Utente
Buongiorno, a mio padre, di 69 anni, hanno trovato un aneurisma di 8 centimetri di lunghezza e diametro di 4 al polpaccio sinistro. All'arteria poplitea.

Può essere pericoloso non intervenire? Quali sono le ultime terapie raccomandate? (O le terapie o operazioni che voi raccomandate).

Cordialmente ringrazio.

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
un aneurisma popliteo non trattato potrebbe comportare complicazioni di diverso tipo: trombizzazione con conseguente ischemia acuta dell’estremità, rottura, compressione delle strutture circostanti (vene, nervi).
Le possibilità di trattamento richiedono la valutazione di condizioni anatomiche da farsi sulla base di rilievi strumentali per noi inaccessibili a distanza.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottor. Piscitelli, ringrazio per la preziosa risposta.

Ci può indicare quali rilievi strumentali è consigliato effettuare nel dettaglio? O anche quali eventuali altre analisi.

Ricapitolando: come ci consiglia di procedere?

Cordialmente ringrazio.

[#3]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
È necessario che la cosa sia seguita presso un reparto di Chirurgia Vascolare.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#4] dopo  
Utente
Ok grazie ancora,

Cordialmente.

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno. Torno a richiedere un consulto in quanto a mio padre è stato detto che l'aneurisma va operato con una certa "urgenza" (entro fine anno).

La strategia prevede o l'utilizzo di un'arteria artificiale o di un'arteria da cadavere. Ci sono indicazioni su quale sia meglio preferire tra le due alternative? O magari altre modalità di trattamento che non ci sono state comunicate.

Mettendo un'arteria da cadavere poi dovrà prendere farmaci antirigetto?

Inoltre si vorrebbe evitare l'anestesia totale. Un'operazione del genere può essere fatta anche in anestesia locale/spinale?

Cordialmente ringrazio.