Utente 294XXX
Salve, sono una ragazza di 24 anni..ho sempre pensato di soffrire di colon irritabile a causa di periodi alterni tra stipsi e non.
Al pronto soccorso a Novembre (sono andata per dolore al fianco destro) mi hanno fatto un ecografia addome completo, mi hanno toccato la zona con le mani, mi hanno fatto analisi del sangue.. insomma, era tutto ok. Mi hanno detto che PROBABILMENTE avevo il colon irritato.
Ps sono molto ansiosa ed è un periodo stressante.
Da dicembre ad ora ho passato un periodo tranquillo e sono stata bene di stomaco.
Adesso, da 3 giorni ho sempre nausea costante (ma l appetito non mi manca), ho un mal di pancia come quando si ha diarrea, ho stimolo di dover andare sempre in bagno. Oggi, per esempio, sono andata in bagno 3 volte: la prima volta normalmente, la seconda volta vi erano feci dure e qualcuna più molle, la terza volta invece avevo un forte stimolo di andare in bagno ma ho un po sofferto perché in Quell esatto momento sentivo di soffrire di stitichezza.
Io non capisco.. secondo lei questi fattori sono dovuti al colon irritabile? Cioè i sintomi che le ho detto sono legati al colon irritabile?
Inoltre sto particolarmente soffrendo di mal di testa ( anche se ci soffro spesso da sempre) e ogni volta che sento lo stimolo di andare in bagno mi vengono dei brividi di freddo.. insomma, il mio stomaco sento che non è messo bene.
Ho pensato anche che possa essere un virus intestinale.. Ovviamente andrò dal mio medico per una diagnosi, però volevo qualche parere da lei semplicemente dai sintomi detti. La nausea c'entra con il colon irritabile?

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, ritengo che i suoi sintomi possano essere fortemente correlati ad un colon irritabile, comunque se i consigli o la terapia propostale dal suo curante non dovesse soddisfarla, sicuramente un buon gastroenterologo è lo specialista che fa per lei in questo momento.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente 294XXX

Gentile dottore, la ringrazio per la sua risposta. Avrei solo un altra cosa da chiederle.
Potrebbe spiegarmi come fare a capire, attraverso dei sintomi, quando si tratta di Colon irritabile/colite e di appendice infiammata? Cioè come si fa a distinguerli?
Tralasciando il mio essere ansiosa, percepisco dolori all addome, fianco destro, sinistro..problema ad evacuare feci ma con stimolo di dover evacuare, a volte nausea nausea. La cosa che mi spaventa è una probabile appendice infiammata, il dolore al fianco destro non è un bruciore, diciamo un semplice dolore come della pressione..il dolore al fianco dx non è costante, ma quando c'è mi preoccupa. Ho fatto il "test della gamba" portando il ginocchio fino al petto ma non ho alcuna difficoltà a farlo, non mi porta dolore al fianco.
Insomma, quello che vorrei capire è:
Una colta o colon irritabile potrebbe presentarsi anche sotroforma di dolore al fianco destro, altezza appendice?
Ripeto che il dolore si sposta a sinistra, poi al centro e spesso scompare del tutto

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
L'appendicite è diagnosticata solo dal medico oltre che in base alla clinica,diversa dalla sua, dagli esami ematochimici e strumentali. Per il suo stato ansioso entrare nello specifico non è utile nè raccomandabile.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente 294XXX

Buongiorno dottore..Ho dimenticato a dirle che quando a Novembre sono andata al pronto soccorso a causa di dolori al fianco destro, mi hanno dato come "cura" spasmex o toradol. Mi perdoni, non sono esperta in materia, ma spasmex e toradol non sono semplicemente antidolorifici? Cioè, voglio dire che a me non sembra una cura.
Un altra cosa, mi fido di ciò che mi hanno diagnosticato, ovvero coliche, ma è possibile che le coliche o colon irritabile si presenti anche sotroforma di dolore all altezza dell'appendice?

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Le ho già detto che la sua sintomatologia è compatibile con un colon irritabile, non mi faccia ripetere. , la terapia è sintomatica, ma deve agire anche sul suo stato ansioso.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#6] dopo  
Utente 294XXX

Gentile dottore, torno a scriverle per aver una sua informazione. Innanzitutto tutto sono andata dal mio medico che mi ha detto che per il colon irritabile purtroppo devo conviverci, mi ha consigliato una dieta alimentare ricca di fibre e di liquidi e mi ha consigliato di fare movimento.
In effetti mi accorgo che quando mangio più leggera e bevo molto, il dolore si attenua..però purtroppo è presente, almeno 2 volte in una giornata. Dolore addominale, fianco sinistro, fianco destro, ecc..
Ho sentito parlare di "Kijimea colon irritabile", pensavo di acquistarlo, magari mi aiuta. Chiederò di certo al mio medico Lunedì prima di assumerlo, ma lei a suoi pazienti lo consiglierebbe?

