Utente 191XXX
buonasera, la ringrazio per l'attenzione. Premetto che domani ho il breath test per l'helicobacter pylori perchè sono mesi che ho senso di vomito, pesantezza e difficoltà digestiva anche abbastanza importante. Lo scorso lunedi la mattina mentre evacuavo ho sentito un dolore unito a bruciore, e terminato tutto, andando a pulirmi ho notato un pò di sangue nel primo passaggio con la carta igienica. Poi basta, durante il giorno solo la sensazione di dilatazione anale.. sono stato molto preoccupato nell andare in bagno la sera e la mattina seguente, ma non ho avuto sanguinamento e il dolore neanche, solo fastidio dovuto al caso indicato, suppongo. Ora si presenta un problema.. avverto ogni tanto come la sensazione di avere l ano umido e sento come una piccola pressione interna a livello anale. Ma nulla di eccessivo... in bagno non ho difficoltà ma il colore delle feci, il mio "solito marrone", è diventato ormai da martedi, un colore arancio/marrone, più sul marrone chiaro. Ho controllato e non c'è presenza di sangue nelle feci. Pensavo fosse dovuto alla dieta, in quanto sto mangiando sempre pasta o riso in bianco, un pò di patate o carote lesse, petto di pollo, carne.. ogni tanto formaggio fresco o stracchino.. che sia dovuto solo a questo?? perchè in ogni caso mi sembra strano! ho 20 anni, una vita regolare.. ho avuto un periodo brutto quest' estate con tanto stress e ora sto vedendo di risolvere i problemi di eventuale gastrite, anche perchè il mio apparato escretore non ha mai presentato problemi! era sempre tutto apposto!!!! ora ho questo fastidio unito a colorazione delle feci che mi fa pensare... tutto qua!
nell'attesa di una risposta, la ringrazio anticipatamente dell'attenzione

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Come lei giustamente suppone il colore delle feci e' essenzialmente il frutto di cio' che mangia. Altra cosa invece e' il sangue sulla carta igienica, che puo' essere dovuto ad una patologia locale della regione retto-anale.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 191XXX

è proprio questo il punto, signor dottore! io mangio sempre uguale... logicamente per il mio stomaco le paste in bianco, riso in bianco, verdura lessa e carne sono la mia quotidianità.. no alcol, no insalata, quasi mai fritto, no fumo, no caffè, no thè (non sa che stufa che ho, indescribile), latte mai (solo zymil quando mi sento meglio)... ma non capisco il perchè! in ogni caso... da stamattina il problema anale è peggiorato, mi fa un pò male, soprattutto a stare seduto e mi da fastidio a chinarmi... missà che sono emorroidi, ma esternamente non ho nulla.
Il medico di base mi ha dato per una settimana al massimo "proctosoll" circa 2/3 volte al giorno... è sufficiente secondo lei?? premetto che molti sintomi più importanti (mi passi il termine anche se mi rendo conto che non è propriamente adeguato), quali prurito, dolore forte e sanguinamento non li ho! al momento almeno... dopo oggi non so!! speriamo di no!! certo che... mai avuto niente, ero il più sano del mondo, e ora problemi di gastrite e emorroidi! il medico spesso mi dice che devo rilassarmi che dipende spesso da questo fattore.. quest estate ero parecchio depresso ma negli ultimi 3 mesi io sono rilassato, non più stressato del quotidiano!! lei che ne pensa??? la ringrazio per la sua prima risposta semplice ma chiarifichiatrice!

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Le pomate possono lenire i sintomi e spesso si rivelano persino decisive nel far dimenticare al paziente la presenza stessa della malattia. Tuttavia se una causa c'e' (e non escludo che, come scrive lei, potrebbe trattarsi proprio di emorroidi) e' anche possibile che prima o poi bisognera' trovare una soluzione piu' curativa e non soltanto palliativa. Il primo passo pero' e' rappresentato da una visita proctologica, dalla quale si potra' davvero evincere la reale presenza (o assenza!) di patologie dell'ano o del retto.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 191XXX

mi sono deciso eventualmente sul fare una gastroscopia, ma una colonscopia, mi mette terrore sarò sincero. Ok allora intanto provo cosi e poi vediamo... tra un pò vado in bagno e speriamo sia tutto ok! non è bello dovere andare in bagno e avere il timore di avere sangue o dolore.. la ringrazio per la gentilezza, la terrò aggiornata su eventuali dubbi/perplessità/peggioramenti (spero di no ovviamente).. buona giornata e grazie mille!

