Utente
Buongiorno Eggregi Dottori,
avrei un quesito da porvi, ho fatto ultima visita proctologica il 10/12/2009 che mi hanno riscontrato piccola emorroide di I grado, non ho sanguinamento ma solo prurito dopo aver defecato,ho fatto gia' cura x 15 gg con Pentacol 500 gel ma il problema e' migliorato di poco .Ho eseguito anche esame coprocultura delle feci e tampone perianale che sono state tutte negative.Il dottore mi ha consigliato di mantenere feci morbide e usare Colostrum gel,secondo voi e' efficace e per quanto tempo si puo' usare?

Grazie

Distinti Saluti

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mi scusi, ma si tratta di una recidiva? Dalla sua storia clinica risulta che le emorroidi sono state legate la scorsa primavera. Puo' esplicarci meglio?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dottore,
grazie della sua immediata risposta.E' vero questa emorroide di I grado è una recidiva di quelle legature fatte in primavera, ma il mio dottore ha detto che non è infiammata e non necessita per adesso ad essere legata, comunque avevo un pò flogosi della mucosa, che è migliorata con la terapia con Pentacol e constatata con la visita del 10/12/2009.Mi rimane quel prurito anale.Lei cosa mi consiglierebbe??


Grazie

Distinti Saluti

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il prurito anale riconosce diverse cause di origine: le emorroidi pero' sono una di queste cause. Cerchi dunque di risolvere il problema di base, ma nel frattempo regolarizzi la dieta (e quindi l'alvo), curi molto l'igiene intima (acqua tiepida, detergenti delicati, asciugare temponando ma senza sfregare con carta morbidissima, etc.) e utilizzi solo indumenti intimi traspiranti (cotone) e comodi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4]  
Dr. Edoardo Liberatore

32% attività
16% attualità
12% socialità
ATRI (TE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
In aggiunta a quanto già detto dal Collega Spina:
non è chiaro se è stata effettuata una ricerca di uova e parassiti nelle feci, che sono una frequente causa di prurito anale e si giovano di una specifica terapia;
un'altra causa frequente è la micosi perianale, spesso da Candida, e diagnosticabile con uno scratch-test della cute perianale, anch'essa curabile con una terapia topica mirata.
Credo poco a delle emorroidi di I grado come causa di rpurito anale persistente
Dr. Edoardo Liberatore
Specialista in Chirurgia Generale
Proctologo

[#5] dopo  
Utente
Grazie Gent.mi Dottori,
della vostra cortese attenzione
volevo farvi sapere che ho gia' fatto la ricerca di parassiti delle feci e in piu' ho fatto il tampone perianale con ambedue esiti negativi.Quindi il mio prurito dipende da altre cause o dall'emorroide che ho oppure altre cause.

Grazie

Distinti Saluti

[#6]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
E' probabile. Come le dicevo le emorroidi sono una delle cause. Ovviamente non se ne possono escludere altre da dietro ad una tastiera di un computer, ma intanto e' lecito pensare alle cose piu' probabili. Ribadisco intanto la necessita' di mettere in atto quegli accorgimenti di cui le scrivevo ieri.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#7]  
Dr. Edoardo Liberatore

32% attività
16% attualità
12% socialità
ATRI (TE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Per quanto riguarda la Candidosi perianale il tampone potrebbe non essere sufficiente: si tratta invece di "grattare" delicatamente la cute perianale in modo da avere dei piccoli frammenti cutanei da analizzare per una eventuale colonizzazione da parte del fungo.
Esistono poi altre cause (eccesso di alcuni alimenti quali caffè, cioccolato, birra, agrumi, pomodori e cibi acidi in generale...), il diabete, un'igiene locale non ottimale o con prodotti non idonei e sensibilizzanti.
Esiste infine il "prurito anale idiopatico", cioè senza causa apparente e da curare in maniera sintomatica
Dr. Edoardo Liberatore
Specialista in Chirurgia Generale
Proctologo