Ps. Il medico ha escluso l'appendicite in quanto il dolore non è continuo in quanto l'appendice infiammata porta un dolore sordo e costante e molto più forte. Sono molto più rilassata, però questo fastidio addominale e questo alternarsi fra stipsi e non mi sta creando parecchio disagio

[#7]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Tutto quello che deciderà di assumere lo faccia sempre sotto il controllo del suo medico. Per il resto se riuscirà a stare più serena anche la sintomatologia diminuirà.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#8] dopo  
Utente 294XXX

Gentile dottore, torno a scriverle perché i sintomi sono aumentati. Oltre al solito fastidio addominale (che adesso si è leggermente attenuato rispetto a pochi giorni), sto avvertendo degli strani formicolii interni su tutto l'addome sia superiore che inferiore e pure nel fianco dx, non so come spiegarlo.. non mi si addormenta l'addome, semplicemente sento una formicolio interno, a volte tipo vibrare, o come se si stesse muovendo qualcosa all'interno. Non è un dolore ma questo formicolio è fastidioso. Ah, non vado di corpo dall'altro ieri e comunque ogni volta che mi ascoigo trovo qualche chicco di sangue nelle feci.
Domani vado dal medico anche se,sinceramente, so già che mi dirà "è tutto normale". A me non sembra molto normale.
Lei sa dirmi se questo sintomo appena spiegato è legato ANCHE ad un colon irritabile? Non le chiedo una diagnosi, solo sapere se può essere correlato alla colite.
Ho pensato di tutto: a malattie gravi, gravidanza ecc..
Ho avuto il ciclo mestruale proprio oggi, quindi la gravidanza l'ho esclusa.
Quali esami mi consiglia di fare?

[#9]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Deve oltre a farsi seguire dal gastroenterologo, considerare col il suo curante di curare anche il suo stato ansioso, perché lo stesso peggiora la sua sintomatologia.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#10] dopo  
Utente 294XXX

In realtà al momento mi segue solo il mio medico di base, forse sarà meglio farmi seguire da un gastroenterologo. Ultimamente sono stata molto tranquilla, tanto che i dolori si sono attenuati. Mi sono tranquillamente distesa a letto ieri sera, felice anche per delle belle norizie ricevute, e all'improvviso ho sentito questo fastidio all interno della pancia, come qualcosa che si muove. Mi capita solo quando sono distesa.. la mia ansia cresce a seguito di avvenimenti del genere, non prima.. sarà l'aria nella pancia?
Per il sangue nelle feci è il caso di approfondire?

[#11]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Sarà il gastroenterologo a decidere, ma lei ripeto deve anche lavorare molto sulla sua condizione psicologica.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#12] dopo  
Utente 294XXX

Gentile dottore volevo informarla che ultimamente i dolori della colite sono molto più attenuati, finalmente. Purtroppo continuo ad avere ancora pancia gonfia e qualche giorno di stitichezza. La dottoressa mi ha fatto fare delle analisi del sangue, sia emocromo, sia ferro e sia altro che non ricordo. Ha notato che tutti i valori che potevano essere legati ad una colite erano nella norma.
I valori che non sono normali sono l'emoglobina bassa, ferro e Ferritina basse..dovuto all'anemia che mi causa il ciclo mestruale (ci soffro da una vita). Due valori dell emocromo mi hanno però allarmata:
Linfociti 57.8 % (19.0-48.0)
e
Neutrofili # 1.52 (1.90-8.00)
.......
Può essere ci sia un infezione in corso?
In realtà oggi il dolore al fianco destro è stato un po diverso, non in fossa iliaca ma più verso l esterno, quasi girando verso il rene ma comunque all altezza dell ombelico..il dolore è presente più che altro quando provo ad alzare il ginocchio destro. Vorrei sapere una cosa.. una colica renale potrebbe portare un tale quadro simile e quindi quei tipo di risultati di analisi? Solo capire se possa c'entrare

[#13] dopo  
Utente 294XXX

Volevo anche aggiungere che oggi mentre passeggiavo mi ha colpita un dolore fortissimo dietro il rene che si concentrava piu sulla parte più bassa della schiena e il gluteo...non riuscivo più a camminare dal dolore, ero come bloccata. Inizialmente ho pensato potesse essere il nervo sciatico..ma è possibile associare questo dolore al rene?

[#14]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Da quello che riferisce non mi sembrano dolori renali e i consigli che le ho dato rimangono immutati.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#15] dopo  
Utente 294XXX

Dottore, sto lavorando sul mio stato attuale e mi stavo sentendo meglio..
L'unica cosa che mi lascia dubbiosa sono quei due valori del sangue alterati..non fanno pensare ad una infezione?

[#16]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
No, non c'è sentore di infezione.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza