Utente 381XXX
Buongiorno dottore,nel mese di luglio dello scorso anno ho subito un intervento di colectomia totale (mi hanno lasciato 10 cm di retto) mi hanno messo la stomia, dopo un mese mi hanno ricanalizzato dopo un mese ma dopo 4 giorni hanno ceduto i punti e mi hanno rioperato d'urgenza mi hanno fatto la toilette del cavo perianale e riconfezionato la stomia.Nel mese di gennaio mi hanno ricanalizzato ma da allora che ho scariche frequenti ( dalle 16 alle 18 scariche al giorno).Nel mese di marzo c'è stato un periodo che le scariche erano scese a 7-8 ma poi hanno di nuovo iniziato ad aumentare arrivando a 18 scariche.Al lato dove avevo l'ileostomia si gonfia una palla e dall'ecografia è uscita che è un ernia, questa ernia potrebbe essere il motivo di questi blocchi?Giorni fa mi hanno fatto i raggi con il contrasto per vedere il transito intestinale e il risultato è che il transito è regolare e senza problemi.Allora mi chiedo: quale può essere il motivo di questi blocchi?C'è qualche esame che potrei fare?Io penso che è normale che è regolare perché lo sciroppo che ho bevuto era liquido e secondo me ho questi blocchi quando si addensano un po' le feci.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Scusi, ma che intende per blocchi?
La riduzione del numero di evacuazioni nel mese di marzo?
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 381XXX

Grazie per la risposta dottore D'oriano, per blocchi intendo che ho dei blocchi intestinali, mi iniziano dolori, vomito difficoltà ad andare in bagno mi si gonfia la pancia ,si fa un gonfio grande al lato dove avevo la stomia, li mi hanno trovato un ernia. poi dopo ore che non vado mi sbocco con tisane camomilla ecc e vado. Quali possono essere le cause dei blocchi e di tutte queste scariche che ho? Se il clisma dimostra che non c sono ostacoli perché ho questi blocchi? C'è qualche esame altro che potrei fare per vedere il problema ?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Se, in occasione di questi " blocchi", si presenta un gonfiore nella sede dove c'era l' ileostomia, è possibile che la causa sia da attribuire all'ernia( laparocele intasato).
In quella sede si crea un, momentaneo, intasamento che non si è evidenziato con il clisma.
Riparando il laparocele dovrebbero scomparire i suoi disturbi.
Altra possibilità è la presenza di aderenze che creerebbero, momentanee, angolature e tortuosità, tali da impedire il transito intestinale.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 381XXX

Ok dottore grazie per la sua risposta.. Quindi dovrei operarmi per risolvere il problema.. Togliendo l'ernia e le aderenze risolverei questi problemi? Le troppe scariche potrebbero essere causate dalle aderenze e dall'ernia? O solo i blocchi?perché io ho notato che non riesco a finire in bagno perché mi sento come se qualcosa mi blocchi oltre al fatto che ho molta aria nella pancia che non riesco ad togliere..

[#5] dopo  
Utente 381XXX

Per vedere se il problema è causato dall'ernia e dalle aderenze c'è qualche esame che potrei fare? Dopo tutti gli interventi fatti in quella zona si può fare l'intervento p è rischioso? Ho paura ad operarmi do nuovo ma non posso continuare a stare male.

[#6] dopo  
Utente 381XXX

Ho ritirato il risultato del clisma che ho fatto :non immagini di significato patologico all 'esame diretto dell' addome. Presenza di clips metalliche quale esito di progressi lesione di pregressa resenzione totale di colon con ileo retto a anamastosi. Dopo l'assunzione di OS di mcd si evidenzia rapida opacizzazione della via digestiva residua senza apprezzabili immagini di significato patologico.. Cosa significa?

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Che non c'è nessuno stop ed il mezzo di contrasto passa ed arriva tranquillamente al retto.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#8] dopo  
Utente 381XXX

Grazie ancora per la sua risposta. E quindi il motivo dei blocchi è questa ernia e le aderenze?Se sono queste le cause vanno tolte?E il problema di tutte queste scariche qual'e'? Il mio dottore non sa più che fare e sono disperata... A quest'ora già ho avuto 17 scariche in bagno..

[#9]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
E' un problema comune in tutti pazienti che hanno subito, necessariamente, colectomie totali.
Questi disturbi si riducono nel tempo mediante cure farmacologiche e con una dieta corretta.
Non conosco il suo caso e che cosa è stato fatto per ridurre i suoi disturbi, quindi non posso aggiungere altro.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#10] dopo  
Utente 381XXX

Si questo lo so dottore ma è passato quasi un anno dall'intervento.Come farmaci ho provato di tutto dalle diosmectal,fermenti lattici varie marche,le punture di sandostatina,imodium (che però mi ha sospeso per i blocchi) gasnorm plus per l'aria ecc.Ora sto prendendo da due giorni 3 bustine di questran al giorno,2 bustine di fermenti lattici vsl3 e 15 gocce di mylicon per il meteorismo,ma da quello che ho notato le scariche invece di diminuire stanno aumentando.C'è qualche farmaco che potrebbe aiutarmi?Grazie ancora

[#11]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente.
Non facciamo prescrizioni a distanza.
Se la terapia prescritta non darà il risultato desiderato riconsulti lo specialista che l'ha in cura.
A distanza non possiamo esserle ulteriormente di aiuto.
Auguri di buone feste.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com