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
I suoi timori sono giustificati. E non termineranno finche' non mettera' mano al problema adottando soluzioni definitive!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 191XXX

ha ragione, però l'idea di uno colonscopia è decisamente traumatica, penso che sinceramente non me la senta di farla... anche se tutti mi dicono "grande e grosso e hai paura di una visita"... io sento che non ho nulla di cosi grave e doloroso. Stamattina tutto sommato stavo bene, sono andato in bagno, feci normali (si è stabilizzato sensibilmente il colore), non ho provato dolore, sono un leggero fastidio ma ho potuto eseguire il tutto senza problemi. Nessun sanguinamento, fatto il bidet, e dopo mi sono applicato per la seconda volta la crema "proctosoll"... ma non avendo sanguinamento, ne prurito, ne emorroidi esterne, non penso sia grave, ho solo senso di dilatazione anale e fastidio/dolore sopportabile! la dieta è giusta mi sono informato per non sollecitare le emorroidi.. in quanto pensa che si possa risolvere????? perchè ora finisco gli esami tra poco, e stabilizzato lo stomaco vorrei fare qualche gara del mio sport!! che al momento non mi è possibile fare...
la ringrazio per l'attenzione, cordiali saluti e grazie mille veramente!!! davvero molto gentile!!

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mi sono riletto tutte le risposte che le ho dato fin qui, ma in nessuna di esse ho trovato accenno alla colonscopia. Se invece questo fastidioso esame le e' stato consigliato da qualche altro Collega, lo stesso dovrebbe pure spiegarci le ragioni per cui dovrebbe farla...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente 191XXX

ha ragione lei parlava di un'altra visita, però il senso è quello... mi passi il termine "è sempre un qualcosa che ti viene inserito all'interno", mi ero confuso, solo che ero un attimo angosciato all'idea di dover fare quel tipo di visita! già la gastroscopia per me sarebbe dura! per dirla il meno volgare possibile. Spero vivamente non sia necessaria eseguirla perchè il mio problema di presunte emorroidi è un attimo migliorato ma non rientrato. E'da venerdi che applico la crema proctosoll tre volte al giorno, da oggi solo due, perchè c'è scritto di non esagerare e cosi mi sono limitato. Non presento sangue ne sulla carta o sul wc (per ora), solo un pò di bruciore/dolore nell'evacuazione a causa di feci normali e formate, ma poi lavandomi, pulendomi rientra il tutto. presento poi solamente fastidio e il senso di qualcosa che pizzica all interno, una cosa del genere. Per quanto posso applicare la crema? posso arrivare a una settimana?? perchè il medico non ha parlato di tempo, ma neanche sul libretto c'è scritto.. c'è solo "per breve durata", quindi è ipotizzabile che sia 7/8 giorni?? a marzo, subito dopo gli esami universitari, probabilmente dovrò iniziare la cura per l'helicobacter pylori, quindi nell'eventualità di effetti collaterali, vorrei essere ok riguardo al problema. Mi scuso se le sembro agitato, è che ho 20 anni, tutto sempre apposto, e non mi bastava un senso di vomito continuo, ma anche presunte emorroidi interne!! la ringrazio per l'attenzione, è molto gentile e professionale... cordiali saluti da udine

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La visita proctologica permette di diagnosticare la presenza di una ragade solo con la visione. Per le emorroidi puo' essere necessaria un'esplorazione digitale (introduzione di un solo dito), o al massimo un'anoscopia: se pero' lei non gradisce l'introduzione del proctoscopio (che va dentro per pochissimi centimetri) puo' sempre chiedere al Collega di evitare: in molti casi la diagnosi sara' molto chiara lo stesso.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#10] dopo  
Utente 191XXX

i sintomi sono migliorati, spero in una guarigione veloce a questo punto, me lo auguro, sono troppo sfortunato ultimamente! le ho TUTTE!!!!
se presenterò altri eventuali problemi, le scriverò qua.. giusto per avere un'idea generale di cos'ho!
la ringrazio ancora, molto gentile... un saluto da udine

[#11]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
A differenza delle ragadi, che sono ferite e che quindi si possono chiudere, le emorroidi non guariscono. E' possibile pero' che lei stia andando verso un periodo di quiescenza della sintomatologia, una fase piu' o meno lunga che per certi versi potra' assomigliare ad una vera e propria guarigione: moltissime persone (la maggioranza, direi!) convivono con le emorroidi adottando le opportune contromisure solo durante le fasi in cui la sintomatologia si fa piu' evidente. Non si elimina la malattia, ma insomma anche questo puo' essere un modo...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#12] dopo  
Utente 191XXX

gentile dottore, a distanza di molti giorni, posso dire che questo fastidioso problema è rientrato. E'passato e al momento mi è passato applicando la crema e mangiando un attimo di più fibre. Ora tralasciando i miei problemi di stomaco, vorrei chiederle una cosa... da giorni ormai, ho crampi alla pancia diciamo abbastanza continui... specialmente la mattina mi sveglio con la sensazione di dover andare in bagno ma spesso è solo un forte "meteorismo gassoso", e non è la classica sensazione di andare di corpo. Diciamo che le feci sono abbastanza normali, non sono regolare come orario ma non sono assolutamente stitico. Questi crampi sono nati dopo un esame universitario ed erano forti, poi in qualche giorno di relax sono passati per poi tornare. Il punto è che non sono più stressato o agitato di una persona normale... ho preso debridat per qualche giorno ma non mi fa nulla... martedi ho la visita dal gastroenterologo. Posso affidarmi su tutti questi problemi a lui???? la ringrazio infinitamente per la gentilezza

[#13]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Senza dubbio il Gastroenterologo e' lo Specialista piu' adatto ad un caso del genere.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#14] dopo  
Utente 191XXX

gentilissimo dottor Spina, ieri ho fatto la visita privata specialistica e il gastroenterologo mi ha prescritto questa cura: Alginor, 1 cpr dopo colazione + 1 cpr dopo cena per 15 gg. Poi solo dopo colazione per 15 gg. Tubes colon bustine, 1 bustina prima di pranzo e cena per 30gg. Gastroloc 20mg, 1 cpr prima di colazione per 14 gg. Mi ha toccato la pancia in più punti, sentito il respiro, e non ho mai provato dolore o sensazioni strane, quindi l'esame del tatto è stato ampiamente superato.
Lei pensa che possa giovare la cura?? perchè ad esempio ho letto le indicazioni dei medicinali, ma non c'è nulla ad esempio contro il senso di vomito che ho sempre, il tutto è più concentrato sulla motilità corretta del colon!
il medico poi mi ha detto di eseguire un'ecografia addominale totale e la calprotecnina fecale e di ritornare quando ho gli esiti.
Lei che cosa ne pensa? La ringrazio, e le auguro una buona giornata!

[#15]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Una motilita' intestinale corretta in genere consente di diminuire il senso di nausea nel caso quest'ultima sia appunto dovuta ad una ragione organica di questo tipo; ritengo quindi che la cura possa esserle di aiuto. Faccia gli accertamenti e intanto inizi la terapia, cosi' fra un po' di tempo si potra' fare il punto della situazione.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#16] dopo  
Utente 191XXX

Ok signor dottor. Ho iniziato oggi con la terapia... in questo mese faccio i due esami senz'altro, anche perchè vorrei tornare ad allenarmi con costanza in vista di una gara sportiva. La ringrazio per la gentilezza e la terrò informata sugli esiti. Buona serata e mille grazie di cuore

[#17]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Molto bene! Buona serata anche a lei.
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#18] dopo  
Utente 191XXX

