Accertamenti diagnostici fistola anale e intervento

Operato già 2 volte di fistola intersfinterica e successivo intervento in thd per emorroidi.

purtroppo continuano i fastidi sia delle emerroidi che della fistola.

per quanto riguarda la fistola, ogni max 2 settimane brividi con rialzo febbrile. Continuo senso di puntura e dolore con fastidio dentro, nella zona dove ero stato operato.

Mentre per quanto riguarda le emorroidi trattate in thd, continua il senso dolorante e di peso seppur trascorsi 4 mesi dal thd.

inoltre trovo spesso presenza di filamenti bianchi tipo muco o pus nelle feci.

Vorrei sapere per diagnosticare bene eventuali residui di ascessi fistolosi, è meglio fare l'ecografia transanale durante la fase attiva della malattia o si può fare anche in fase di quiescienza?

E così l'intervento, al fine di trovare bene il tragitto e il motivo che scatena l'ascesso, è preferibile operare durante la fase attiva dell'infezione (cosa difficile in quanto ci si opera con le liste di attesa) o sarebbe preferibile trattare la patologia durante la fase ascessulae e dolorosa?
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25k 620 346
Partirei da una ecografia transanale o da una risonanza magnetica, dopo visita proctologica ovviamente. Prego.

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
tali esami vanno fatti in qualsiasi momento o per capire bene il problema, vanno fatti quando c'è la fase acuta, con dolore?

e così l'intervento, c'è chi mi dice che per intervenire bene sia meglio farlo durante la fase di dolore intenso e chi invece mi dice il contrario.
[#3]
dopo
Utente
Utente
esami ed intervento vanno fatti in fase di dolore o anche quando c'è la cosiddetta fase di quiescienza?
[#4]
dopo
Utente
Utente
possibile che a questa domanda nessuno risponde?
[#5]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25k 620 346
E'indifferente.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dr Favara, mille grazie per avermi risposto.
Sa chiedevo questo perchè la mia condizione, ha dei periodi in cui quasi me ne dimentico, in cui non avverto dolore durante la visita e quindi i medici che mi visitano dicono (stia tranquillo non c'è nulla).

Poi ci sono dei giorni in cui ho bruciore forte, sensazione di punture di spillo, aumento frequenza cardiaca e rialzo febbrile.E al'interno sento dei punti estremanete dolenti e duri alla digitazione.
Per questo credevo che forse sia le indagini che l'intervento erano preferibili eseguirli durante la fase di dolore acuto.

Io ancora non riesco a capacitarmi e a capire che diamine ho, troppe diagnosi, troppi pareri discordanti e i fastidi continuano.

[#7]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25k 620 346
E'il decorso tipico.
[#8]
dopo
Utente
Utente
mi scusi Dr Favara, il decorso tipico di cosa?
[#9]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25k 620 346
Di una fistola.
[#10]
dopo
Utente
Utente
proprio quello che non avrei mai sentito volermi dire :,,(

non guarirò mai da sta malattia.

e' in un punto schifoso, si infetterà sempre.

Sono stanco.

Dottore giovedi ho l'ecografia, poi la informo sul risultato.

Un'ultima domanda, oggi mentre mettevo antrolin, sentivo a ore 6 come dei chicci di riso che digitandoli fluttuavano nella mucosa, mi producevano brividi e dolore e uno premendolo ha emsso un rumore tipo squick....non so se ho reso l'idea.

secondo lei è più probabile siano emorroidi o è pus?
[#11]
dopo
Utente
Utente
dottore ho fatto l'ecografia.

il dottore della eco, mi ha detto che si tratta di esiti cicatriziali.

ma mi scusi gli esiti cicatriziali se toccati, mica devono portare dolore, brividi e dopo nelle ore successive ho avuto sensazione di scorrere all'interno, il canale anale fortemente arrossato , bruciore e prurito forte.

Io credo che dove pensano sia una cicatrice, ci sia in realtà un ascesso bello e buono, infatti dopo che lo hanno premuto e toccato, sentivo forte bruciore stamani.
[#12]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25k 620 346
L'ecografia, pur essendo un esame operatore dipendente, è molto attendibile. Certo i falsi positivi e negativi esistono.
[#13]
dopo
Utente
Utente
appunto, concordo con lei, quindi le dico cosa è successo:

sollecitato sia con lo strumento dell'ecografia che con manovre digitali da parte dei dottori il punto interno che mi duole ( che a loro dire è la cicatrice), ho avuto nei giorni a seguire delle zone sul margine anale fortemente arrossate, bruciore sensazione di scorrere, prurito, dolore in quel punto, dolore pulsante e lei mi conferma che il dolore pulsante è titpico di un ascesso.

Io non dico di star male come prima del 2° intervento, ma la situazione non è a mio parere ancora risolta, basta che cammino e mi vengono brividi, sento scorrere, e il tutto sento partire proprio da li.

E poi se fosse la cicatrice, dovrei si sentire duro, ma non dolore , bruciore, brividi, infiammazione e tutto il resto dei sintomi che ho, che si alternano a fasi di quiescenza.

Appena si infiamma di nuovo, torno dal medico che mi ha operato, questa cosa va risolta quando è attiva, sennò sto sempre che mi dicono:.... lei è fissato non c'è nulla!

Oltre il danno, la beffa!


Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test