Utente
Ho 55 anni e fin da ragazzo ho sempre avuto problemi con il "tubo digerente": gastrite, poi esofagite, poi colite. Tutti disturbi addebitati ad una mia eccessiva sensibilità (ansia - stress). In effetti noto che i miei disturbi si accentuano nei periodi di stress. Da circa un anno avverto dolore al retto che compare dopo la defecazione e continua per diverse ore. Non ho segni di sanguinamento e l'esame del sangue occulto non ha dato esiti positivi. Da tempo soffro anche di infiammazioni prostatiche con lieve ipertrofia e calcificazioni.
Le due cose credo siano connesse. Non riesco però a capire se tale dolore derivi dal colon o dalla prostata.
Dove devo indirizzare le mie ricerche: verso una colonoscopia o rettoscopia prostatica?

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non deve indirizzare le sue ricerche verso un esame diagnostico, ma verso uno Specialista (in questo caso un Chirurgo Proctologo). Solo la visita medica di un professionista competente potra' rilevare quale esame e' veramente utile allo scopo e quale invece le farebbe soltanto perdere tempo e soldi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com