Utente 459XXX
Gentilissimi Dottori,
Sono un ragazzo di 32 anni, in passato ho sofferto di emorroidi ma normalmente nel giro di una settimana scomparivano e non mi davan più problemi...
Da un anno a oggi gli episodi son diventati più frequenti ed in aggiunta ora ho anche perdita di sangue, allorché ad Agosto di quest'anno ho deciso di fare una visita
Mi sono state diagnosticate emorroidi di 2° grado congeste
Mi é stata prescritta una cura a base di Prisma in fiale per 10gg e poi 1 mese di Daflon 500
Infine mi son stati prescritti degli integratori alimentari e una spuma disinfettante per lavarmi
Beh...a distanza di un mese ho fatto un controllo e sembrava che andasse meglio.
Il dottore che mi ha visitato ha riconfermato la diagnosi e ha detto di continuare con gli integratori.
Senza farla lunga va da settembre che ogni volta che vado al bagno perdo sangue e per arrestare la perdita sono costretto a farle rientrare usando un po' di pomata Preparazione H.
Inoltre non posso stare molto tempo in piedi altrimenti escono e mi fanno male...
Stanamente il dolore non é molto forte, ma le perdite di sangue non accennano a diminuire.
Sono davvero demoralizzato e questo mi impedisce anche di andare a lavoro.
Vado da corpo regolarmente e senza problemi...
Ora martedi 14 ho una visita proctologica, solo che son molto agitato perché ho paura che il Dottore mi dirá la stessa tarantella "scompariranno prendi gli integratori" ormai son mesi...
Inoltre ho anche la tremenda paura che possa essere qualcosa di molto più grave e non vivo più tranquillamente.
Ora Vi chiedo gentilmente....é possibile che le emorroidi sanguinano per così tanto tempo?
Possibile mai che il Dottore che mi ha già visitato ad Agosto abbia scambiato le emorroidi per altro?

Inoltre una volta rientrate internamente si sentono amalapena, ma quando fuoriescono son molto gonfie...

Grazie in anticipo e Distinti Saluti

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente la sindrome emorroidaria può dare questi sintomi, quindi non si preoccupi, ma vada a visita per fare qualcosa di più da un punto di vista terapeutico. Se dovesse protrarsi la sintomatologia, nonostante la terapia o esserle proposto comunque un intervento, sarà opportuno fare anche una colonscopia di conferma.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente 459XXX

Capisco...la rigrazio Dott. Sforza,
A dirle il vero durante la visita di controllo chiesi al Dottore "che ne dice faccio una colonscopia?"
La sua risposta fu...perché mai? Se conosciamo il problema perché devi fare una colonscopia?

A tutt'oggi mi ritrovo però come mesi fa e pieno di paure

Comunque grazie ancora

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Il primo approccio è giusto, ma se il sanguinamento persiste costantemente nonostante la terapia e prima di un intervento più invasivo è raccomandabile farla.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza