Utente 274XXX
Salve, con la mia ragazza abbiamo sperimentato una penetrazione con un vibratore nel mio organo maschile.
Non era la prima volta che praticavamo questo genere di cosa(3 volte in totale nel giro di un mese e mai successo nulla); l'altro giorno abiamo praticato una enesima penetrazione; il giorno dopo ho cominciato ad abusare forte fastidio interno(non so forse in una zona 5-10 cm dentro l'ano), un senso di dolore-fastidio che si irradia anche all'osso sacro e alle coscie; sono passati 3 giorni ma il dolore è aumentato; questa notte il dolore è stato tale da non riuscire a dormire corettamente.
Questa mattina mi sono recato dal medico curante il quale mi ha prescritto Levoxacin 500 mg una volta al di' per 10 gg. Mi chiedo se è il caso che vada al pronto soccorso e mi faccia visitare?.. Non riesco a stare seduto; è come se ci fosse qualcosa dentro che mi spinge, però non ci sono perdite di sangue; solo questo fastidioso dolore ersistente che nn se ne va che si amplifica quando sono seduto! Potrebbe centrare la prostata in tutto questo? Il vibratore potrebbe aver danneggiato qualche organo interno(forse l'abbiamo spinto troppo dento)? O non il dolore non è conseguenza della penetrazione? sono molto preoccupato.
Aspetto una Vs. risposta..
Distinti Saluti

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
E' possibile che la pratica da lei utilizzata sia andata ad infiammare la prostata, quindi in tal senso e' corretta la prescrizione di un antibiotico, anche se in teoria ci potrebbe stare bene anche l'associazione con un antinfiammatorio. Tuttavia le ipotesi sono anche altre, quindi le consiglierei di rivolgersi di nuovo al suo Medico per farsi visitare ed eventualmente prescriverle ulteriori accertamenti. Per quanto riguarda il Pronto Soccorso fossi in lei lascerei perdere: un evento accaduto oltre 24 ore prima avrebbe priorita' molto bassa e la costringerebbero ad attendere ore.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 274XXX

La ringrazio per la risposta; il mio medico curante questa mattina mi ha prescritto quel farmaco; c'è da dire che io non ho avuto il coraggio di esporre ciò che veramente era accaduto, cioè che ho utilizzato un vivratore; quindi la sua terapia me l'ha data in base a ciò che gli ho esposto io, dicendo che da qualche giorno ho iniziato ad abusare dolore ecc ecc ma omettendo il fatto della penetrazione; non ho avuto il coraggio di dire tutta la storia al mio medico.. per vergogna..cosa posso fare?
Mi sento tanto in imbarazzo... Ecco perchè avevo pensato di raggiungere il pronto soccorso ed eventualmente farmi fare una ano-scopia se così si chiama per star più tranquillo... Cmq sangue non ce n'è.. Però ho un fastidio-dolore forte.. che si allevia leggermente quando sto in piedi esi intensifica da seduto...Spero vivamente che con il farmaco prescitto possa passare tutto al più presto...
Attendo Sua risposta.
La ringrazio vivamente.

[#3] dopo  
Utente 274XXX

...dimenticavo.. lei mi consiglia in associazione anche un antiinfiammatorio? Di che tipo?
La ringrazio.
Distinti Saluti.

[#4]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Non possiamo fare prescrizioni di farmaci tramite internet: e' una modalita' vietata, deve per forza di cose rivolgersi al suo Curante. Ad ogni modo escludo che in Pronto Soccorso le possano fare un'anoscopia: come le ho detto la farebbero attendere ore e poi la rimanderebbero con un appuntamento all'ambulatorio di Chirurgia o di Proctologia. Meglio dunque prenotare direttamente una visita Proctologica al piu' vicino Ospedale o, in alternativa, recarsi dal proprio Medico, ma con la ferma intenzione di raccontare tutto (altrimenti non ha senso...) e soprattutto di farsi visitare!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#5] dopo  
Utente 274XXX

La ringrazio per la risposta.
Distinti Saluti

[#6]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#7] dopo  
Utente 274XXX

Salve, chiedo scusa se la disturbo ulteriormente..
ieri sera mi sono recato preso la gurdia medica, in quanto il dolore persisteva, anzi si era intensificato; al dottore della guardia medica ho esposto per intero l'accaduto. Mi ha consigliato di continuare a prendere Levoxacin 500 mg e in aggiunto una bustina di OKI 2 volte al giorno per togliere l'eventuale infiammazione.
Questa notte sono riuscito a dormire ma il dolore sembra non abbassarsi di intensità.
Secondo il parere del medico di guardia non ci dovrebbere essere problemi seri, ma solo un fatto passeggero. che con la cura e l'antinfiammatorio da lui prescitto dovrebbe passare.. (Haaffermato che un vibratore, scusi se sono così esplicito, non puà causare dei danni). Anche lui mi ha sconsigliato il pronto soccorso e non ha ritenuto opportuno nemmeno che io facessi nei giorni seguenti una visita proctologica; Speriamo in bene.. io continuo ancora ad avere forti dolori..
Cosa ne pensa lei?
La ringrazio e le chiedo scusa per il disturbo.
Attendo Vs. risposta.
Distinti Saluti

