Utente 620XXX
Domenica mattina ho defecato regolarmente e nel pomeriggio ho giocato a tennis.
Intorno a mezzanotte, seduto davanti al computer, ho improvvisamente accusato dei violenti spasmi nella zona perianale, senza alcuna ragione apparente.
La tipologia era quella degli spasmi intestinali, ma non avevo alcuno stimolo a defecare, ed apparivano localizzati nella parte finale dell'intestino.
Gli spasmi si sono ripetuti con una certa frequenza (ogni 3-4 minuti circa) e piuttosto violentemente.
Dopo circa un'ora mi sono recato alla guardia medica, ove mi hanno iniettato una flebo con un mio-rilassante (mi pare Rilaten).
Dopo la flebo gli spasmi sono passati e sono andato a letto (in verita' avevo la sensazione di avere ancora dei lievissimi spasmi, ma cosi' deboli da non causare dolore alcuno).
Ho poi dormito regolarmente tutta la notte; tranne che, dopo circa un'ora, ho accusato ancora un paio di spasmi, seppure un po' piu' lievi dei precedenti, che pero' non si sono piu' ripetuti.
Il giorno seguente l'episodio non si e' ripetuto e non ho accusato alcuno spasma.
Faccio presente che:
- Ho 45 anni di eta', sono alto 171 cm e peso 61 kg, pratico il tennis con regolarita'.
- In passato ho avuto 2/3 episodi emorroidei (esterni) che si sono risolti in un paio di giorni con semplice applicazione di pomata.
- Sono tendenzialmente stitico, ma defeco ogni giorno, seppure impiegando un certo tempo.
- Talvolta soffro di colon irritabile; ma non ho avuto problemi colitici in questi giorni.
- Ho una piccola ernia iatale da scivolamento e soffro spesso di esofagite da reflusso, per cui assumo quotidianamente una compressa di Antra da 20 mg.
- 10 giorni fa' ho effettuato le analisi di sangue e urine (per controllo) e tutti i valori sono risultati nella norma.

Vorrei sapere:
1. Se i dati sono sufficienti per una diagnosi.
2. Se e' necessario effettuare degli accertamenti
(in caso affermativo: cosa devo fare? A chi devo rivolgermi?)
3. Cosa devo fare se il sintomo si ripresenta?
(e' il caso che mi munisca di qualche farmaco?)

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Esiste una condizione chiamata anismo che potrebbe presentare una sintomatologia simile, tuttavia la presenza di malattia emorroidaria e le altre patologie descritte potrebbero in parte spiegare la sintomatologia, credo che una visita specialistica sia la cosa migliore per impostare un corretto iter diagnostico ed eventuali terapie. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it