Utente
Salve sono un uomo di 38 anni e da qualche giorno mi sono accorto di avere un pò di Ritenzione idrica sulle caviglie e un pò alla gamba sotto il polpaccio...

Non fumo, non bevo, mi muovo sempre perchè non ho la macchina cosi ogni giorno tra portae fuori il cane e fare la spesa faccio adesso che sono a casa per il Covid almeno 3 kilometri al giorno.

Non mangio salato, ma sicuramente non seguo una alimentazione equilibrata.

4 giorni fà facendomi la doccia mi sono accorto di avere il segno dell elastico delle calze bello marcato e togliendomi i calzini mi sono accorto di avere la caviglia gonfia tutte e due i piedi.

Subito credevo di acere messo delle calze troppo strette e cosi ho pensato che il giorno dopo si risolveva il problema.

La situazione e migliorata tanto dal primo giorno ma cmq mi trovo sempre il gonfiore che va che viene o cmq cè ma pochissimo.

premendo vicino alla caviglia ogni tanto rimane il segno di liquidi che ristagnano, e poi invece sulla gamba se schiaccio ce ne pochissimo ma cè.

Ho sempre sofferto di fastidio alle gambe in estate, e nella mia famiglia dalla parte di mio papà soffrono di vene varicose...
dietro il ginocchio destro ho una piccola vena visibile, fatta vedere al mio medico mi è stato detto che non cè niente da preoccuparsi.

Cmq dietro la gamba destra non sento male un pelino di fastidio ma quasi niente.
Cmq i piedi non ho male neanche alle gambe dove cè un po di ritenzione idrica.

Volevo sapere se è una cosa grave?

sto prendendo del daflon 500 che mi era stato prescritto dal mio medico per il micro circolo, e della centella asiatica.

alla sera passo anche una crema per la circolazione e massaggio...
cosa posso prendere?

cosa potrebbe essere?

Grazie sono un pò in tilt anche per questa situazione del covid e non vorrei essere di peso per il mio medico che magari si risolve da solo il problema

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
pur non rivestendo in apparenza caratteri di urgenza, la sua condizione richiederà quando sarà possibile una valutazione specialistica con ecocolordoppler nel sospetto di una insufficienza venosa probabilmente slatentizzata dalla relativa sedentarietà imposta in questo periodo.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/