[#8] dopo  
Utente 274XXX

Salve..il dolore avvolte è forte , avvolte è lieve.. sembri si irradi anche ai glutei con sensazione di immobilizazione delle gambe...
Non ci capisco più nulla..
Il dolore non lo sento piu' in un punto preciso mirradiato...
Potrebbe esserci anche un fattore ansioso ad incidere su questa situazione?
Lo stress può causare o alterare così il sistema immunitario?
O possono essere effetti collaterali dei farmaci che sto prendendo?
Distinti saluti.
Attendo Vs. risposta

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Lo stress di sicuro non aiuta, ma ritengo che se le e' stato prescritto un antibiotico e' perche' la Guardia Medica ha ritenuto che ci fosse un infezione, quindi immagino una prostatite come avevo supposto. Ovviamente pero' i farmaci hanno bisogno di tempo per agire e non ci si possono attendere miracoli in poche ore, quindi si trattera' di avere un po' di pazienza...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#10] dopo  
Utente 274XXX

La ringrazio per le risposte..e mi scuso se la sto disturbando...
Mi sembra un incubo... oggi è venedì..diciamo che sono passati già 5 giorni e il dolore non passa ( e da 2 giorni sto assumendo farmaci)...speravo passasse prima..
Forse oggi è il caso che mi rechi di nuovo dal mio medico curante per chiedere altre delucidazioni in merito...
Mi sento sempre questo dolore - fastidio che parte da detro e si irradia alle cosce, all'osso sacro e talvolta alle gambe dandomi un senso di "paralisi"..(forse è il dolore forte che si irradia e mi da questo senso di "paralisi").. Non so.. Quanto vorrei che passasse al più presto.. In questo momento sono davvero preocupato..
Rimango in attesa di una Vs. risposta e la saluto cordialmente.

[#11] dopo  
Utente 274XXX

e' possbile che debba aspettare ancora qualche giorno afinchè la cura faccia effetto? sono passati 2-3 giorni..ma forse ne servono di più? Un altra domanda (se è consentito rispondere): posso eventualmente aumentare da 2 a 3 bustine l'oki prendendolo anche a pranzo? cioè colazione pranzo e cena, tenendo presente che l'altro farmaco lo prendo ogni giorno alle ore 12:00?

La ringrazio Vivamente.
Distinti Saluti

[#12]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
La dose di antinfiammatorio che sta prendendo e' gia' notevole, aumentare a tre al giorno e' per lo piu' sconsigliabile. Tuttavia e' possibile farlo in casi particolari, ma ovviamente solo dopo la diretta autorizzazione del Medico che la segue, il quale con tutta probabilita' dovra' anche adottare le opportune precauzioni per ridurre il rischio di danni a livello gastrico.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#13] dopo  
Utente 274XXX

Daccorco... La ringrazio... e mi scuso se la sto importunando così tanto.. Aspetterò qualche altro giorno sperando che la terapia faccia efette.
Distinti saluti

[#14]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Non si preoccupi, siamo qui per questo...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#15] dopo  
Utente 274XXX

...scusi se la disturbo ancora..
ovviamente il dolore persiste..in più mi stanno venendo anche dei dolori di sntomaco, legato ad un po' di nausea..
Possono essere farmaci chesto assumendo a farmi venire dolore allo stomaco e senso di nausea? E' il caso che interrompa la terapia?

Distinti saluti.

[#16]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Assolutamente possibile. Come le avevo detto sarebbe caldamente consigliabile che il suo Medico adottasse le opportune precauzioni per ridurre i possibili rischi di danni a livello gastrico, potenzialmente anche importanti, che possono arrecare i farmaci come l'Oki, il Levoxacin e tanti altri.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#17] dopo  
Utente 274XXX

Stasera, per dsperazione, il dolore è diventato troppo forte, ho fatto un salto al pronto soccorso; mi hanno solo fatto una vista locale con la "mano" col guanto e mi hanno detto che a prima vista non ci sono lesioni o altro; mi hanno rimandato a casa dicendo che devo prenotare una rettoscopia per poter far un'analisi più accurata.... Quindi sono ritornato a casa ..sto col dolore ch enon passa e al pronto soccorso mi hanno liquidato come se nulla fosse (è una vergona)....
..adesso dovrà aspettare ed eventualmente prenotare una visita specialistica..
Distinti Saluti

[#18]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Mi dispiace che lei si lamenti del Pronto Soccorso: non so in quale Ospedale sia stato ne' ovviamente conosco i Colleghi che l'hanno visitata, ma e' evidente che il suo e' stato un cosiddetto "errato accesso", come si dice in termini tecnici. Il suo non e' un caso da Pronto Soccorso e quindi non puo' essere trattato in tale luogo: se lei cerca bistecche in una pescheria e' ingiusto prendersela col pescivendolo perche' non e' in grado di accontentarla! Vada a rileggersi cosa le avevo scritto nei miei primi interventi in questo post: "Per quanto riguarda il Pronto Soccorso fossi in lei lascerei perdere" e poi ancora: "escludo che in Pronto Soccorso le possano fare un'anoscopia: come le ho detto la farebbero attendere ore e poi la rimanderebbero con un appuntamento all'ambulatorio di Chirurgia o di Proctologia. Meglio dunque prenotare direttamente una visita Proctologica al piu' vicino Ospedale". Se mi avesse dato retta avrebbe guadagnato tre giorni. Mi sbaglio?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#19] dopo  
Utente 274XXX

E' vero..non le ho dato retta o meglio non avevo letto perbene tutti i post precedenti..ma il fatto è che mi sono recato al pronto soccorso perchè ero disperato..e il dolore non mi dava tregua...
Non è per fare una critica all'ospedale.. il dottore che mi ha visitato alle ore 23.00 mi sembrava al quanto scocciato... E' solo che mi aspettavo un trattamento "diverso"..non so.. avrebbero anche potuto darmi un calmante per il dolore o non so una flebo.. invece niente..Mi hanno rimandato a casa con il dolore fortissimo!!!
....Cmq il dolore "sembra" migliorare un po'.. Domani mattina mi reco nuovamente dal medico curante spiegando tutto l'accaduto ed eventualmente, se lui riterrà opportuno, mi prescriverà una visita proctologica...

