Utente 455XXX
Salve mio figlio è stato operato di fistola sacrococcigea con EPSIT a fine Marzo. Al momento il dottore dice che è tutto a posto ma io noto che la fessurina è ancora aperta e a volte esce un'essudato giallo. L'ho portato a controllo e mi hanno detto che è tutto a posto e che la fistola deve chiudersi per seconda intenzione. Evidenzio che la ferita sembrava chisa ma 15 gg fa ha sanguinato e sono usciti dei piccoli frammenti bianchidalla fessura simili ai puntini biachi che a volta si staccano dalle tonsille. La domanda è questa: tutto ciò è normale? o l'intervento va ripetuto perchè la fistola è ancora aperta? Dopo quanto tempo si chiude una fispola per seconda intenzione dopo un intervento in endoscopia? Vi ringrazio, e spero in una risposta veloce perchè so che il problema delle fistole è la recidiva...
Saluti, GL

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Ovviamente senza una visita diretta non è possibile stabilire se il processo di guarigione sia stato complicato. Sarebbe inoltre importante sapere con quale tecnica è stato eseguito l'intervento ovvero se dopo l'asportazione del sinus pilonidale la ferita è stata suturata oppure lasciata guarire per "seconda intenzione".
Dr. Roberto Rossi

[#2]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza non è possibile contraddire chi ha eseguito la visita.
Quando nei miei pazienti, dove ho eseguito una Epsit(Endoscopic pilonidal sinus treatment), si verifica a tre mesi dal trattamento quello che lei riferisce, penso ad una recidiva.
Recidiva che di solito si riesce a risolvere con trattamenti ambulatoriali.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com