Utente 479XXX
Salve, vorrei proporre 2 domande.
Da qualche anno soffro di rcu con localizzazione distale con estensione fino al sigma.
La domande sono queste:
- i clismi agiscono con maggiore profondità rispetto alle supposte;
- è possibile sviluppare steroido-dipendenza da un cortisone che non agisce a livello sistemico ma che si scioglie solo nell’area intestinale (nel caso di specie clipper).
Grazie per la cortese risposta.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Rispondo con un SI è un NO.



Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 479XXX

La ringrazio nuovamente per la solerte risposta. Ne approfitto, e poi concludo, per chiedere un’ultima informazione.
Secondo un primo gastroenterologo la scelta del tipo di compresse a base di Mesalazina per il trattamento della rcu è indifferente. Tutte le compresse hanno lo scopo di rilasciare il principio attivo nel colon e cambia solo il rilascio, prolungato piuttosto che modificato.
Secondo altro collega, invece, non è vero. Alcune tipologie di compresse, quali per esempio Asacol, sono rivelate essere più utili nella fase distale della malattia poiché a scioglimento più ritardato. Prova ne è che se ne trova traccia nelle feci durante l’evacuazione.
Essendo affetto da una forma distale di rcu l’adesione ad una piuttosto che all’altra teoria sarebbe determinante.
Grazie ancora.