La ringrazio vivamente per il tempo che mi sta dedicando!
Distinti saluti..!!!!

[#20]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Non e' giustificabile un comportamento da "Medico scocciato", ma umanamente forse si puo' comprendere: si metta lei nei panni di chi, per l'ennesima volta magari, si vede arrivare un paziente che, per pigrizia o per chissa' quali altri motivi, anziche' andare dal suo Medico, si presenta in Pronto Soccorso alle 11 di sera con una richiesta che con il Pronto Soccorso non c'entra nulla... Ripeto, la maleducazione non e' giustificabile mai; pero', riprendendo l'esempio dell'altro giorno, come risponderebbe lei se fosse il proprietario di una pescheria e alla fine di una dura giornata di lavoro si presentasse l'ennesimo cliente che le chiede una bistecca? Avrebbe davvero tutta questa pazienza per spiegargli ancora una volta che le bistecche non si comprano in pescheria? Beato lei se ci riesce...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#21] dopo  
Utente 274XXX

Non sono molto in accordo col suo pensiero.. fare il medico non è come fare l'idraulico o il meccanico.. Il medico dovrebbe avere un qualcosa in più rispetto agli altri "mestieri"..ovvero oltre alla professione in se il medico dovrebbe avere nei confronti diei pazienti un po' di umanità maggiore..non è un lavoro come gli altri..poi se alcuni medici lo fanno solo per soldi..beh allora forse è meglio che cambino mestiere.. questo è il mio pensiero!!!
Se una persona "dolorante" va a chiedere aiuto...il medico ha il diritto-dovere di aiutarlo in qualche modo..anche magari cn un tranquillante o non so..una flebo...
Io la penso cosi'..al di la che potevano essere le 11 di sera , o le 3 del mattino.. è un lavoro, e alla base di questo ci deve essere umanità...e purtoppo non tutti i medici hanno capito questo..(e non mi riferisco solo al singolo episodio ma in generale).
Cmq spero il dolori mi passi al più presto..è diminuito. Sto continuando a prendere oki 2 volte al gg.
Il medico curante non ha ritenuto per il momento farmi far una visita proctologica.
In attesa di risposta.
Distinti Saluti

[#22]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
La maleducazione, se tale e' stata nei suoi confronti, sono d'accordo con lei che sia sempre da biasimare. Pero', vede, il problema degli errati accessi al Pronto Soccorso e' una questione non soltanto sua, ma e' stato calcolato che riguardi l'80% (ottanta per cento!) dei pazienti, che si affollano a volte per un'aspirina, una flebo o per fare una lastra senza pagare il ticket! E chi le scrive, che di Pronto Soccorso in passato ne ha fatto per anni, le assicura che la cifra e' assolutamente realistica. Ma siccome siamo tutti italiani, giustamente famosi nel mondo per il nostro senso di umanita' e ospitalita', nessuno si sognerebbe mai di mandare via un paziente, con il risultato che molti attendono ore e vengono trattati meno bene di quanto ci si potrebbe aspettare. Se lei fosse stato il solo errato accesso di quel giorno di certo non avrebbe causato nessun grosso disagio al normale svolgimento del lavoro, e di sicuro avrebbe avuto (nei limiti di quello che si puo' fare in Pronto Soccorso) un trattamento migliore. Poiche' pero' come le dicevo l'80% delle persone erano nelle sue stesse condizioni e' chiaro che si rischia di trattare male non solo quel 20% di casi che del Pronto Soccorso aveva davvero bisogno, ma anche la maggioranza, cioe' quell'80% che avrebbe dovuto usufruire di altri servizi sanitari. Il problema e' anche che i servizi sanitari alternativi spesso funzionano poco, per le note riduzioni di spesa decise dagli ultimi eventi politici ed economici, per cui al Pronto Soccorso viene chiesto di vicariare anche le carenze dei settori dedicati. Senza, ovviamente, che per questo si abbia beneficio alcuno: lei parla di medici che lavorano per soldi, ma sappia che lo stipendio a fine mese e' lo stesso se si trattano 100 pazienti oppure 1000, con la differenza che 100 pazienti possono ricevere una migliore assistenza (e tutti parleranno bene del Medico) mentre mille, per forza di cose, verranno trattati piu' frettolosamente (e tutti e mille parleranno male del medesimo Medico!). La soluzione (a mio modestissimo avviso)? Dare piu' risorse ai Medici di Famiglia e agli Ambulatori, e al contempo informare i cittadini sulle reali competenze dei Pronto Soccorso.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#23] dopo  
Utente 274XXX

La ringrazio per la risposta.
Il dolore non sembra migliorare pur continuando la cura con oki 2 volte al gg... Il dolore va su e giu'.. al mattino quando mi sveglio il dolore è inesistente..poi dopo qualche minuto mi ricompare.. e poi durante il corso della giornta è a tratti forte, e altri debole....

Distinti saluti

[#24]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Due Oki al giorno sono gia' una bella dose (tra l'altro dovrebbe sospenderli al piu' presto se non vuole incorrere in danni alla parete dello stomaco...). Sono perplesso: a quest'ora un miglioramento avrebbe dovuto esserci...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#25] dopo  
Utente 274XXX

Salve, da ieri ho iniziato una nuova terapia; sono stato dal mio medico il quale mi ha prescritto TACHIDOL 2-3 volte al gg; mi ha garantito che il dolore dovrebbe andar via... e in più mi ha prescitto un'esame di "spermiocoltura con ev. alb" ... rimango in attesa che quesa terapia possa fare effetto ..il dolore (che poi non è più un vero e proprio dolore localizzato in un punto) ma è un dolore che si irradia su tutta la zona e anc he al nervo della base del pene, sulle cosce e nel retto... non so più cosa pensare.. speriamo che il Tachidol faccia effetto..
La ringrazio
In attesa di risposta porgo
Distinti Saluti

[#26]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Lo spero anche io, ormai e' parecchio che si sta curando...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#27] dopo  
Utente 274XXX

..e si... ma sto seguendo le indicazioni del mio medico... lui non ha ritenuto per il momento farmi fare altri esami... e posso solo affidarmi al mio medico e ai Vs. consigli online..
..spero solo che non sia una cosa grave che stiamo/stà sottovalutando .. boh.. non sono un medico ..mi affido a voi..
Distinti Saluti

[#28] dopo  
Utente 274XXX

Scusi se la disturbo.........
stavo cercando su internet e mi sono imbattuto in questa pagina:
http://www.chirurgiaitalia.it/portale/index.php?option=com_content&view=article&id=85&Itemid=112

..qui si parla di Coccigodinia, Proctalgia fugace, Dolore idiopatico cronico anale dove i sintomi riportati sono molto simili a quelli che sto accusando io..

Cosa ne pensa?

Rimanendo in attesa di una Vs. risposta, portgo
Distinti Saluti

[#29] dopo  
Utente 274XXX

...un ultima cosa..
sarà l'impressione ma sto notando in questi giorni che al momento dell'eiaculazione lo sperma non fuoriesce più come prima a "getto/schizzo" (scusi il termine), ma fuoriesce lentamente, molto lentamente....come se ci fosse un qualcosa che impedisce allo sperma di uscire a getto..oppure è solo una mia impressione causata forse dal dolore persistente?...

Mi sto facendo tanti complessi..

Cosa ne pensa?

Distinti saluti

[#30]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Rispondendo al primo quesito la invito a non affidarsi a noi, come ha scritto, ma di affidarsi piuttosto esclusivamente al suo Curante: noi siamo lieti di metterci a sua disposizione per risponderle alle varie domande, ma non possiamo nemmeno in parte vicariare il lavoro del Medico che puo' visitarla "di persona".
Per il resto sono assolutamente d'accordo con lei: le opzioni sono molte ed e' bene prenderle in considerazione tutte, soprattutto quando le terapie sembrano non funzionare.
In risposta al terzo quesito direi che potrebbe essere un segno di coinvolgimento della prostata, ma per questo meglio scrivere un'apposita domanda in area Urologia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#31] dopo  
Utente 274XXX

La ringrazo per le risposte.
Sono ritornato dal medico il quale mi ha detto di continuare con la terapia TACHIDOL e di aspettare i risultati della spermiocoltura... e poi vediamo!!!
speriamo bene..
ci aggiorniamo
Distinti Saluti

[#32]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Speriamo bene davvero: ormai e' un po' che sta facendo di tutto per uscirne...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#33] dopo  
Utente 274XXX

...salve, come se non bastasse adesso mi sono venuti forti dolori intestinali da due giorni e sto andando a diarrea.. potrebbe essere un effetto collaterale del Tachidol?
Per il momento ho interrotto la terapia..
Che ne pensa?
Distinti Saluti.

[#34]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
In considerazione di un ragionevole dubbio ha fatto bene ad interrompere la terapia, pero' contatti il suo Medico per capire come fare per il futuro.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#35] dopo  
Utente 274XXX

Sono stato dal mio medico; dai risultati della spermiocoltura non sono emerse infezioni! Il medico per il momento non ha ritenuto opportuno farmi fare altri esami..però il dolore, seppur dminuito, rimane e interessa anche le coscie e un addolenzimento/dolore coscia/gambe.. Non so se il mio medico stia prendendo troppo sotto mano la situazione ma più che affidarmi alle sue direttive non posso..Mi ha detto: aspettiamo un altro po' e poi vediamo..e se il dolore è forte prendi un tachidol...
Cosa ne pensa?

Distinti Saluti

[#36]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Penso che sia giusto cosi': in realta' non mi pare che stia prendendo sottogamba il problema, sembra solo che stia attendendo gli eventi, ovvero la reazione positiva del suo organismo; che in assenza di patologie evidenti speriamo non tardi ad arrivare...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#37] dopo  
Utente 274XXX

Salve, ad oggi il dolore non è ancora passato ed alterna dolore forte a dolore lieve, ma sempre presente.. questa cosa mi sta causando anche un senso di tristezza e malinconia.. non si riesce a trovare una soluzione.. domani ritornerò dal mio medico curante... non so più cosa pensare.. un dolore che da quasi un mese non passa.. Cosa può essere?
Sperando in una sua risposta, porgo distinti saluti.

