Utente
Salve Dottori.
Avrei una domanda relativa a mio padre, 59 anni. Per completezza faccio un breve riassunto del suo quadro clinico.
A maggio 2011 viene operato per un cancro al colon, effettua 6 mesi di chemioterapia, conclusa a dicembre 2011 con 2 settimane di 'ritardo' dalla data prevista a causa del valore delle piastrine troppo basse (46.000x mmc in un range tra 130.000 e 400.000).

Effettuato a Dicembre l'ultimo ciclo, e successiva Tac TB con e senza contrasto, con risultati fortunatamente ottimi, infatti la Tac ha evidenziato che non c'è segno di ripresa della malattia nella zona operata, assenza di metastasi sia a livello toracico che al capo.

Ora, dalla notte del 31/12/2011 ad oggi, cioè in questa settimana è già la terza volta che improvvisamente inizia ad avere forti brividi di freddo, tremare e la temperatura sale fino ad un massimo di 39°C. Essa dura un giorno, anche meno, mezza giornata e sparisce così come era venuta, per poi ripresentarsi a distanza di 2-3 giorni.

E' possibile che le sue difese immunitarie risultino ancora troppo basse?
Avreste, in base alla vostra esperienza, qualche consiglio su come gestire la situazione, oltre comunque ad avvisare, ovviamente, l'oncologo che ha in cura mio padre?

Vi ringrazio anticipatamente!

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo,
non è possibile gestire on line il problema di suo padre. Quello che può fare è somministrare degli antipiretici in attesa che venga visitato dal suo medico o dall'oncologo.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Gentile signore la febbre che accusa il papà sembrerebbe di natura settica. Potrebbe trattarsi per come si manifesta di una febbre urinaria o da raccolta asessuale localizzata in qualche area. Potrebbe lo specialista vista la negatività della TC suppongo addominale, richiedere una TC toracica se non fatta all'ultimo controllo. ci faccia sapere se crede gli sviluppi.
Dr. Roberto Rossi

[#3] dopo  
Utente
Vi ringrazio per le risposte celeri.

La TC era total body e non ha evidenziato ripresa della malattina ne metastasi a livello toracico ed encefalico.

E' ovvio comunque che parleremo con l'oncologo che segue mio padre, volevo solo sapere se queste febbri improvvise possano essere dovute a quel calo delle difese immunitarie (dovute alla chemioterapia), difese non ancora recuperate del tutto....

Grazie ancora.

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La diminuzione delle difese immunitarie può favorire un processo febbrile ma non è la casua. Quindi, il motivo delle febbre delle essere ricercato.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
E' possibile che quando le sue difese immunitarie torneranno 'a norma' ci penserà il suo corpo a debellare l'infezione? Mi chiedo, quando le sue difese immunitarie saranno ripristinate queste febbri improvvise 'potrebbero' sparire?

O bisogna comunque indagare sulla causa effettiva dell'infezione?

...una TAC total body con esiti ottimi, può togliere la possibilità che queste febbri vengano da tumori del sangue o Leucemia?

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ne parli con l'oncologo. Bisogna indagare sulla causa.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Salve Dottori. Rieccomi qui ad aggiornarvi sugli ultimi avvenimenti.

Come previsto la febbre è tornata....per la quinta volta.....nel frattempo abbiamo consultato l'oncologo che aveva prescritto terapia antibiotica e tachipirina per 3-4 giorni, e fatto delle analisi, ma la febbre stasera è tornata nuovamente con punta massima di 38.7°C dopo due giorni di assenza.

Riporto gli esiti dell'Emocromo. La grande maggioranza dei valori era nella norma o poco sotto la norma (meglio comunque degli ultimi esami), mentre altri sono scesi nuovamente (le piastrine ad esempio prima dell'ultimo ciclo di chemioterapia ad inizio dicembre erano a 61.000)...



