Utente
Buongiorno,
volevo sottoporvi un problema che mi preoccupa un pò.
Ho una bambina di 5 anni che dopo aver eradicato gli ossiuri effettuando una cura con vermox 2 pastiglie in 15 giorni ha continuato a lamentare prurito anale per i successivi 5/6 giorni.
cinque giorni dopo aver assunto la seconda pastiglia gli è uscito un ascesso perianale di circa 2 / 2.5 cm.
Appare come una pallina rossa e dura situata appena a sin dell'orifizio anale.

In pronto soccorso dopo la visita ci hanno detto di somministrare per 8/10 giorni e tre volte al giorno amoxicillina e ci hanno rimandato ad una visita fra qualche giorno per controllare la situazione e se l'infezione regredisce.
Non hanno però inciso l'ascesso, cosa che so per familiarità ( 2 cugini hanno sofferto di ascessi e fistole)essere necessaria.

Volevo un vostro cortese parere in merito alla mancata incisione e non essendo a casa, volevo sapere se l'ascesso si rompe da solo espellendo il pus io cosa devo fare oltre che lavare accuratamente la parte?
Devo necessariamente rivolgermi ad una struttura per medicazioni post drenaggio anche se spontaneo?

Secondo il vostro parere un ascesso può passare con la sola cura antibiotica?

Una cosa che mi preoccupa è che a soli 5 anni possa già soffrire di fistole.
L'ascesso provoca o nasconde necessariamente una fistola?


Grazie anticipatamente per la cortese attenzione che vorrete darmi

[#1]  
Dr. Francesco Ferrara

28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Prenota una visita specialistica
Buonasera,

innanzitutto bisogna appurare che si tratti effettivamente di un ascesso perianale, quindi per definizione alimentato da una fistola perianale sottostante. Se è così ed è di lieve entità, la sola cura antibiotica potrebbe bastare a farlo regredire e probabilmente i colleghi che hanno visitato sua figlia hanno preferito questa strada in prima battuta per evitare alla piccola una sofferenza in più, quale può essere l'incisione chirurgica. Se la terapia antibiotica sarà sufficiente, l'infiammazione dell'ascesso regredirà, altrimenti se peggiora o si drena spontaneamente, niente panico, basta lavare accuratamente la zona con acqua e sapone neutro o amuchina med. Appena possibile bisognerà in ogni caso eseguire una visita specialistica, che andrà comunque fatta appena finita la cura antibiotica, per indagare meglio la natura e la causa dell'ascesso stesso.

Cordialmente,
Dr. Francesco Ferrara - Chirurgo Generale - Colonproctologo
Ospedale San Carlo Borromeo - Milano
http://drfrancescoferrara.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore per la celere e cortese risposta!
Se ho capito bene la fistola c'è sicuramente se si tratta di ascesso.
Anche la fistola può guarire se l'antibiotico fa effetto?
Oppure per quella dovremo eseguire un intervento nel tempo?
Mi preoccupa un pò proprio questo aspetto.

[#3]  
Dr. Francesco Ferrara

28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Se effettivamente c'è una fistola, questa in genere non guarisce con la sola terapia medica, ma necessita di un trattamento chirurgico o ambulatoriale.
Dr. Francesco Ferrara - Chirurgo Generale - Colonproctologo
Ospedale San Carlo Borromeo - Milano
http://drfrancescoferrara.it

[#4] dopo  
Utente
Mi sembra di capire che dovremo approfondire questo ultimo punto.
Capire se è presente una fistola o meno.

dottore mi scuso ma volevo un ultimo consiglio.
Il curante mio curante ( la pediatra adesso non è raggiungibile) mi ha detto che la bimba potrebbe assumere bromellina per velocizzare l'azione antinfiammatoria.
I bambini di 5 anni possono assumere questa sostanza?
So che sono pillole naturali ma vorrei capire se su una bimba posso usarli e con che dosaggio.

Grazie mille.

[#5]  
Dr. Francesco Ferrara

28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Dovrebbe chiedere ad un pediatra, onestamente non ho esperienza nella somministrazione di questa sostanza ai bambini!
Dr. Francesco Ferrara - Chirurgo Generale - Colonproctologo
Ospedale San Carlo Borromeo - Milano
http://drfrancescoferrara.it