[#38]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
La comprendo perfettamente, ma senza una visita diretta sara' difficile a questo punto riuscire a capirne di piu'. La visita comunque e' domani: vediamo che dice il Collega...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#39] dopo  
Utente 274XXX

Ieri sono stato da uno specialista il quale mi ha visitato.
Referto:(in sintesi)
VISITA PROCTOLOGICA + ANOSCOPIA
SEGNI DI PROCTITE ASPECIFICA CON PROLASSO MUCO EMORROIDARIO DI LIEVE ENTITA'.
ASSENZE DI ORIFIZI FISTOLOSI E DI LESIONI

ESAME ANOSCOPICO NEGATIVO

Mi ha detto che nn ha riscontrato nulla di anomalo, mi ha prescritto delle supposte di PENTACOL 1gm pr 15 gg la sera prima di andare a dormire;
mi ha prescritto anche un esame delle urine.

Qualora il dolore non dovesse pasare mi ha consigliato una colonscopia.

Almeno mi sono tranquillizzato un po'..non c'è nulla di grave.
Adesso il dolore è diminuito..
Cosa e pensa?
Distinti Saluti

[#40]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
C'e' un po' di infiammazione, ma credo che con la terapia consigliata, certamente condivisibile, potra' presto guarire anche quest'aspetto.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#41] dopo  
Utente 274XXX

Senta, in farmacia il pentacol da 1 non esiste ..c'è solo quello da 500 mg. Posso mettere insieme 2 supposte la sera per arrivare a 1 g?
Distinti Saluti

[#42]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Infatti le supposte, che io sappia, sono soltanto da 500 mg. Puo' fare come dice, ma solo se e' sicuro che il Medico le ha effettivamente prescritto 1 grammo sotto forma di supposte.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#43] dopo  
Utente 274XXX

Sto facendo la terapia; sono passati 7 gg ma la situazione non sembra migliorare....non so è asssurda tutta questa situazione.. ho ridotto la terapia da 2 supposte ad 1 (due supposte insieme mi irritavano parecchio); nn migliora la cosa.. boh..lei cosa pensa? La visita proctologica con anoscpia non ha rilevato alcun problema..ma i dolori persistono...e in più sto avendo mal di pancia e diarrea da quasi un mese...
..non vorrei dover ricorrere alla coloncscopia..
In attesa di una Sua risposta, porgo distinti saluti.

[#44]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Mi dispiace dirglielo ma ho paura che gli estremi per eseguire una colonscopia ci siano...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#45] dopo  
Utente 274XXX

Salve, ho risentito il medico e mi ha consigliato di continuare per altri 10 gg la terapia con il "pentacol"; mi ha ribadito che durante la visita non ha riscontrato anomalie nel retto; quindi econdo il medico specialista la colonscopia non servirebbe; io l'ho comunque prenotata e sarà possibile effettuarla a fine gennaio 2013; continuo ad avere dolori.. è assurdo che dopo tutto questo tempo il dolore non sia passato e alla visita è risulato tutto negativo..
Cosa ne pensa?
Distinti saluti

[#46]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Ha fatto bene a prenotare la colonscopia: da qui a fine gennaio ci sarà tempo per valutare l'evoluzione delle cose e poi decidere. Nel caso invece non serva ovviamente qualche giorno prima per correttezza faccia una telefonata per disdire l'appuntamento.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#47] dopo  
Utente 274XXX

Salve, ad oggi il dolore non è ancora passato..migliorato sicuramente , ma passato no..
Oggi sono stato nuovamente dal mio medico curante; lui mi ha prescritto una visita chirurgica (algie rettali di ndd);
la mia domanda è ha senso fare una visita chirurgica?? Non basta la visita ano-scopica fatta dal proctologo?
o sarebbe il caso di fare una visita da un'altro proctologo? Oppure tentare altre strade? Sono passati 3 mesi dall'accaduto..e ad oggi comincio seriamente a preoccuparmi.. dopo terapie e visite con risultati negativi, il dolore non è ancora passato....è assurdo che alla visita ano-scopica è risultato tutto o quasi negativo senza particolari rilevanti problemi e ce il dolore però persiste...
Vorrei trovare la soluzione; la strada giusta.
Ci sono altre visite particolari che potrei eseguire? Secondo me è inutile effettuare una visita chirurgica dopo averne effettuata una procologica.
Che ne pensa?
Sperando in una vostra risposta rassicurante, porgo distinti saluti

[#48]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Penso che nulla nel suo caso possa essere definito "inutile": lei ha trovato finora un risultato soltanto parziale, e allo scopo di ricercare una soluzione definitiva non vedo perché debba precludersi una strada. Il Chirurgo dovrebbe avere una visione generale più vasta che non quella limitata alla proctologia; anche se è pur vero che, poiché la Specializzazione in Proctologia non esiste, la stragrande maggioranza dei Proctologi in realtà sono Specialisti in Chirurgia; e il sottoscritto, come può leggere qui a lato, non fa eccezione... In sintesi, ripeto, fossi in lei non lascerei intentata questa strada.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#49] dopo  
Utente 274XXX

Questo pomeriggio sono stato in visita da un urologo.

"Algie pelvi-perineali in paziente con proctite aspecifica e lieve prolasso muco-emoroidario. Riferisce irradiazioni della sinomatologia ai tsticoli, alla regione inguinale e alla loggia ipogastrica. Esibisce esame uine e spermiocoltura nei limiti.