GLOBULI ROSSI - 4.060.000 (4.500.000 - 5.880.000)
EMOGLOBINA - 12.3 (13.5 - 17)
EMATOCRITO - 35.1 (38 - 50)
MCV - 86.5 (80 - 98)
MCH - 31 (26 - 34)
MCHC - 35.9 (37 - 37)
RDW - 15.3 (11 - 18)
GLOBULI BIANCHI - 6010 (4000-11000)
NEUTROFILI - 70 (40 - 75)
EOSINOFILI - 3 (0 - 6)
BASOFILI - 1 (0.1 - 1.5)
LINFOCITI - 17 (20 - 45)
MONOCITI - 9 (3 - 10)
PIASTRINE - 42.000 (150.000 - 450.000)
PCT - 0.037 (0.180 - 0.380)

Note: Trombocitopenia


Di seguito riporto ulteriori valori:
TRANSAMINASI (GOT) - 18 (5 - 40)
TRANSAMINASI (GPT) - 34 (5 - 40)
GAMMA GT - 85 (fino a 40)
SIDEREMIA - 23 (60 - 170)
SODIO (Na) - 141 (136 - 146)
LDH - 263 (230 - 460)
PCR - 38.5 (0 - 6)
VES 1ORA - 65 (fino a 20)
CEA - 6.74 (0 - 5)
ALFA FETOPROTEINA - 3.12 (0 - 2)
CA19.9 - < 3 (0 - 37)
PSA ANTIG. PROSTATICO - 2.25 (fino a 4)


URINOCOLTURA - NEGATIVA





Ora....potremmo spiegare la Trombocitopenia come conseguenza della chemioterapia terminata agli inizi di Dicembre? E' chiaro dalla VES e dal GAMMA GT alti che c'è un'infezione in corso....e bisogna trovarne le cause...per questo domani stesso consulteremo nuovamente l'oncologo, nel frattempo secondo voi, il quadro è anomalo o no per un paziente che ha appena finito 6 mesi di cure chemioterapiche?

Vi ringrazio anticipatamente!

[#8]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
La diminuzione delle piastrine può correlarsi alla chemioterapia. Per quanto riguarda gli episodi iper piretici dovranno essere indagati.
Dr. Roberto Rossi

[#9] dopo  
Utente
Salve Dottori.
Dall'ecografia effettuata da mio padre (che presenta ancora questa febbre intermittente) ieri si è evidenziato solo un leggero ingrossamento della milza.

Secondo voi sarebbe consigliabile un emocoltura per stabilire se siano presenti virus nel sangue?

Non capisco come nessun medico ne non l'abbia ancora prescritta!!

Il quadro che si presenta dall'emocromo, potrebbe indurre a sospettare una Leucemia?

[#10]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Gli esami alterati sono da considerare dipendenti dalla chemioterapi. Non c' entra la leucemia. Per quanto concerne la eventualità di una emocultura ovviamente dovrà essere consigliata dai curanti.
Dr. Roberto Rossi

[#11] dopo  
Utente
Certamente, siamo in continuo contatto sia col medico curante che con l'oncologo che ha in cura mio padre.

Da profano, provando un attimo a ragionare e legare i dati che abbiamo, azzardo un ragionamento..... volendo escludere cause neoplastiche (dalla TAC total body, markers tumorali), Leucemie o linfomi (nessun sintomo precoce, anche se relativi, nessun ingrossamento dei linfonodi, globuli bianchi e sottopopolazione nella norma), considerando che la Trombocitopenia è dovuta alla Chemioterapia finita un mese fa...... dovrà trattarsi certamente di un virus o di un batterio, magari anche antiobiotico-resistente, anche per via delle modalità con le quali si presenta la febbre (sbalzo repentino e forti tremori).


Non essendo medico le mie sono solo supposizioni e spetta ai medici trarre le conclusioni, ma secondo voi, il quadro da me prospettato potrebbe essere realistico o no?

VI ringrazio immensamente.