Signor dottore, la conversazione parte da molto tempo addietro ormai, ma la tengo sempre in considerazione perchè fornisce spiegazioni sempre semplici e che risultano esatte anche senza una visita diretta. Io sto continuando con la cura, ho prenotato i due esami e ora aspetto di farli. E'un pò imbarazzante l'esame con la provetta per le feci, perchè è minuscola e devo selezionare io.. ma pazienza, questo è il minimo! volevo dirle... riguardo alla mia situazione: il senso di vomito è sensibilmente migliorato. Il problema che si presenta ora è un senso di evacuazione incompleta, unita a crampi e con lo stimolo di andare di corpo costante. Questo prima non c'era, solo a episodi, ora invece è costante. Diciamo che in questi giorni andavo di corpo anche 3 volte al giorno, ma non era diarrea. La prima volta formata e normale, solo un pò più chiara e molle ma il gastroenterologo mi aveva detto che con le bustine di tubes colon questo succedeva. Le altre due invece, sono si formate, ma molto meno. Si può dire che sono anche più chiare, e ho notato che tendono a disfarsi con l'acqua. Lei pensa che tutto questo sia normale?? perchè comunque assumendo le compresse di arginol, almeno i crampi dovrebbero sparire. E con i ricostituenti questo problema dovrebbe essere superato, invece è il contrario! non vorrei allungare le mani, ma penso che la cura del gastroenterologo non sia tanto efficace, poi magari mi sbaglio sicuramente, e spero sia cosi! la ringrazio per l'attenzione e le auguro una buona serata di cuore!

[#19]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Intanto dobbiamo registrare un risultato positivo riguardo il senso di vomito, che e' gia' una buona cosa e segno tangibile che la cura fa il suo dovere. Ovvio che nei prossimi giorni qualche aggiustamento potrebbe rendersi necessario: credo che il suo organismo si stia assestando e magari al prossimo controllo il Gastroenterologo riuscira' a venire a capo anche degli ulteriori disturbi che lei ha appena elencato.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#20] dopo  
Utente 191XXX

Signor dottore ho fatto gli esami consigliati dal gastroenterologo, ovvero calprotecnica fecale ed ecografia addominale completa. Nel primo caso i risultati mi arrivano a fine mese, mentre il responso dell ecografia me l'hanno dato subito. C'è scritto:
"regolare l'area pancreatica ed il calibro dell'aorta nel tratto addominale. Il fegato presentra struttura ed ecostruttura nei limiti, non si osservano lesioni focali parenchimali. Colecisti a pareti regolari priva di formazioni litiasiche endoluminali; non dilatazione vie biliari. Regolari reni e milza e non dilatazione vie urinarie. La vescica appare ben distesa priva di lesioni aggettanti endoluminari. Non versamento libero endoaddominale".
Io non sono un medico, sono un aspirante architetto, ma mi sembra tutto apposto, o sbaglio?? sembra tutto apposto veramente?? i sintomi sono migliorati, noto qualche difficoltà con cibi che prima erano digeribilissimi ma sto un pò meglio, volevo ancora ringraziarla per gli innumerevoli consulti. Purtroppo prima di andare dal medico devo aspettare l'altro esito dell'esame, per questo le scrivo per avere un'idea intanto! Tanti saluti da Udine e grazie mille ancora

[#21]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Per quello che puo' essere valutato tramite l'ecogafia non c'e' da rilevare nulla di anomalo. Quando avra' i risultati di tutti gli accertamenti eseguiti ricontatti il Collega che la sta seguendo cosi' puo' chiudere definitivamente questa faccenda...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#22] dopo  
Utente 191XXX

