Utente
Buongiorno, sono una ragazza di napoli, 30 anni compiuti da poco, dopo un lungo periodo diarroico ( circa 7 mesi) e di forte stress emotivo, sono stata operata d'urgenza 40 giorni fa per un ascesso perianale, avevo dolore insopportabile da non riuscire nemmeno a fare pipì e febbre molto alta. Ovviamente ho eseguito regolarmente gli zaffaggi, tutta la clinica udiva le mie grida..poi sembrava andare meglio ma da una settimana ho un altro ascesso (ore 7) mentre la parte operata ( ore 3) hanno detto che si è fistolizzata, la ferita è ancora aperta senza più zaffo. La diagnosi è ascesso e fistola a ferro di cavallo, mi hanno detto che dovrò applicare il setone e che con molta probabilità ci vorranno più interventi perché la situazione è complessa e che soffrirò parecchio per parecchio tempo, sono già 2 mesi quasi che non ho vita sociale.. La mia domanda è: è possibile per la fistola a ferro di cavallo utilizzare la tecnica Vaaft? Se si, và eseguito un solo intervento?
Grazie anticipatamente!

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Le posso confermare che la VAAFT è indicata nel trattamento delle fistole complesse, una fistola a ferro di cavallo è una fistola complessa.
I setoni possono avere funzioni "taglienti" o "drenanti", un setone drenante serve a favorire lo svuotamento dell'ascesso ed assicurare un drenaggio fino alla successiva trasformazione della cavità ascessuale in fistola.
La VAAFT tratta la fistola, quindi se il suo è ancora un ascesso bisognerà attendere che questo si trasformi in quella struttura tubuliforme che chiamiamo fistola.
Indispensabile una visita diretta per una valutazione e programmazione.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com