curante mi ha detto che sarebbe il caso di interrompere la terapia, io ho molta paura che si possa verificare un altro episodio di embolia se smetto la Tao, e ho una grande ansia a riguardo, voi cosa consigliereste ad un paziente nelle mie condizioni? Grazie mille

[#1]  
Dr. Antonio Tori

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSTO ARSIZIO (VA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Buongiorno,
concordo pienamente col suo medico.
La terapia Anticoagunte dopo TVP + E.P vapresa ( tranne nel caso di pazienti portatori di sindrome trombofilica) per un anno.
Dopo è corretto sospenderla.
A.T.
Dr. Antonio tori

[#2] dopo  
Utente 528XXX

Quindi essendo passato sette mesi sarebbe meglio continuarla un altro po'?
Grazie per il rapido consulto.

[#3]  
Dr. Antonio Tori

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSTO ARSIZIO (VA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Da protocollo SI !
Dr. Antonio tori

[#4] dopo  
Utente 528XXX

Benissimo grazie mille.

[#5] dopo  
Utente 528XXX

Buonasera, le scrivo ancora perché prima di interrompere la Tao il mio medico mi ha fatto segnare una Tac, sarebbe la terza in otto mesi , mi preoccupa molto la dose di radiazioni a cui sono stata sottoposta, per vostra esperienza, in casi di embolia come il mio, ci sarebbero altri esami meno invasivi che possano darci lo stesso risultato?
Crede che sia necessario farla?
Ho fatto Angiotac il giorno del ricovero, insieme ad rx torace e una angiotac a distanza di un mese che risultò molto buona. Grazie per il consulto.

[#6]  
Dr. Antonio Tori

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSTO ARSIZIO (VA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Ripetere una TAC non ha senso!
Dr. Antonio tori

[#7] dopo  
Utente 528XXX

È quello che penso anch'io, essendo io una persona molto apprensiva, mi chiedo se non ci sia un altro motivo per avermi richiesto la tac, ho letto che in follow-up post EP ogni tanto vengono riscontrate delle neoplasie, ed ho paura che il controllo sia mirato a scongiurare questa possibilità, però fosse così credo che il mio medico me lo avrebbe detto.
Ho molta fiducia nel mio medico e non so come dirgli che io questo esame non vorrei proprio farlo.

[#8]  
Dr. Antonio Tori

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSTO ARSIZIO (VA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Dalla prima risposta le ho detto che ero un po perplesso di un E.P. senza la presenza di una TVP in atto.
In letteratura simili casi esistono, si ipotizza che tutto il trombo sia andato nel polmone e quindi non si trovi la fonte di partenza, che si sia formata una trombosi a livello polmonare.....
Se il suo medico ha il sospetto che lei non abbia avuto una E:P e che il focolaio ischemico non sia di natura tromboembolica credo glielo debba dire e a quel punto richiederà una TAC ad alta risoluzione per il parenchima broncopolmomare.
saluti
Dr. Antonio tori

[#9] dopo  
Utente 528XXX

Sia il mio medico che i medici dell'ospedale sono convinti si sia trattato di Ep post parto , e che il trombo sia partito dalle pelvi durante le manovre effettuate per far staccare la placenta , effettuate perché dopo mezz'ora dal parto ancora non si era distaccata.

[#10]  
Dr. Antonio Tori

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSTO ARSIZIO (VA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
A questo punto, con questa "certezza" ripetere una TAC non mi sembra utile!
Dr. Antonio tori

[#11] dopo  
Utente 528XXX

Il virgolettato mi fa pensare che secondo lei nella certezza dei medici che mi hanno avuto in cura ci sia stata un po' di superficialità, giusto? Grazie mille

[#12]  
Dr. Antonio Tori

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSTO ARSIZIO (VA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Vede, quello che hanno detto i colleghi è un ipotesi, non è una certezza in quanto non è possibile dimostrare quello che è accaduto. Lei è molto giovane, sta bene, ha partorito da poco, non c'è motivo di ipotizzare altre patologie.
Il virgolettato nasce dal fatto che quello che le hanno detto è un ipotesi assolutamente verosimile ma non è dimostrabile.
Stia tranquilla e non si preoccupi troppo.

un caro saluto
Dr. Antonio tori

[#13] dopo  
Utente 528XXX

La ringrazio davvero tanto, é gentilissimo.

[#14] dopo  
Utente 528XXX

Mi scusi se la disturbo ancora, ho avuto modo di chiedere un consulto ad uno specialista pneumologo, mi diceva che un esame molto valido ma meno invasivo della Tac potrebbe essere la scintigrafia polmonare a perfusione, lei come chirurgo vascolare cosa ne pensa?

[#15]  
Dr. Antonio Tori

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSTO ARSIZIO (VA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
E' un esame sicuramente meno invasivo, anche se oggi le moderne TAC non danno una dose di raggi così pesante.
Però è un esame che da diagnosi di probabilità ( alta-media.bassa) maa non di natura. Prima era l'esame gold standar x l'E.P. oggi meno.
Dr. Antonio tori

[#16] dopo  
Utente 528XXX

Quindi non da immagini 'reali' che diano un quadro chiaro della situazione polmonare attuale?

[#17]  
Dr. Antonio Tori

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSTO ARSIZIO (VA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
No !
Dr. Antonio tori

[#18] dopo  
Utente 528XXX

Bene , grazie ancora, vorrei dirle che non la disturberò più, ma non ne sono così sicura quindi le dico grazie mille per ora! :)

[#19]  
Dr. Antonio Tori

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSTO ARSIZIO (VA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
OK
Dr. Antonio tori