Utente 347XXX
Buongiorno,
Qualche settimana fa ho avuto un ascesso perianale. Inizialmente credevo fosse un'emorroide esterna ma mi sono rivolta al proctologo che si è accorto che dal rigonfiamento della pelle usciva del pus.
Mi ha detto che era strano che non avessi avuto febbre e che probabilmente era stato preso in tempo. Ho preso per una settimana Augmentin per 2 volte al gg e l'accesso si è totalmente gonfiato. Alla visita di controllo mi hanno detto che era tutto ok ma per sicurezza mi hanno prescritto una ecoendoscopia rettale per verificare l'eventuale presenza di fistole. All'ospedale però mi hanno detto che l'esame è molto invasivo e vogliono farmelo solo dopo un colloquio e che sarebbe da rimandare dopo l'estate dato che ad agosto non lo fanno.
Io però sono preoccupata perché a volte trovo Delle perdite gialline sulla biancheria, accompagnate da leggero prurito (le avevo anche prima dell'ascesso). Ero convinta fosse soiling con un po' di muco ma ora ho paura che sia una fistola. Ho già subito un intervento di milligan Morgan 5 anni fa ed ho paura di essere operata di nuovo. Posso stare tranquilla o è molto probabile che sia una fistola?

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
E' possibile sia una fistola. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 347XXX

Quindi se fosse una fistola è necessario intervenire? È un problema se l'ecoendo viene effettuata a quasi 2 mesi di distanza dall'ascesso?
Quanto è problematico l'intervento?

La ringrazio

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
In genere si
No non e' urgente
Dipende dal tipo di fistola
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it