Utente
Buongiorno dottori.
Vi contatto per alcuni sintomi\problemi riscontrati da mia moglie. E' già da tempo che continua a lamentare gonfiore addominale che gli causa non pochi disagi. A questi di accompagna stitichezza frequente e non poche volte coliche che gli procurano dolori molto forti. Lamenta spesso dolore al lato sinistro e controllando abbiamo notato una sorta di rigonfiamento duro al tatto poco sotto la costola che gli causa dolore anche toccandolo, che è la cosa che più ci preoccupa. Parla anche di dolori al rene sembra sul lato sinistro durante questi attacchi. Queste "coliche" che frequentemente ha la buttano giù fisicamente ed è già capitato più di una volta di svenire. Dice anche di avere sensazione di gonfiore verso il pube. In una visita "anni addietro" il dottore gli disse di soffrire di colite. Vorrei aggiungere un particolare ossia che questi sintomi si verificano il 99% delle volte dopo i pasti. Abbiamo già prenotato dei test allergici e un'ecografia ma ci farebbe molto piacere avere dei vostri consigli in merito.
Grazie di cuore e buon lavoro.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
I test allergici scientificamente rionosciuti sono soltanto quelli per il lattosio e per la celiachia: per gli altri puo' anche risparmiarsi i soldi necessari. L'ecografia puo' essere a volte utile, ma non e' detto. Quello invece che piu' servirebbe a sua moglie e' una buona visita medica. Sembra infatti che possa essere presente una Sindrome del Colon Irritabile (quella che lei chiama "colite") aggravata per di piu' da una stipsi, altro problema di non facile soluzione senza l'aiuto concreto del suo Medico. In casi come questo il "rigonfiamento duro al tatto poco sotto la costola" e' infatti quasi certamente dovuto proprio ad un intasamento fecale a livello della flessura splenica.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie 1000 dottore per la risposta. Quello che mi chiedo è: può un intasamento fecale in quel punto far sobbalzare mia moglie dal dolore non appena si sfiora la parte? Tra le altre cose proprio ieri sera è stata nuovamente male avendo senso di mancamento e forti dolori nella parte della quale parliamo oltre mal di testa. Lei dice di star bene quando non mangia. Quindi i testi d'intolleranza andrebbero fatti solo per lattosio o celiachia? E se l'ecografia serve a non molto, su quali analisi dovrei indirizzarla? Come può "aiutarsi" nell'attesa ad alleviare il problema? Cmq faremo un salto dal medico come da Lei consigliato.

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Cerco di risponderle con ordine:
1. Un'intasamento fecale puo' in effetti rendere la parte molto sensibile alla palpazione
2. I test per le allergie non hanno molto significato perche' non sono basati su evidenze scientifiche, tanto che spesso dicono il falso. Fanno eccezione, come detto, lattosio e celiachia, che infatti e' consigliabile fare.
3. Piu' che indirizzarla lei a fare analisi magari inutili sarebbe meglio che la visitasse un Medico (meglio se un Gastroenterologo): se poi il Collega avesse dei dubbi sara' lui stesso ad indicarle cosa fare.
4. Puo' intanto aiutarsi con una dieta leggera, ricca di acqua e verdure cotte.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
Nuovamente grazie dottore. Intanto l'aggiorno sull'ecografia appena fatta da mia moglie. Gli è stato comunicato (dopo un attento e scupoloso controllo durato più di mezz'ora) che gli organi interni sono tutti perfettamente integri. C'è presenza di molta molta aria. In merito al rigonfiamento duro gli è stato detto che non risulta nulla al livello di colon e che molto probabilmente si tratta di qualche muscolo "accavallato" dovuto ad una postura non corretta e frequente utilizzata nella giornata che gli ha provocato nel tempo un irrigidimento muscolare. Ovaie ok, intestino ok....!!! Ha consigliato anche lui dei test al lattosio....!!! Cosa può dirmi di questa diagnosi? Grazie ancora...

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non c'e' alcuna diagnosi, per fortuna. Strano pero' che l'Ecografista abbia dato colpe ad una postura muscolare... Io rimango dell'idea che deve fare una visita diretta, meglio se da uno Specialista in Gastroenterologia, che sia poi anche in grado di aiutarla segnalandole la dieta piu' adatta e consigliandola per tutto il resto.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com