Utente
Buongiorno gentili dottori, mi chamo Umberto, 24 anni (compiuti oggi).
Più o meno 7 giorni fa, a causa di settimane e settimane di alimentazione sballata ricca di cioccolata e cibi ricchi di grassi in abbondanza (da metà dicembre all'11 gennaio più o meno), ho cominciato ad accusare dolori intestinali sotto l'ombelico.
Non ci ho fatto caso, ho semplicemente moderato un pochino la mia alimentazione.. Poi riprendevo a mangiare un po di cioccolata e il dolore si ripresentava anche se non molto forte, ma fastidioso. Inoltre, quando facevo lunghe camminate, il dolore si accentuava (forse per ogni colpo che davo per terra si scuoteva l'intestino data la mia camminata veloce).
Poi da quel giorno non ho toccato più cioccolata, ma mi sono limitato a cibi sani.
Il problema è che da 3 giorni non posso toccare nemmeno piu il brodo star (ad esempio) oppure lo yogurt, infatti dopo averlo mangiato 2 giorni fa sono andato a diarrea. Ieri ho avuto un altro mal di pancia dopo aver mangiato la pastina in brodo.
Il mio dottore di base, dal quale mi sono visitato, inizialmente mi disse di prendere un Buscopan, ma dopo la sua totale inefficienza, mi ha detto di prendere Rifacol per 2 giorni e tre volte al giorno, piu Alginor prima di pranzo e dei fermenti lattici a stomaco vuoto.
Ora la mia paura è un'altra: anche se ho presentato dolori intestinali evidenti (nel senso che sono sicuro che fossero all'intestino) e diarrea, dato che il dolore è situato al di sotto dell'ombelico, vicino alla zona genito-urinaria, non è che potrebbe essere un dolore prostatico? Oppure magari potrei avere qualcosa sia alla prostata che all'intestino?
L'unico sintomo che sentivo ieri era una sensazione di dover defecare o urinare anche subito dopo averlo già fatto.
E' come se l'ano risultasse quasi sempre "contratto" quando sono sveglio. Durante la notte invece non ho problemi di alcun tipo e diciamo che dormo beatamente.
Aggiungo che ho una ragade anale da un po.
Ho tanta paura che io abbia qualcosa di serio alla prostata, in ogni caso riesco ad urinare senza problemi. Ieri ho avuto una eiaculazione e non ho avuto problemi.
Oggi ho fatto l'analisi delle urine ma io so che non basta per determinare un problema alla prostata, ma che ci vuole un esame del sangue che il mio medico non ha prescritto! A volte penso che non sappia fare bene il suo lavoro ma forse mi sbaglio bho! Ho una visita urologica il 2 febbraio. Se avessi qualcosa alla prostata, sarebbe troppo tardi aspettare fino a tale data?
Ultima domanda: data l'eiaculazione avvenuta 12 ore fa, è possibile che l'esame delle urine risulti positivo?

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, da quello che descrive il suo sembrerebbe più un problema gastroenterologico, l'eiaculazione non influisce sull'esame delle urine.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la sua pronta e gentile risposta.
Pensia sia inutile la visita dall'urologo?

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Se le hanno già fissato la visita per il 2 febbraio la faccia pure. avrà delle indicazioni in più sulla sua prostata.
Saluti e auguri.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente
Buonasera, vi aggiorno sulla situazone in quanto sono molto spaventato.
Oggi mi sono svegliato tardi, per le 13.00.
Mi sono svegliato con mal di pancia e dopo aver mangiato pasta in bianco sono subito andato a diarrea, per due volte.. dopodichè si è calmato un po.
Ormai sono oltre 12 giorni che non tocco latticini, oli, grassi, frutta come kiwi e cose che fanno andare lento al bagno.
Sono giorni che vado sempre a diarrea, una volta al giorno o al massimo ogni due giorni, non riesco piu ad andare in modo corretto.
Ho molta paura, il mio dottore mi ha prescritto le analisi del sangue.
So che non potreste pronunciarvi prima di analizzare i risultati, però potrebbe essere qualcosa di grave?
Ve lo dico tranquillamente, io collego il tutto ad un tumore

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Stia sereno chè l'evenienza a cui pensa lei è la più rara, si faccia seguire da un gastroenterologo e curi anche il suo stato d'ansia.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza