Utente 427XXX
Buonasera,
vi illustro brevemente la mia situazione. Premettendo che da sempre faccio fatica ad evacuare, non sono stitica perchè vado di corpo quasi tutti i giorni, ma sempre con estrema fatica. Circa due mesi fa ho iniziato ad accusare forti dolori anali durante la defecazione, anche con perdite di sangue rosso vivo, che si protraevano per diverse ore. Pensando fossero emorroidi ho iniziato ad usare le classiche pomate da banco ma senza risultati. Dopo diversi giorni di dolori continui e molto intensi mi sono decisa a sottopormi ad una visita proctologica. La dott.ssa che mi ha visitata (solo per via digitale) ha escluso la presenza di emorroidi e mi ha invece diagnosticato una ragade posteriore acuta (causa del forte dolore) e la presenza di un polipo nel canale anale che fuoriusciva durante la defecazione. Mi ha consigliato di effettuare una colonscopia e una cura a base di phillogel e cicatridina sia in crema che in supposte. Nell'attesa di eseguire l'esame devo dire che la cura ha avuto un certo effetto, alleviando di molto il dolore e rendendo l'evacuazione molto più semplice. Esattamente una settimana fa ho eseguito la colonscopia in sedazione e all'ispezione sono stati evidenziati sia la ragade posteriore che il polipo penduncolato che prolassava all'esterno che è stato asportato con ansa diatermica e recuperato per esame istologico.. Da qui sono ricominciati i miei problemi. Nei due giorni successivi all'esame avvertivo solo un leggero fastidio-prurito e anche la prima defecazione effettuata non ha dato problemi. Da tre giorni è cambiato tutto...le defecazioni sono diventate dolorosissime, e noto parecchio sangue nelle feci. Il dolore poi piano piano si attenua (anche con l'aiuto di antidolorifici) ma durante la giornata riscontro sugli indumenti intimi piccole perdite di sangue rosato. Ho pensato che magari l'esame in se stesso potesse aver irritato nuovamente la ragade ma ho quasi la certezza che il dolore è localizzato in un punto diverso, presumo nel punto in cui è stata effettuata la polipectomia. Vorrei sapere se è una cosa normale o se c'è la possibilità che la ferita si sia infettata o riaperta o non so che altro? Il dolore durante la defecazione è davvero insopportabile....molto più di quello che mi provocava la ragade. Grazie in anticipo a chi vorrà rispondermi

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Credo dipenda dalla ragade, che va trattata con terapia adeguata, medica o chirurgica.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 427XXX

La ringrazio molto per la sua risposta...mi scusi se insisto ma sarebbe possibile che la ferita dovuta alla polipectomia dia problemi? Il fatto è che riesco a percepire il solito fastidio della ragade, che comunq non è così acuto, ma il dolore veramente forte mi sembra di sentirlo in un punto diverso...più in basso a destra. È inoltre consigliabile una visita di controllo? Il medico non mi ha detto nulla...grazie nuovamente

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
In genere no ma una visita di controllo puo' essere dirimente
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it