[#12]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Come le ho scritto nella prima risposta penso probabile che le caratteristiche dell'insorgenza febbrile possano essere correlata ad un fatto settico.
Dr. Roberto Rossi

[#13] dopo  
Utente
Salve nuovamente Dottori.
Questa sera la febbre di mio padre è nuovamente salita a 38.5°C, dopo un'assenza di quasi 3 giorni (era da domenica sera).

Il medico gli ha prescritto delle punture di antiobiotico che stava facendo da due giorni, ma la febbre è tornata nuovamente, con le stesse modalità.....si ripresenta dopo 2-3 giorni, con forti brividi e tremori.

Il "bello" però è che stavolta stasera è passata da sola senza l'ausilio di tachipirina, ora sembra stia calando ed è scesa a 37°C......

Non sappiamo più cosa pensare e cosa fare, siamo davvero preoccupati e i medici sembra stiano considerando tutte le varie ipotesi tranne quella di procedere con la prova che ci toglierebbe grandi dubbi, un'emocoltura!!

[#14] dopo  
Utente
Salve nuovamente Dottori.
Questa sera la febbre di mio padre è nuovamente salita a 38.5°C, dopo un'assenza di quasi 3 giorni (era da domenica sera).

Il medico gli ha prescritto delle punture di antiobiotico che stava facendo da due giorni, ma la febbre è tornata nuovamente, con le stesse modalità.....si ripresenta dopo 2-3 giorni, con forti brividi e tremori.

Il "bello" però è che stavolta stasera è passata da sola senza l'ausilio di tachipirina, ora sembra stia calando ed è scesa a 37°C......

Non sappiamo più cosa pensare e cosa fare, siamo davvero preoccupati e i medici sembra stiano considerando tutte le varie ipotesi tranne quella di procedere con la prova che ci toglierebbe grandi dubbi, un'emocoltura!!

[#15]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Potete sempre fare una proposta intal senso.
Dr. Roberto Rossi

[#16] dopo  
Utente
Salve dottori.....vi aggiorno sulla situazione. Ho deciso di chiedere un consulto anche nella sezione di ematologia (https://www.medicitalia.it/consulti/ematologia/261210-leucemia-o-altro.html) visti gli esami che i medici stanno effettuando....

Nel frattempo abbiamo preferito il ricovero ed i medici, in questa settimana in ospedale, stanno effettuando una serie di analisi a tutto campo, comprese emocolture e, domani immagino, lo striscio di sangue.

Dall'ultima ecografia si è evidenziata una forte splenomegalia e la febbre continua a ripresentarsi con regolarità.....
L'unica buona notizia è un considerevole aumento delle piastrine, salite a 112.000....

Può ancora trattarsi di un'infezione ancora da individuare o si può sospettare una Leucemia?

[#17]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Gli esami non sembrano deporre per una leucemia comunque dovrà attendere il completamento degli esami.
Dr. Roberto Rossi

[#18] dopo  
Utente
Ma il rischio immagino ci sia ancora.....Nemmeno la splenomegalia è indicativa?

Siamo molto preoccupati a riguardo....i medici hanno effettuato svariati prelievi, sia mentre sale la febbre, sia dopo che questa passa, ogni volta......ha anche effettuato una nuova ecografia per verificare eventuali linfonodi ingrossati che non ha dato nessun esito...per quanto riguarda gli esami invece non ci è ancora arrivata nessuna notizia.....

Volevo inoltre aggiungere che i medici hanno sospeso tutte le terapie antibiotiche precedenti (vista comunque l'inefficacia), somministrando solo tachipirina quando la febbre sale sopra i 38°C...

[#19] dopo  
Utente
Salve Dottori. Rieccomi per aggiornare il quadro della situazione cercando di fare un quadro quanto più completo possibile di quanto accaduto in questi giorni. Magari la sezione a questo punto non è quella corretta ma lo faccio per tenervi al corrente dell'evolversi della situazione e per ricevere quanti più consigli e indicazioni possibili.

