Utente
Ho 33 anni e fin da piccola ho sofferto di fastidi al colon soprattutto nei periodi di stress. Cinque anni fa, mi hanno diagnosticato una piccola ragade superficiale e sanguinante da curare con Antrolin e colostrum gel. Dopo una decina di giorni di trattamento ho avuto effetti positivi ma da allora, a intervalli periodici, la ragade si riapre. La cura data dal proctologo è sempre la stessa, applicazione delle pomate e bere almeno tre litri d'acqua al giorno. Talvolta, al posto del colostrum, mi è stata prescritta la pomata alla nitroglicerina. Il medico ha rilevato anche un ipertono dello sfintere.
La ragade si riapre spesso in concomitanza con le mestruazioni (ma il dolore è contenuto) e ogni qualvolta le feci sono dure, o meglio pastose, 'appiccicaticce'. In alcuni momenti, se per evacuare devo sforzarmi, il dolore è acuto e dopo la defecazione mi rimane per ore la sensazione di dover andare al bagno e come delle pulsazioni nella zona anale. Effettivamente se riesco a bere i famosi tre litri, le feci sono morbide e non mi danno problemi.
La mia domanda è se sia necessaria la terapia chirurgica: il mio medico non me l'ha prospettata ancora, dice che è l'ultimo rimedio perchè è sempre un intervento e in una percentuale di casi si può rimanere incontinenti. A dir il vero io non voglio sottopormi a tale intervento, anche perchè mia madre si è operata senza avere risultati e ha risolto solo con i dilatatori.Inoltre volevo sapere se, la ragade cronica non operata può peggiorare, o portare ad altre patologie.
Grazie,
cordiali saluti

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La ragade cronica e' gia' una patologia piuttosto fastidiosa. Pero' ha ragione il suo Medico: finche' riesce ad avere benefici dai dilatatori e dal resto la terapia chirurgica puo' attendere, visti i rischi, seppur non elevati, che questo comporta. Tuttavia poiche' ne soffre da parecchi anni le consiglio di sentire cosa ne pensa un Chirurgo: quanto meno per rendersi conto di quali possibilita' sono offerte in casi come il suo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Approfitto della sua gentilezza per chiederle un parere su un fatto stringente.
Ho preso zitromax per tre giorni e a partire dal terzo giorno ho notato problemi intestinali: presenza di aria nella pancia e nello stomaco e qualche dolore al colon...sono passati altri tre giorni e i disturbi sono ancora presenti...e mi hanno fatto infiammare la ragade! Oggi nn sono andata a lavorare perchè oltre alla sensazione di gonfiore e alla presenza di aria, sento la solita pesantezza a livello dell'ano, a seguito di una defecazione difficoltosa per via delle feci pastose, e l'aria nell'intestino spesso fa fatica ad uscire, provocandomi dolore alla ragade. Come spesso accade il fastidio si collega anche alla zona della vescica dove avverto una certa pesantezza e desiderio di urinare.
Il mio medico di base dice che l'antibiotico può dare questi problemi, mi ha consigliato enterogermina e buscopan, per rilassare il colon, anche se rallenta il transito intestinale. Secondo lei è consigliabile prenderlo? Non vorrei peggiorare la situazione.
La ringrazio.

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il Buscopan a mio personale avviso e' un farmaco di cui si abusa sempre troppo: i casi che effettivamente beneficiano dei suoi effetti positivi sono sempre una piccola minoranza rispetto ai pazienti che ne potrebbero fare tranquillamente a meno. Chiaramente non so dirle se questo sia o meno il suo caso, anzi sono sicuro che il suo Medico l'ha sottoposta ad una visita che comprendeva una scrupolosa palpazione dell'addome prima di farle questa prescrizione. Fermo restando pero' che e' possibile sia stato davvero l'antibiotico a causarle qualche problemino in piu'... Che dirle? Penso che a questo punto bisogna sperare che terminato lo Zitromax le cose si rimettano a posto da sole, anche se poi di fondo rimane il suo Colon Irritabile che comunque gia' da solo basterebbe a spiegare molte cose.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com