Utente
buongiorno ho fatto un ecocolordoppler vasi del collo a scopo preventivo perchè tendo ad avere colesterolo e trigliceridi borderline nonostante dieta, attività fisica e assunzione di integratori (omega 3); di seguito il referto:
"regolare pervietà delle arterie carotidi comuni;
ispessimento intimale a livello della biforcazione carotidea destra;
regolare il profilo flussimetrico dell'asse carotideo bilateralmente;
pertanto assenza di lesioni stenosanti;
pervie le arterie vertebrali"

l'ispessimento a livello della biforcazione è di 1 mm (come si evince dalla foto allegata al referto e come comunicato dal medico che ha eseguito l'esame)

Volevo sapere:
se tale ispessimento è preoccupante data la mia età?
ho letto che l'ispessimento dovrebbe essere misurato a livello della carotide comune (che nel mio caso è nella norma), è vero?
è patologico avere un ispessimento solo a livello della biforcazione? o si può parlare di patologia (con le sue conseguenze in termini di controlli e terapie) quando l'ispessimento riguarda la carotide comune?

ringraziando, porgo cordiali saluti

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
l'esame mette in evidenza minime lesioni aterosclerotiche "non emodinamiche", che non determinano cioè riduzione del flusso. Si tratta unicamente di una condizione da verificare nel tempo, mettendo sotto controllo eventuali fattori di rischio quali ipertensione, diabete, dislipidemie, sovrappeso, stress, ecc., e soprattutto abbandonando eventualmente del tutto il fumo.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta.
Le preciso che non fumo, svolgo regolarmente attività fisica per tenere sotto controllo colesterolo e trigliceridi (che sono ai limiti della norma), non sono iperteso e non sono diabetico.
Tuttavia volevo, se possibile, una ulteriore delucidazione:
è vero che l'ispessimento intimale "è patologico" solo se riscontrato sulla carotide comune (o comunque si mette in relazione l'ispessimento di tale sede con LDL come fattore di rischio)?
è vero che l'ispessimento intimale a livello della biforcazione "è meno preoccupante" per la difficoltà di misurazione, per le caratteristiche morfologiche del tratto ecc..?
Nel mio caso (ispessimento 1 mm solo a livello del bulbo) i controlli ogni quanto tempo dovrebbero essere effettuati?
Grazie