Mio padre (59 anni, chemioterapia conclusa 1 mese fa per carcinoma del colon e pregresso morbo di Basedow) è ancora ricoverato e gli esami procedono. Non essendo ancora sottoposto a nessuna cura, la febbre continua a venire, sparire, per poi tornare con regolarità ogni 2-3 giorni.

Molti risultati sono già usciti ma i medici non si sbilanciano tantissimo su una possibile diagnosi preferendo avere prima il quadro completo della situazione, per cui gli esiti degli esami già sostenuti ci arrivano in modo sommario e segmentato.

Numerosi sono i prelievi ai quali mio padre è sottoposto, il che gli crea uno stato di leggera debolezza. Non segnalo altri fastidi, mio padre mangia con appetito, si presenta 'colorito' in volto e quando non ha febbre, non accusa alcun dolore, se non nei luoghi dove fanno i prelievi e il suo vecchio dolore alla spalla (vecchia rottura) come dicevo solo soltanto quando la febbre sale.


Le varie emocolture hanno dato tutte esito negativo per cui i medici tendono ad escludere che la causa possa essere un qualsiasi tipo di infezione.

Essendo mia cugina medico, di tanto in tanto chiede informazioni ai medici, i quali le hanno riferito che alcuni valori nelle analisi sono leggermente sballati per cui in questi giorni si stanno effettuando analisi mirate per controllare lo stato del sangue e del midollo, considerando anche la splenomegalia (che comunque non genera dolore, senso di peso o ingombro).

Proprio oggi i medici ci hanno comunicato il risultato dello STRISCIO DI SANGUE PERIFERICO....con esito NEGATIVO a detta dei medici che non sono entrati nei dettagli (avendo anche parlato direttamente con mio padre che sia per paura sia per scarsa attitudine alla materia, non fa tante domande ai medici).

Domani effettuerà una biopsia ossea midollare, sperando che anche questo esame dia buoni risultati.


Ora però avrei delle domande cortesemente:

1 - Basta l'esito negativo dello striscio di sangue per escludere la leucemia dalle possibili diagnosi?

2 - Possibile che i medici (primario, caposala) abbiano intenzionalmente mentito a mio padre sull'esito per non farlo agitare?

3 - La biopsia midollare ossea è di routine in questi casi oppure la fanno dopo un esito incerto dello striscio periferico?

Si parlava anche di un'eventuale asportazione della milza....potrebbe trattarsi di Porpora trombocitopenica idiopatica?
Cosa ne pensate?

Spero di non essermi dilungato troppo, ma la situazione intera genera molta apprensione e tensione in casa!
Vi ringrazio per l'attenzione e per i consigli!

[#20]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
A questo punto non credo che possiamo essere di utilità.Deve avere fiducia nei medici che stanno curando il papà e che mi sembra non stiano trascurando nulla. Non credo inoltre che nascondano con voi e col paziente le notizie riguardanti la sua situazione.
Dr. Roberto Rossi

[#21] dopo  
Utente
Salve Dottori....colgo l'occasione per aggiornarvi sulla situazione.

Vi sembrerà strano ma la febbre sembra essere SPARITA da sola!!

Esatto.....dopo altri controlli tra i quali, come accennavo nel mio ultimo intervento, una biopsia osteo-midollare, e successivamente ad inizi di Marzo, una PET con esiti completamente negativi, la febbre allungando i tempi tra un'apparizione e l'altra sembra essere sparita da sola, senza assumere alcun medicinale senza fare niente di niente...anzi, avevamo in programma una visita da un Reumatologo, visita che per il momento è saltata visti gli ultimi sviluppi....ora è dal 18 Aprile che non si manifesta nessun episodio febbrile quindi quasi un mese e mezzo....nella speranza che rimanga tutto così com'è!

Vi ringrazio ancora per il supporto nei mesi precedenti!

[#22]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Questo ci fa molto piacere. Auguroni.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it