Utente 140XXX
Buongiorno,carissimi dottori,sono un ragazzo di 24 anni e vorrei chiedervi un parere per tutte queste cose che mi sono accadute.Inizio subito per dire che sono un tipo molto ansioso e ipocondriaco per vari motivi.Tutto iniziò un paio di mesi fà,dopo che non andavo di corpo per un 3 giorni e mezzo(ero lontano da casa,quindi non riuscivo andare al bagno di un'altra persona)sono andato di corpo e alla fine delle defecazione,ho notato sulla carta igienica e sul water delle gocce di sangue.Terrorizzato sono andato subito da un Medico specialista in Proctologia per effettuare una visita di controllo.Dopo tale visita(esplorazione ano-rettale,anoscopia e palpazione dell'addome)mi riferisce che si è rotta una emorroide interna causa lo sforzo per andare al bagno dopo 3 giorni e mezzo,che ho un addome morbidissimo e siccome la mia giovane età di stare tranquillo e di non pensare ad una malattia grave.Siccome io sono molto preoccupato dell'accaduto gli ho chiesto se era meglio effettuare una colonscopia per stare tranquilli, ma lui mi rispose,che non serviva perchè dalla visita effettuata si è visto chiaramente che soffro di emorroidi interne ed esterne addirittura quasi congesse.Con il passare del tempo mi sono un po tranquillizzato, ma purtroppo il mio carattere cosi apprensivo mi fa stare male e pensare sempre al peggio e riconosco che questo mi sta facendo vivere male. Ogni volta che vado al bagno ho sempre paura che mi riaccada quel episodio,per poi di non parlare di quando magari o a pranzo o a cena mangio qualcosa con il pomodoro che di conseguenza quando vado al bagno mi immolo in certe esplorazioni non bellissime per verificare che quei pezzetti di polpa o di buccia di pomodoro non siano sangue.Inoltre,un altra cosa di cui soffro è questa, durante la giornate(non sempre) mi capita di sentire parecchi rumori di aria nella pancia da una parte all'altra,per poi trasformasi in qualche doloretto basso della pancia,per poi terminare quando emetto gas,Questo soprattutto mi succede quando mangio della verdura o del brodo o bevo del latte e ho notato che quando mangio queste cose e vado di corpo,l'alvo non è mai perfetto,cioè a volte è piu morbido,a volte lungo e fino.Facendomi visitare dal mio medico) di fiducia mi ha detto che questi sintomi si associano ad una colite(palpandomi la pancia si sentivano rumori di aria che andavano da una parte all'altra) che in aggiunta al mio carattere cosi ansioso ne amplificano i sintomi,ed anche lui mi ha sconsigliato di effettuare altri accertamenti. Ora al bagno ci vado ogni mattina regolamente ma prima di andarci avverto qualche doloretto di pancia ed emissione di gas per poi terminare il tutto quando ho defecato.Mi consigliate l'analisi delle feci?una colonscopia?nonostante due medici dopo visita me l'hanno sconsigliata?Io personalmete sono molto preoccupato e non riesco piu a vivere sereno,trascurando molto la mia vita.
Voi cosa ne pensate?Grazie in anticipo delle vostre risposte e scusatemi per alcuni dettagli sgr

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Per "colite" il suo Medico intende sicuramente una Sindrome del Colon Irritabile, che spiegherebbe infatti i suoi disturbi addominali. Per quanto riguarda le emorroidi credo sia vantaggiosa una rivalutazione chirurgica adesso che la fase acuta (emorroidi congeste) e' passata: forse e' in tempo per prevenire complicanze e magari trattare i gavoccioli presenti con legature elastiche da effettuare per via ambulatoriale, liberandosi una volta per tutte della causa del sanguinamente e delle ansie che questo le causa.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 140XXX

Grazie Dott. Spina per la celere ed esaudiente risposta.
Per quanto riguarda la colonscopia o l'esami delle feci, le cosa mi consiglia? Lei, tramite appuntamento potrebbe visitarmi?

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Tutti i recapiti dei Medici consulenti per questo sito, ovviamente compreso chi le scrive, sono consultabili aprendo le pagine personali. Comunque le indicazioni del suo Curante ci dicono che per il momento egli non ha ritenuto di dover procedere oltre.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 140XXX

Grazie infinite dottor Spina,terrò fortemente in considerazione un appuntamento con lei per farmi visitare. Perchè oltre ad essere stato gentilissimo e professionale nelle risposte, la struttura dove esegue la sua professione è molto vicino alla mia abitazione, cosa da non poco trovare tutte queste qualità vicino casa.