E.O: addome trattabile e non dolente alla palpazione superficiale profonda. Organi ipocondriaci non palpabili, genitali esterni normoconformati per età e sesso: DRE: prostata di circa 20ml non dolente e non sospetta.
Non evidenza per patologie di interesse urologico.

Si consigliano, come generici decongestionanti della regione pelvica:

Devinor compresse 2 volte al di per 14gg e quindi dal quindicesimo gg 1 compressa per i successivi 46 gg;
Topster supposte, 1 al di per 15 gg.
Utile ecocolordoppler scrotale per il monitoraggio del varicocele.

Cosa ne pensate?
Distinti saluti

[#50]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Sembra non ci sia una ragione specifica per il suo disturbo, quindi direi di stare tranquillo da questo punto di vista e di utilizzare la terapia indicata per sfiammare la regione.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#51] dopo  
Utente 274XXX

La ringrazio per la risposta...Stare tranquillo..è difficile.. avrei preferito che mi avessero trovato un problema e che l'avrei di conseguenza potuto curare.... e non che non si trova nulla e che il dolore comunque persiste...
Per il 28 gennaio ho prenotato la colonscopia.. credete sia il caso di farla? Se l'esame proctologico non ha evidenziato nulla, potrebbe la colonscopia evidenziare delle problematiche? Io sinceramente vorrei evitare una colonscopia laddove non fosse necesaria...Eventualmente aspettare oppure, come consigliatomi dall'urologo, se passati i 15 gg di terapia le cose non dovessero andar meglio consultare un'altro proctologo o un chirurgo.. Mi creda non so più cosa pensare e cosa fare... questa situazione mi sta distruggendo.. Chiedo scusa se la sto assillando..Ho bisogno di consigli e suggerimenti..
Distinti saluti

[#52]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Non c'e' dubbio che più esami diagnostici si fanno e più si riesce a conoscere meglio il paziente. Non c'e' nemmeno alcun dubbio però che sull'altro piatto della bilancia dobbiamo metterci la notevole invasività di un esame del genere, nonché i suoi costi, personali e/o sociali. Mi chiedo dunque quale Medico le abbia consigliato di eseguire una colonscopia e quali siano i motivi e i sospetti che hanno spinto il Collega a prendere questa non banale decisione nei suoi confronti...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#53] dopo  
Utente 274XXX

Posso dire che il proctologo non avendo trovato nulla di che e avendomi dato la terapia mi ha consigliato la colonscopia qualora il dolore non passava....Non ha trovato alcuna valida ragione per indicarmi quell'esame....ma me l'ha consigliato...Non so cosa dire e cosa fare.. sicuramente è un esamemolto invasivo e poi la mia domanda è: se con la rettoscopia non ha trovato niente, con la colon cosa potrà venir fuori? Sicuramente va più a fonto come esam.. non s.. o forse sarebbeil caso di aspettare ed eventualmente consltare un'altro proctologo.
Cosa ne pensa?
Distinti Saluti

[#54] dopo  
Utente 274XXX

Un'ultima cosa..parlo da ignorante in materia.. ma oltre alla rettoscopia e colonscopia, non esiste un esame che consenta di poter guardare meglio quell'area interna 10-20 cm utilizzando una telecamera e che non sia invasvo come la colon?

Distinti saluti

[#55]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
La colonscopia non è un'esame più approfondito della rettoscopia, ma permette di visionare una parte più lunga del colon, cioè di guardare non solo quei 10-20 cm. dal margine anale, ma ben oltre questa misura. In altre parole non ci sono vantaggi per quello che riguarda questi famosi primi 10-20 cm., ma ce ne sono solo nel tratto più "alto", dove la rettoscopia non arriva. Magari nel suo caso ci potranno pure essere delle indicazioni per eseguire una RSCS, ma forse non per il motivo che ritiene lei.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#56] dopo  
Utente 274XXX

La colon non sono riuscito più a farla causa influenza...
Il dolore persiste senza miglioramento alcuno...
Non so più cosa pensare...
Nessuno riesce a trovare la soluzione..
Datemi una mano, perfavore...non ne posso più di questo dolore :-(
Cosa mi consigliate?
Distinti saluti

[#57]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Mi scusi, ma il Proctologo non le aveva dato una terapia? L'ha eseguita correttamente?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#58] dopo  
Utente 274XXX

Si l'ho eseguita correttamente; finita la terapia ho risentito il proctologo il quale mi ha consigliato di continuare per altri 10 gg con la stessa terapia .. e io ho fatto tutto così come mi è stato consigliato dal proctologo.
Ad oggi i dolori non sono passati.
Oggi sono ritornato nuovamente dal medico curante il quale mi ha prescritto un'ecografia pelvica e mi ha consigliato una visita chirurgica.
Cosa ne pensa?
Distinti Saluti

[#59]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
A questo punto sospenderei ogni giudizio e attenderei il parere del Chirurgo che possa visitarla direttamente con i risultati dell'ecografia in mano.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#60] dopo  
Utente 274XXX

Oggi ho eseguito l'esame ecografico:
Vescica: Distesa pareti regolari. Assenti lesioni vegetanti. Non segni di litiasi.
Prostata: Dimensioni nella norma. Ecostruttura omogenea.
C.E.:Esame nella norma

Ps. il medico che mi ha fatto l'ecografia mi ha consigliato una risonanza magnetica e

Sono andato dal mio medico curante, il quale dopo aver visto il referto dell'ecografica, mi ha consigliato una visita chirurgica...Gli ho chiesto se poteva prescrivermi una risonanza magnetica e mi ha risposto di no, secondo lui non serve..
Il medico curante continua ad insistere sulla visita chirurgica ed esclude eventualmente la possibilità di una visita ortopedica-neurologia per indagare su una nevralgia a livello lombale

Cosa ne pensate?
Sono circa 4 mesi ...il dolore non mi passa...
E' il caso che faccia una risonanza magnetica?
Devo fare una visita chirurgica?

Vi chiedo dei consigli e un aiuto..mi rendo conto, e scusate se faccio quest'affermazione, che il mio medico curante è un po' superficiale e deciso nelle sue idee..... Io vorrei solo trovare la soluzione al mio problema
Distinti Saluti

[#61]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Forse è preferibile eseguire una visita chirurgica, anche perché con tutta probabilità riuscirà a farla in tempi meno "biblici" rispetto a quelli previsti per fare una RMN. Se poi davvero questa risonanza dovesse servire a qualcosa (ma a cosa poi?) ci sarà comunque sempre tempo per farla in un secondo momento.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#62] dopo  
Utente 274XXX

La ringrazio per la risposta.
Martedì 19 ho prenotto la visita chirurgica... speriamo bene..spero che quest'altra visita possa far luce su tutto.. e possa far trovare la soluzione e la cura al dolore....
Distinti Saluti

[#63]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Intanto sarà un primo passo. Poi nel caso il Collega le potrà chiedere qualche altro accertamento, ma soltanto se davvero sarà necessario.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#64] dopo  
Utente 274XXX

Salve,
oggi sono stato a visita chirurgica:
Esegue RM colonna lombo sacrale perchè affetto da alge perianali e anali da sospette radicolopatie
Il medico chirurgo che mi ha visitato ha escluso eventuali problemi a livello del retto, problmi urologici e proctologici; parlando con lui...bisogna indagare su una eventuale nevralgia; una eventuale infiammazione dei nervi e/o del nervo prudendo, causata eventualmente da uno schiacciamento delle ultime vertebre della colonna, un'eventuale ernia; mi ha parlato, nell'eventualità che la risonanza mostri problematiche di questo genere, di poter curare la cosa con della fisioterapia.

Il medico è stato molto esaustivo e molto bravo.
Speriamo che questa sia la strada giusta da seguire per la guarigione.

Adesso sto andando dal mio medico curante a farmi prescrivere la RM.

Distinti Saluti
Grazie a tutti Voi per i suggerimenti che mi date

[#65]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Speriamo davvero che questa sia la strada giusta...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#66] dopo  
Utente 274XXX

Oggi ho effettuto la risonanza magnetica
RM LOMBO-SACRALE
Lo studio è stato effettuato con tecnica STIR,TSE per immagini dipendenti dal T1 e dal T2 ottenute secondo il piano sagittale e assiale.
Non sono evidenti alterazioni morfologiche o di segnale a carico dei metameri esaminati.
Bulging discale a L4-L5 e L5-S1.
Regolare il cono midollare.

Cosa ne pensate?
Distinti Saluti

[#67]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Deve rivolgersi agli Ortopedici, qui siamo in Area i Colonproctologia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#68] dopo  
Utente 274XXX

Oggi sono stato a visita da un neuro - fisiatra su consiglio del chirurgo.
E' emerso che il bulging discale, non è la causa dei fastidi.
Dopo aver effettuato la visita è emerso un "dubbio lieve ipertono dello sfintere".
Si consiglia EMG dello sfintere anale.

Cosa ne pensate?
In cosa consiste l'esame? E' doloroso?

Mi hannno pescritto nel frattempo 1 compressa al di per 30 gg di Destior compresse.

Cosa ne pensate?
Credevo di aver risolto e trovato la giusta strada per quando riguardava il "bulging discale"..ma niente.. dobbiamo trovare e provare un'altra strada.

Distinti saluti

[#69]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
[#70] dopo  
Utente 274XXX

Salve, ho effettuato l'EMG dello sfintere anale.
"Nel Muscolo sfintere anale valori elettroneurografici nei limiti"
Si consiglia manometria rettale.

Sono stato in seguito dal proctologo consigliatomi dal neuro fisiatra.
Venerdì 29 dovrei fare visita poctologica e eco trans-anale.

Il proctologo non ritiene opportuno fare la manometria rettale, ma solo l'ecografia trans-anale.

Con questo tipo di ecografia è possibile risalire alla causa del dolore, che magari puo' essere sfuggita nella prima visita proctologica effettuata con anoscopia e non con ecografia trans-anale?

Distinti Saluti




[#71] dopo  
Utente 274XXX


...dimenticavo, mi hanno prescritto per 7 gg una compressa la sera di sirdalud 4 mg. Distinti Saluti

[#72]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
A questa domanda ha già risposto il Collega qui https://www.medicitalia.it/consulti/chirurgia-dell-apparato-digerente/330852-dolore-retto-interno.html
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#73] dopo  
Utente 274XXX

Ho effettuato l'ecografia transanale-transrettale tridimensionale:
esame eseguito con sonda rotante 360°:
Esame eseguito in decubito laterale sinistro. Sfintere anale interno ed esterno integri. Non aree ipo/iperecogene perianali. Prostata nei limiti.