Gentile dottore. Le scrivo a distanza di molti mesi per informarla che la situazione è migliorata ma ci sono episodi isolati che non so spiegarmi. Ho eseguito in tutto analisi sangue, ecografia addominale completa, calprotecnina fecale e l'esame per l'helicobacter pylori. Tutto risultato normale, e il gastroenterologo mi ha diagnosticato la sindrome da colon irritabile. Per il senso di nausea non mi aveva prescritto nulla anche durante la cura ma mi ha consigliato nei periodi in cui ho fastidio, l'assunzione di alginor compresse 30 minuti dopo i pasti per togliere i crampi alla pancia e la tensione addominale. La cosa funziona ma spesso quasi senza motivo si ripresenta. Un esempio è stato ieri. A pranzo ho mangiato pasta in bianco e fagioli con metà crescenza. Spuntino un panino di bresaola e del tonno e per cena, 3 petti di pollo, pomodori e cetrioli, metà stracchino e dopo cena una scodella di pesche con il sugo al limone che mi ero preparato il pomeriggio e che diciamo è una piccola tradizione friulana. Circa un'ora dopo cena ho cominciato a sembrare un pallone. Pancia gonfissima con flautolenza frequentissima. Il punto è che di solito con un paio di "emissioni gassose" il tutto si risolveva.. (mi scuso per la terminologia) mentre l'episodio è rimasto con flautolenza rumorosa. Quando ho questi problemi di solito mi sveglio la mattina seguente e sto bene. QUesta volta non è stato cosi e ho notato nell'andare in bagno di corpo, feci formate e normali, ma galleggianti. Premetto che ho avuto un piccolo periodo di tensione con la mia ex ragazza ma assolutamente nulla di più di una persona normale. La mia domanda è... non so davvero resistere a un pò di stress o il problema è diverso da un colon irritabile e devo riapprofondire?? forse sarà una mia paranoia ma non è che sia successo niente di che per farmi tornare qualche fastidio importante ed è per questo che ci sto pensando (in ogni caso non sono mai guarito, ma solo stato un pò meglio). La ringrazio in anticipo per la gentilezza e le mando un saluto caloroso da Lignano Sabbiadoro.

[#23]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Purtroppo lo stress spesso gioca la parte del leone in questo tipo di problemi: bisogna avere tanta pazienza, e se il suo Medico le ha detto che ha il colon irritabile non c'e' motivo per non credergli. Del resto la capricciosita' dei sintomi non e' che una conferma.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#24] dopo  
Utente 191XXX

Ok, sono diventato una "fighetta". Grande e grosso ma fraido. A distanza di tanti mesi, oggi, mi è successa nuovamente un episodio di piccolo fastidio con ragade presumo(è saltuario di solito non ho nulla). Sono andato di corpo stamattina ed era regolare, un leggero fastidio ma nulla di più. Torno di pomeriggio, e ho sentito un dolore e bruciore importante diciamo. Il punto è che le feci in nessuno dei due casi erano dure! non ho ritmi regolari, ma non sono assolutamente stitico! mi sono fatto il bidet, pulito, e un leggero ma leggero sanguinamento che noto se mi passo con la carta igienica nell'ano (molto delicatamente). Non è vistoso, assolutamente, ma sembra continuo, l'ho notato dalle 19 e persiste tutt'ora in maniera decisamente lieve. Ho applicato una crema che mi aveva dato il gastroenterologo a maggio, e ora vediamo! La crema mi aiutava perchè andando in bagno, avvertivo molto meno male perchè è come una gelatina. il dolore non c'è, sento la zona "sensibile" ma l'unica cosa fastidiosa che ho, è l'ano umido ma senza muco, solo bagnato, e la pancia gonfissima! può trattarsi di una piccola ragade?? lo stesso problema si può ripresentare 3 o 4 volte all'anno apparentemente senza feci dure?? riapplico la pomata, come potrei comportarmi? la ringrazio infinitamente per l'attenzione, ma essendo in vacanza, non so come comportarmi! per il leggero senso di vomito convivo, non è un grande problema, ma questo lo reputo decisamente importante anche perchè vado ogni giorno quasi di corpo, e avere la paura di andare non è piacievole! La ringrazio nuovamente. tantissimi saluti

[#25]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sembrerebbe trattarsi di un'emrroide, ma purtroppo senza una visita diretta non si puo' escludere nemmeno che possa trattarsi di una ragade, come suppone lei. Anche se bisogna ricordare che queste ultime di solito sanguinano poco e danno invece parecchio dolore.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com