Cordiali Saluti

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Rimango a sua disposizione.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 140XXX

Buongiorno a tutti, e buon anno a tutti voi carissimi dottori.Volevo chiedervi gentilmente dei vostri consulti dopo aver effettuato questi esami. Dopo aver passato le feste , mi sono fatto coraggio ed ho effettuato sia l'esame delle feci per la ricerca del sangue occulto e sia una colonscopia.
Sia l'esame delle feci e la colonscopia sono risultate negative, in particolare vi leggo il referto dell'ultima:
Si evidenzia prolasso mucoso retto-anale,si procede fino al cieco senza riscontrare nessuna alterazione. Con questo, ho capito che soffro di emorroidi, e il colonproctologo mi ha tranquillizzato dicendomi che il sanguinamento era dovuto proprio a questo, e mi ha avvertito che nei giorni seguenti potevo avere ancora dei sanguinamenti importanti dovuti ad esse, perchè con la preparazione effettuata per tale esame,si erano completamente irritate con il rischio di romperle nelle mie prossime defecazioni. Fatto sta, che nei 2 3 giorni seguenti andando al bagno , alla fine della defecazione notavo, dopo aver sentito un rumore tipo di uno spillo che rompesse un palloncino, molto sangue. Colpito da panico,ho subito contattato il Colonproctologo, che mi ha consigliato di applicare Ruscoroid in crema + Uan, per levare l'infiammazione e allievare il dolore fino alla fine della crisi emorrodaria. Fortunamente la crisi è passata anche se penso che in futuro se la cosa non migliorera, credo di effettuare l'intervendo chirurgico liberandomi da questo fastidiosissimo e dolorosissimo problema. Un'altra cosa che mi è successa nei giorni successivi, è stato il fatto che avevo sempre la pancia piena d'aria e quando andavo al bagno,nel momento in cui dovevo pochino sforzami sentivo dei dolori nella parte sinistra e nella parte destra della pancia, questi dolori sono dovuti alla invasità dell'esame? una cosa che vi posso dire che durante l'esame, il dottore per esplorare la parte finale del cieco ha dovuto effettuare parecchie manovre per arrivarci, difatti il secondo dottore mi ha detto che avevo un pochino l'intestino contratto, ma di stare tranquillo perchè questa cosa è normale per la mia giovane età(24 anni), e perchè non riuscivo a stare fermo per il dolore che sentivo quando mi iniettava l'aria, fatto sta che una infermiera mi ha dovuto assistere con una mano sulla pancia. Mi devo preoccupare di questa cosa che mi ha detto? Ultimamente, quando vado al bagno oltre ad avere questi dolori, e molta aria ho trovato un po di muco trasparente e gelatinoso alla fine della defecazione. Mi devo preoccupare di questo nonostante la colonscopia è risultata negativa? Io cmq sono una persona molto ansiosa, che cado in crisi di panico, e penso che questa cosa faccio solo che male al mio intestino, che cosa mi consigliate? devo rifare la colonscopia? p.s anche se nella colonscopia non è stato riscontrato niente, io posso dirvi che alcuni alimenti,come il latte,caffè, mi reano disturbi alla pancia facendomela gonfiare tantissimo e fare tantissima aria. Questo muco e aria ptorebbero essere dovuto ad una sindrome irritabile del colon? magari nervosa dato che sono un tipo molto ansioso? grazie in anticipo per le vostre risposte.

[#7] dopo  
Utente 140XXX

carissimi dottori, scusate ancora il disturbo, ma oltre a quello che ho scritto questa mattina vorrei agigungere un altra cosa:il fatto che il colonproctologo non ha effettuato nessun tipo di biopsia, è stato un errore? il fatto che la colonscopia è stata negativa ma in assenza di biopsie posso stare tranquillo escludendo gravi patologie? o per essere sicuri bisognava farle? devo fare una nuova colonscopia? cmq ripeto il referto :

PRESENZA DI PROLASSO MUCOSO RETTO ANALE, SI PROCEDE FINO AL CECO SENZA INCONTRARE ALTERAZIONI.

vi prego rispondetemi sono troppo in ansia.


