Utente
Buongiorno dottori da stamattina accuso un forte dolore nella fossa iliaca sinistra, è apparso improvvisamente mentre ero seduto a lavoro con dei crampi e sensazione tipo punture, da due settimane ho sofferto di diarrea finché grazie al lacteol ma soprattutto ad una pillola di Imodium ho risolto il problema, da lì in 5 giorno sono andato in bagno poco, oggi in seguito a questo dolore sono andato in bagno con feci dire ed aria, dopo mi è rimasto un forte dolore soprattutto se palpo la zona.
Cercando su internet tra le possibili cause è uscita questa dell’aneurisma all’aorta addominale e la cosa mi preoccupa non poco, da disteso sento dolore alla palpazione invece in piedi il dolore è costante.
Visto che già è venerdì pomeriggio ed il mio medico non c’è volendo si votare un andata al pronto soccorso visto
Il periodo vi chiedevo se era possibile l’aneurisma.

Spero In una vs risposta

[#1]  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2008
Come Le ha già risposto il dr. Piscitelli qui su MI nel mese di settembre 2019 (https://www.medicitalia.it/consulti/chirurgia-vascolare-e-angiologia/789766-dolore-fianco-sx-paura-aneurisma.html) è impossibile rispondere ad un tale quesito a distanza.
Prima dell'aneurisma, comunque, io mi preoccuperei di altri problemi che lei conosce benissimo come la notevole obesità e i disturbi dell'intestino presenti da tempo. In ogni caso le suggerisco di rivolgersi al suo gastroenterologo di fiducia.
Cordiali saluti
Dr. A Valassina
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, innanzitutto parto dalla
Premessa che il consulto a cui fa riferimento è in data in cui non ero neanche iscritto su medicitalia, dopodiché le definisce la mia situazione di notevole obesità presa forse dai dati della scheda senza fare alcuna domanda, il mio peso ideale si aggira attorno agli 86 kg visto massa ossea e muscolare, quindi poteva evitarselo, in più non era scritto da nessuna parte che lei doveva dare un parere o bastava scrivere di vedere dal punto di vista gastrico. Forse le serviva uno sfogo ma preso dall’impeto ha sbagliato i modi.

[#3]  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2008
Resta difficile da capire cosa significhi "che il consulto a cui fa riferimento è in data in cui non ero neanche iscritto su medicitalia" visto che Lei ha inserito il primo quesito qui su MI in data 31-10-19 e quello a cui ha risposto il dr. Piscitelli è del 24-9-2020. Tanto per essere chiari.
Inoltre mi pare di averle dato una risposta identica a quella, brevissima e nettissima, del Dr. Piscitelli, identico nella sostanza, a cui lei non ha osservato nulla. Al contrario lamenta un difetto nei modi da parte mia...
Detto questo sull'aspetto formale, mi preoccupa sempre un utente che si orienta tramite dr.Google su problematiche lontanissime da quelle che sono realisticamente quelle che lo dovrebbero interessare. Se Lei in qualche modo si sente offeso dai "modi" mi dispiace davvero.
Venendo di nuovo al suo quesito. Per essere precisi, certamente Lei, per le sue condizioni di base, ha un maggior rischio di patologie cardiache e/o dei grossi vasi, tra cui gli aneurismi dell'aorta addominale che, tra l'altro, hanno come area di irradiazione all'addome o alla regione dorsolombare e non alla fossa iliaca. Inoltre un dolore in quella sede che migliora dopo emissione delle feci e che peggiora dopo sforzi notevoli in caso di stitichezza dovrebbe essere sì indagato, ma da un gastrorenterologo, non da un chirurgo vascolare.
Quello che conta è la sostanza del suo malessere e la mia risposta voleva, ieri come oggi, essere un aiuto per fornirle un percorso di uscita dalla sua condizione.
Cordiali saluti e buona salute.
Dr. Valassina
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante

[#4] dopo  
Utente
Grazie per il chiarimento, andrò da un gastroenterologo come da suo consiglio.