Utente 442XXX
gentili dottori di medicitalia, chiedo qui un consulto dal momento che accuso un problema abbastanza imbarazzante, motivo per il quale non riesco a convincermi ad andare dal mio medico di base: sono una ragazza di 24 anni, da un po' di tempo ormai accuso un forte prurito nella zona anale, in alcuni momenti tale prurito è irresistibile e la cosa mi spinge a grattarmi spesso, ho notato che quando mi gratto mi rimane nelle unghie (scusate la modalità diretta con cui mi esprimo ma non trovo altre parole per esprimere in modo specifico il mio problema) una sostanza biancastra, di odore veramente sgradevole. Tutto ciò anche poco tempo dopo la normale detersione quotidiana. Ho letto qua e là su internet che potrebbe trattarsi di ossiuri, può essere? Non riesco a capire cosa potrebbe essere ma sono abbastanza esausta di questa cosa perché è molto fastidiosa. Seguo una dieta sana e faccio sport regolarmente. Ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Le cause del prurito anale sono molteplici, in più occasioni abbiamo avuto modo di rispondere che per tale problema è assolutamente necessaria una visita proctologica diretta.
La sostanza biancastra potrebbe essere semplicemente del sebo.
Solo con una visita si potrà chiarire,il collega che la visiterà se riterrà opportuno le indicherà eventuali esami da eseguire.
Cordiali saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com