Utente 458XXX
Salve a tutti gli Egregi Dottori ,

Dopo aver più volte scritto qui mi ritrovo ancora a scrivere per chiedere un altro parere professionale ed esauriente perché ne ho davvero bisogno .
Ho 20 anni godo di buona salute ma ho un chiodo nella testa che non si stacca .... quando sono fuori ho paura che mi possa venire in qualunque momento una scarica di acqua potente da non riuscire a raggiungere un wc .
Dopo aver richiesto più volte il consiglio del mio curante ho fatto le seguenti analisi che vi dirò per far comprendere meglio il mio quadro clinico e per chiederVI se ci possono essere anche altre cose .... allora io ho fatto :
Analisi sangue per controllo di routine con neanche un asterisco .... tutto nella norma

Analisi delle feci
Consistenza : Poltacea
Colorito : marrone
Muco : inesistente

Analisi delle urine : perfette

Successivamente visto che in alcuni periodi si ripresentava il problema ho richiesto altre analisi che ho fatto questa settimana che però la risposta la avrò dopo le feste
Analisi dell’Helicobacter pylori
Analisi per la celiachia
Test allergologici per alimenti

Chiedo un parere perché non so se a 20 anni è normale defecare del muco (poche volte per fortuna ) però quando capitano mi butto giù di morale oppure può capitare che dopo pranzo abbia una scarica diarroica poi però al mattino sono sempre normali le feci . Ora chiedo le analisi che ho fatto ho fatto bene a farle ?
Posso avere un tumore ?
È veramente l’ansia visto che sono molto ansioso e a volte molto teso a provocare il muco nelle feci ?
L’intestino si può irritare con l’ansia?


Davvero ringrazio in anticipo per le risposte che riceverò e spero che chiunque risponderà lo farà in modo esaustivo . Grazie mille davvero

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Se gli esami prescritti non evidenzieranno intolleranze alimentari, i suoi disturbi potrebbero essere ascrivibili ad una Sindrome dell'intestino irritabile.
Si affidi a chi l'ha in cura, noi a distanza non possiamo esserle di aiuto.
Se lo desidera ci tenga informati.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 458XXX

Grazie dott . D’Oriano

Sinceramente , lei la farebbe una colonscopia a 20 anni ? Chiedo così perché io non credo assolutamente che l’ansia interiore provochi diarrea .....

[#3] dopo  
Utente 458XXX

Chiedo così perché non mi sembra normale che uno a 20 anni defechi muco acido .... quindi chiedevo se una colonscopia fosse utile .

[#4]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Lasci allo specialista colonproctologo la decisione di ricorrere ad altri esami; una colonscopia potrebbe essere utile solo se, dopo una proctoscopia, nasce il sospetto che la sua sintomatologia possa essere legata ad una infiammazione cronica intestinale.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#5] dopo  
Utente 458XXX

Buonasera

Ci tengo a tenere informato sulla mia situazione . Stamattina sono andato a prelevare le analisi e niente anche quest’ultime perfette celiachia perfetta e intolleranza nessuna .... mi hanno fatto le analisi su :
Uova
Latte
Formaggi fermentati e dolci
Crostacei ( gamberi ecc...)
Merluzzo
Pollame
Bue
Manzo
Pomodoro
Pesca
Noci
Glutine
Farina

Ed esame heliconacter: NEGATIVO
a sto punto non so cosa fare , perché gli episodi di diarrea continuano ad esserci .
Grazie

[#6]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Buonasera.
Quello che deve fare è rivolgersi ad un colonproctologo; come le avevo in precedenza scritto non è da escludere che la sua sintomatologia possa essere ascrivibile ad una Sindrome dell'intestino irritabile.
Chi la visiterà potrà confermarlo o indicarle altri esami per escludere altre cause di diarrea cronica(malattie infiammatorie intestinali).
Se lo desidera ci tenga informati, ma non prima della visita colonproctologica.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com