Grazie

[#8]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Comincerei col dirle che la mano sulla pancia che le ha messo l'infermiera non serviva a diminuire il dolore: si tratta di una manovra tecnica, molto spesso utilizzata allo scopo di "spostare" il colon e permettere l'avanzamento dello strumento endoscopico.
E' possibile che la preparazione e poi l'aria insufflata nel colon le abbiano acuito i dolori e il meteorismo, ma sembra che di base lei abbia una Sindrome del Colon Irritabile, alla genesi della quale ovviamente lo stato d'ansia non e' estraneo.
Infine le biopsie: se il Collega non ha ritenuto di farne probabilmente il motivo e' che non ha notato niente di particolare o di dubbio.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#9] dopo  
Utente 140XXX

Grazie della risposta dott. Spina , con essa lei mi ha tranquillizzato molto! Cercherò di stare meno in ansia e correggere l'almentaziobe.
La ringrazio tantissimo e le porgo cordiali saluti

[#10]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Molto bene. E non dimentichi di valutare con attenzione, insieme al Chirurgo, la possibilita' di correggere il prolasso con un intervento.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#11] dopo  
Utente 140XXX

Si dottor Spina quella sarà la prossima tappa. Effettivamente penso proprio di effettuare questo intervento per levarmi questo fastidiosissimo prolema e future ansie dovuto al sanguinamento,Proprio come dice lei. Personalmente non so come ringraziarla per avermi seguito in questa vicenda. Grazie mille per la sua professionalità e disponibilità cosa ormai alquanto rara nei giorni d'oggi. Con sincerità e stima le porgo cordiali saluti.

[#12]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Nel ringraziarla per le belle parole nei miei riguardi credo di poterle dire che, se possibile, nel suo caso la correzione chirurgica e' la scelta migliore che si possa fare.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#13] dopo  
Utente 140XXX

Caro Dott. Spina,nello scusarmi del mio disturbo volevo chiederle una consiglio in quanto lei mi ha seguito molto attentamente nella mia vicenda di 5 mesi fa.
Dopo essermi posto alla colonscopia con il seguente referto:

PRESENZA DI PROLASSO MUCOSO RETTO ANALE, SI PROCEDE FINO AL CECO SENZA INCONTRARE ALTERAZIONI.

Ho seguito attentamente il suo consiglio di valutare chirurgicamente il seguente prolasso con la legature delle emorroidi. Purtroppo ancora ad oggi dopo ben 5 mesi sono in attesa da parte del chirurgo per effettuare questo intervento. Nel frattempo però, io in alcuni casi purtroppo dopo la defecazione continuo a vedere delle piccole verniciature esterne (non impastato o miste) di sangue sull'ultimo pezzetino di feci defecato. Forse sbaglio a rimanere troppo seduto durante la defecazione? Forse sbaglio facendo eccessivi ponzamenti per svuotare tutto l'organismo?(lo faccio per sentirmi appagato e finire lo stimolo della defecazione). Ma nell'arco di questi 5 mesi posso stare tranquillo che si tratti solo di questo?Lei che consiglio mi può dare in attesa delle'intervento?La cosa che ho notato è il fatto che il sangue esce solamente alla fine e all'ultimo pezzetto(prima,controllandomi non c'è assolutamente nessuna traccia di sangue).
La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità e professionalità e mi scuso per il disturbo a Lei recato.

[#14]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Come gia' le ha detto anche il Collega che l'ha visitata, il sanguinamento e' presumibilmente provocato dalle emorroidi: finche' non raggiunge quantita' allarmanti non c'e' motivo di preoccuparsi. Purtroppo deve attendere l'intervento per poter mettere la parola fine ai suoi disturbi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#15] dopo  
Utente 140XXX

Caro Dott. Spina come sempre ringrazio la sua velocità nel rispondere e oltre a questo la ringrazio perchè le sue parole mi tranquillizzano molto. Se le interessa l'aggiornerò quando verro chiamato dal chirurgo per effettuare l'intervento. Un'ultima cosa le chiedo, giusto per curiosità, una colonscopia con un referto come il mio, a 24 anni, ogni quanto dovrò ripeterla per controllo e stare tranquillo? grazie

[#16]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
In mancanza di elementi che possono dare adito a dubbi diagnostici la ripetizione di una colonscopia al momento non e' indicata.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#17] dopo  
Utente 140XXX

Grazie Dottore,la ringrazio, per essere sempre molto disponibile, veloce,concreto,preciso e rassicurante nelle sue risposte. La ringrazio moltissimo per il tempo dedicatomi augorandogli il massimo per la sua professione. In quanto persone come Lei se lo meritano,perchè fare il medico oltre ad essere una professione,secondo me è anche una missione, e svolgendola come fà Lei è solo un aiuto per la nostra umanità, e mi creda persone come lei non ce ne sono molte.
Con stima le porgo cordiali saluti.

[#18]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Troppo buono...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#19] dopo  
Utente 140XXX

Carissimo dottor Spina, dopo mesi, la contattato per chiederle un consulto su una cosa che mi sta succedendo in qusti giorni.
Tutto ebbe inizio 3 giorni fa quando la mattinami sveglio con una lieve febbre, senza nessun dolore, nella mattina sono andato al bagno regolare senza rpoblemi riscontrando nella parte finale della defcazione piu olla e morbida.Il pomeriggio ho cominciato a riscontrare dolori addominali sia sulla parte bassa che la parte alta, con crampi e fitte fortissime, da farmi piegare in due.
All'inizio ho cominciato ad emettere solo aria e gas molto puzzolenti(sembrava uovo marcio o qualcosa di guasto).
La notte la passo con la febbre altissimae forti dolori all'addone emettendo tantissimi gas.
La mattina mi alzo di scatto per andare subito ad evacquare, naturalmente diarrea liquida , mas enza muco e sangue. Passo tutta la giornata con questi dolori e febbra alta(l'ho fatta scendere attraverso tachipirina 1g), nel pomeriggio altra piccola scarica diarrotica.Il pomeriggio lo passo sempre con dolori ed aria.
Vado a lettoe nel mezzo della notte verso le ore 3 mi sveglio ed ho un'altro attacco di diarrea sempre senza cose da segnalare. L'altra metà della notta la passo sempre afare aria.
La mattina versdo le 6 uguale mi sveglio e vado subito e anche qui altra scarica diarrotica, ma quiesta volta comincio a notare del muco marroncino, e con qualche puntino rosso di sangue, e mi sono allarmato,mi rimetto a letto pensado alle emorroidi o all'iritazione dell'ano.
Verso le ore 10 mi sveglio con dei dolori fortissimi e mi reco al bagno per effettuare una forte e copiosa scarica diarriotica,stavolta per controllare meglio, scusatemi della descrizione l'ho fatta direttamente sulla carta, al primo ponzamento ho notato muco, verdure,(la sera prima ho mangiato il radicchio rsso) e sulla seconda invece ho notato sempre verdure ma anche un muco gelatinoso un po rossiccio, qui caro dottore mi è succetto il delirio, mi sono recato subito dal dottore di famiglia, che visitandomi mi ha riscontrato una forte gastro interite emi ha detto che dopo tutte quelle scarica e la forza di questa infiammazione è normale avere un po di sangue nelle scariche con muco.
Il medico mi ha prescritto normix 6 volte al giorno con 2 pastiscche alla volta sopo i pasti, imodium, e addiritutra il cortisone bentalan beta per 10 giorni.
io qui mi sono spaventato, puo essere che questa sia solo un virus? un rettocolite ulcerosa? o qualcosa altro piu grave? io spero di no, miha consigliato di fare la dieta in bvianco e bere molto con limone e fermenti lattici.
Per scrupolo ho contattatoa nche un altor medico che mi ha consiglaito le stesse cose ma di evitare il cortisone.
A questo punto, lei cosa mi consiglai di fare? finita la terapia dovrò effettuare una colonscopia(l'ho fatta a fine dicembre 2009)? nessuno dei 2 medici me ne ha paralto ma siccome io sono molto ansiosio e preoccupato non so che pensare.
Attualmente ho ancora fortissimi crampi allo stomaco,fortunamentame la febbre non c'è più.
Per ora ancora non ho un attacco di diarrea dopo quella di stamattina alle ore 11.
Attendo con ansia una sua gentilissima risposta.
Grazie

[#20] dopo  
Utente 140XXX

Aggiornamento, dopo pranzo risalita la febbre fino a 38.4 e poi da poco ho avuto un'altra scarica diarrotica con tantissimo muco e alcune striature di sangue rosso vivo.
Adesso proseguo la cura prescritta con imodium, che fino adesso non ho mai preso. Rimango in attesa di una tua gentile risposta. Comincio sentire bruciori al sedere e all'ano, quel muco puo essere dipeso dalle emmoroidi e dal prolasso che ho riscontrato con la colonscopia di un anno e mezzo fà? purtroppo l'intervento ancora non è stato effettuato in quanto il chirurgo è partito per missioni umanitarie.

[#21]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sembrerebbe la storia, anche piuttosto tipica, di una gastroenterite virale; proprio come le hanno detto i Colleghi che l'hanno visitata, con i quali quindi mi trovo perfettamente d'accordo. Su questo tema dia anche un'occhiata qui https://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-generale/88-vomito-e-diarrea.html
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#22] dopo  
Utente 140XXX

Grazie dottore, gentilissimo come sempre. mi ha tranquillizato molto con le sue parole,complimenti per l'articolo da lei scritto molto utile.
Le farò sapere come andranno le cose, spero vivamente di non trovare piu quelle striature di muco e sangue che mi hanno fatto molto spaventare.
Possibile che una forte grastrointerite, faccia imfiammare le mucose del colo e farne uscire muco e sangue rosso vivo insieme alla diarrea? o possono essere le emorroidi interne?
Grazie

[#23]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
E' piu' probabile che la "colpa" sia proprio della gastroenterite.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com