..sono davvero sconfortato dal fatto che passati 5 mesi, il dolore persiste, e ance abbastanza forte, con sintomi di bruciore dolore, e ad oggi, non si è travata ancora la causa del dolore...

..credo che esami non ce ne siano più.. credo di averli fatti tutti.!!!. In questi giorni mi recherò presso il mio medico curante..
..non so più cosa pensare e cosa fare..

Cosa ne pensate?
Distinti saluti

[#74]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Non saprei cosa dirle. Senza dubbio farà bene a tornare dal Medico di Famiglia: quanto meno si potrà fare il punto della situazione, mettere ordine tra i vari referti e cercare di trarre una conclusione.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#75] dopo  
Utente 274XXX

la ringrazio per la risposta.. leggevo on line della possibilità di effettuare una videoproctoscopia digitale.. cosa ne pensa? E' un ulteriore esame che potrei proporre al mio medico curante? Con quest'esame potrebbero essere evidenziate disfunzioni che con la visita proctologica e le altre visite non sono state evidenziate?
Distinti Saluti.
Grazie

[#76]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Le ribadisco quanto già espresso dal Collega nel post https://www.medicitalia.it/consulti/chirurgia-dell-apparato-digerente/330852-dolore-retto-interno.html
"Le chiediamo una cortesia, per evitarle ammonimenti da parte dello staff per un suo comportamento che contravviene alle regole di questo sito, eviti di inviare le stesse richieste di consulti in più sezioni"
Grazie per la collaborazione.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#77] dopo  
Utente 274XXX

Non volevo essere cortese o mancarVi di rispetto o mancare di rispetto alle regole.. è solo che cerco aiuto !!!!..chiedendo a più specialisti di trovare una soluzione al mio problema... Sono 5 mesi di cure, esami, e il dolore non passa e nessun medico è riuscito a trovare la soluzione.. Non so più che fare..
Sono ritornato dal medico curante il quale mi ha detto ritorna dal chirurgo.. il chirurgo mi ha risposto ..dobbiamo vederci dopo il gg 20 aprile, pima non posso riceverti.... Nessun medico sa come potermi far passare il dolore.. Come faccio?
E' possibile che non si riesca a trovare una soluzione al mio dolore/bruciore???
Non riesco a star seduto ..non riesco a star in piedi.. mi fa male..mi brucia.
Non ce la faccio più...
scusate lo sfogo...

[#78]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Comprendo il suo sfogo. Il 20 aprile non è così lontano, ma in alternativa può rivolgersi anche ad un altro Specialista.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#79] dopo  
Utente 274XXX

Salve, sono tornato dal chirurgo, il quale, dopo avermi chiesto come stessi, mi ha detto che ho fatto già tutti gli esami che si potevano fare; quindi non ci sono altri esami diagnostici. Il dolore al oggi non è ancora passato..e io non so più cosa fare..gli esami tutti negativi e il dolore non passa. Il chirurgo mi ha detto di ritornare eventualmente tra un mese, qualora il dolore non passi, e di ripetere da lui un'altra rettoscopia...

Possibile che non si riesca a trovare una soluzione? Le ho provate tutte o forse esistono altri esami diagnostici da poter eseguire?

Distinti Saluti

[#80]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gli esami diagnostici non servono per curarsi, ma solo per trovare eventuali cause. Cosa che nel suo caso è stato fatto, senza però che queste cause siano state in alcun modo evidenziate. Dunque se il Chirurgo le ha detto così temo che dovrà rassegnarsi. Purtroppo la Scienza Medica non è in grado di fornire cure per tutti i possibili disturbi. Per molti, senz'altro, ma non per tutti.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#81] dopo  
Utente 274XXX

Salve, a due mesi dall'ultimo messaggio, la situazione non è cambiata. Nel contempo ho effettuato un'ulteriore rettoscopia che ha dato esito negativo. Il dolore persiste. Leggevo online dell'infiammazione del nervo pudendo. POtrebbe essere questa la causa? Mi può dare un consiglio? SOno arrivato ad un punto morto nel quale nessun medico finora interpellato, è riuscito a trovare una causa e un rimedio al dolore. Cosa ne pensa? La prego mi aiuti. Distinti Saluti

[#82]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
E' una possibilità. Non mi ricordo se già ha fatto una visita neurologica o meno: nel caso la faccia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#83] dopo  
Utente 274XXX

Salve, grazia per la risposta.. ho fatto un po' di ricerche e ho trovato un dott. neurologo e un dott. colonproctoloco che si occupa anche del nervo pudendo. Ho contattato entrambi per chiedere un consulto/consiglio; entrambi mi hanno confermato che il mio dolore potrebbe derivare da una compressione del nervo pudendo. COsa ne pensa? E' meglio che vada a fare la visita dal neurologo o dal colonproctologo? Il neurologo mi ha detto che per curare tale situazione si potrebbe usare un farmaco:"l'amitriptilina". Adesso sono indeciso su dove andare e da quale medico farmi seguire..se dal colonproctologo o dal neurologo. Cosa ne pensa? Cosa mi suggerisce?

Distinti saluti

[#84]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Non mi esprimo su questo, perché la scelta del Medico è sempre una questione di fiducia personale. Entrambi gli Specialisti indicati sono competenti in questa materia: lei scelga chi pensa che possa aver maggior esperienza e che appunto le ispiri più fiducia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com