Utente
Buonasera,
tre anni fa ho avuto problemi di sanguinamento durante la defecazione. Ho effettuato la visita da uno specialista e successivamente la colonscopia, il cui referto indicava emorroidi di primo grado e flogosi del canale anale.
Da una decina di giorni il problema del sanguinamento si sta ripresentando, e necessario fare nuovi accertamenti o semplicemente sono le emorroidi ad essersi "risvegliate"?
Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Molto probabilmente si tratterà ancora di emorroidi,ma dopo tre anni sarebbe utile una rivalutazione proctologica.

Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno,

il mio problema mi sta facendo impazzire, non per i sintomi fisici, quanto per il mio stato psicologico.
Riassumo brevemente la mia storia clinica:

Febbraio 2009: noto sangue rosso vivo che vernicia le feci e/o macchia la carta igienica, a volte riscontro anche muco. Effettuo visita proctologica con anoscopia, il chirurgo non trova emorroidi sanguinanti ma una lieve proctite con presenza di muco, mi consiglia colonscopia.

Sotto prescrizione del medico di base comincio a prendere 1 supposta di asacol al giorno e daflon, i sintomi regrediscono velocemente; una settimana dopo la visita (senza piu sintomi) effettuo l'endoscopia fino al cieco, colon regolare per conformazione e disegno mucoso, emorroidi di primo grado, flogosi del canale anale, no biopsie random.

Nei successivi tre anni nessun altro sintomo, al di fuori di qualche sporadico episodio di diarrea, che comunque mi capita fin da bambino.

Marzo 2012: ricomincia il modesto sanguinamento in tutto e per tutto simile a 3 anni fa. Venerdi scorso il medico di base mi prescrive daflon e asacol (questa volta compresse chissà perchè). I sintomi si attenuano ma non spariscono.

Domenica in preda all'ansia vado al Pronto Soccorso sperando di poter avere un consulto proctologico. Ovviamente data la scarsità dei sintomi vengo solo visitato dal medico del PS che effettua un indagne manuale. Scarsissime tracce ematiche sul dito. Mi fanno anche un
prelievo del sangue, l'ematocrito è assolutamente normale.

Ora giovedi avrò una visita specialistica, nel frattempo non riesco a pensare ad altro e quindi faccio una serie di considerazioni:
- patologie tumorale, lo spettro nei miei pensieri, la escluderei data l'età e la colon negativa di tre anni fa,
- emorroidi: mi sembra di sentire dei rigonfiamenti quando mi sforzo per evacuare, il sangue è evidentemente di orgine molto bassa, ma
possibile che nelle due occasioni in cui mi hanno visitato non le hanno trovate o perlomeno trovate sanguinanti mentre la colon dice emorroidi?
- malattia infiammatoria cronica: è possibile una rettocolite senza diarrea e dolori addominali, e sopratutto alla luce della colon effettuata?

Sono solo considerazioni ipotetiche, e tali rimarrano almeno fino a giovedi, quando spero di poter dare un nome a questo problema.
Nel frattempo mi farebbe piacere condividele con voi.

Grazie



[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo,

Spero che la visita fatta abbia chiarito i suoi dubbi. Personalmente escluderei patologie tumorali mentre è probabile una causa emorroidaria o infiammatoria, quest'ultima da confermare con istologia.

Mi aggiorni

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it