Utente 244XXX
Gentili professori, mi scusi il disturbo ma, dopo diversi consulti medici, non sono ancora riuscita a risolvere il mio problema (dicono..) di colon irritabile.
Ho trascorso mesi di inferno, crampi al basso ventre al mattino, continuo stimolo alla defecazione, aria nella pancia, nausea, senso di disagio ed agitazione, spesso dissenteria.Ho perso quasi 10 kg poichè non mangiavo quando stavo fuori per la paura di dover andare in bagno. Un paio di mesi fa la situazione sembrava essere migliorata, andavo di corpo 1-2 volte al giorno ed avevo casi isolati di dissenteria.
Un mese fa mi sono sposata e per fortuna, a parte i continui borborigmi tutto il giorno, sono riuscita a contenere lo stimolo, anche perchè da qualche tempo mi sentivo meglio.
Poi sono partita per il viaggio di nozze, sono stata molto attenta a ciò che mangiavo ma a volte avevo crampi subito dopo i pasti e necessità di andare al bagno al mattino dopo colazione ed isolati casi di dissenteria
Ho preso di tutto: spasmomen somatico, IBS active, duspatal, colonix, pluricol, Valpinax, Questran, Debridat, cicli di Normix, Diosmectal per non parlare dei fermenti lattici che continuo a prendere da 6 mesi: VSL3, enterolactis plus e Codex.
Per non parlare poi del carbone vegetale, ormai è acqua fresca...Ho seguito le cure di 4 gastroenterologi ma nulla..ho fatto ecografia e diversi esami del sangue e delle feci ma sembra che sia tutto nella norma!Che posso fare?Forse sono un pò ansiosa ma possibile che, nonostante ora lo stress del matrimonio sia finito, io sia ripiombata nel mio incubo??!
Ogni volta che devo uscire la sera mi imbottisco di pillole, temendo di dover correre in bagno!!!!!Mi sento sempre stanca e spesso ho voglia di dormire..
Mi scuso per lo sfogo ed attendo un Vostro cortese riscontro. Ho prenotato una colonscopia per giovedì prossimo perchè sto incominciando a spaventarmi e soprattutto, in preda a crisi di pianto, spesso mi chiedo "Perchè io non posso mangiare quello che mangiano gli altri?". Esami celiachia negativi. Grazie davvero. Mi scuso per lo sfogo. Buona giornata

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Cara signora,
comprendo molto bene lo sfogo, infatti il colon irritabile, come spesso usiamo ripetere, è una sindrome benigna ma assai difficile da trattare.
A volte, a seconda dei periodi funzionali, la terapia può essere esattamente contraria, vedasi nei periodi di stipsi rispetto a quelli diarroici.
Vedo che non ha utilizzato del Simeticone, molto utile per il suo meteorismo, cosa che quindi le consiglio.

Purtroppo è patologia cronica che risente dello stato psicologico del soggetto.
Si affidi ad un bravo gastroenterologo di sua fiducia e vedrà che riuscirà a mitigare i suoi disturbi.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 244XXX

Gentile dott. Quatraro,
la ringrazio per la celere risposta.
Ho usato il Mylicon, il Simecrin ed endofit gas control prima dei pasti per evitare la formazione di gas intestinali, oltre che compresse di carbone ed argilla verde, ma nulla non ho avuto risultati anzi mi sembrava che l'aria fosse ancora maggiore in pancia. In più ieri sera sono stata colta da atroci fitte al lato sinistro durate per circa una mezz'oretta (come se l'intestino mi venisse stritolato) sono andata in bagno tre volte, poi mi sono sdraiata sul letto piegata in due e ho cercato di placare il dolore prendendo una compressa di valpinax...non so se questo episodio possa essere attribuito al colon irritabile o ad un piccolo calcolo che mi hanno riscontrato qualche tempo fa di 7 mm. Tutti i medici sminuiscono dicendo che devo stare tranquilla e che è non è nulla di grave, ma tutto ciò mi sta compromettendo seriamente la vita. Mi hanno consigliato di rivolgermi ad uno psichiatra ma io, pur essendo ansiosa, credo di stare bene, mi sento felice ed appagata sia professionalmente che nella mia vita privata e non credo di avere problemi.
Grazie ancora per la comprensione ed i consigli. Buona giornata

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Per il colon irritabile vale quanto detto prima, ed il Simeticone non può essere responsabile di "aumento" del gas intestinale, anzi!
Per la calcolosi (immagino renale?), basterebbe effettuare un esame urine in corso di colica, evidenzierebbe presenza di emazie, oltre che sarebbe importante, al momento una visita diretta.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it