Utente 444XXX
Buongiorno. Sono un maschio di 29 anni. Vivo una situazione disperata. Vado di corpo ogni giorno, ma non riesco mai a svuotarmi completamente. Il problema è che quanto non viene espulso al momento della defecazione, esce poi in un secondo momento imbrattandomi gli slip. Mi è davvero evidente come non avvenga un completo svuotamento, ma per quanto possa spingere, non riesco ad espellere altre feci al di fuori di una parziale iniziale uscita. A distanza di minuti o anche di ore inizio ad avvertire una sgradevole sensazione di umido e se provo a pulirmi trovo la carta igienica sporca. Ho eseguito una defecografia ed una manometria. La prima evidenzia un mancato rilassamento del pubo rettale, mentre la manometria il "mancato rilassamento (0%) al riflesso retto anale inibitore", oltre che "aumento patologico delle capacità rettali alla first sensation (120 ml) e alla urgency (140 ml)". L'esame elettromiografico ha evidenziato una neuropatia bilaterale del pudendo da stiramento. L'ultimo esame effettuato è stata la defeco RM che ha escluso ogni tipo di problematica organica, ma che ha riscontrato una defecazione incompleta. Di fatto per quanto provassi a spingere sono riuscito ad espellere solo una minima parte del gel utilizzato per l'esame. Quello che avverto durante la defecazione è l'improvviso restringimento dell'ano. Non riesco nemmeno a pulirmi perché la pelle dell'ano è come se rientrasse e si chiudesse in se stessa. Poi però, col passare del tempo inevitabilmente si rilassa e mi sporco. Alcuni mesi fa mi vennero applicate delle correnti interferenziali con elettrodi esterni, che a detta dei fisioterapisti avrebbero dovuto portare sollievo, ma da allora quelli che prima erano sintomi sporadici, sono diventati quotidianità ed è pure apparso un dolore al coccige che prima non avvertivo minimamente. Inoltre da allora ho l'ano e la zona inguinale (ma soprattutto l'ano) sempre fradici di sudore. Vivo quindi con l'ano sempre bagnato e spesso pure sporco. È una situazione invivibile. Mi hanno messo in lista d'attesa per la neuromodulazione sacrale, ma ci vorranno mesi. Sono disperato. Così non si può vivere. Vorrei essere stirico a tal punto da non andare in bagno per settimane, ma purtroppo ci vado con regolarità ogni giorno. Cosa si può fare in questi casi? Ci sarà pur una soluzione.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Lei è già inserito in un programma terapeutico, a distanza possiamo solo confermare che la neuromodulazione rappresenta una valida strada da percorrere quando la FK ed il Biofeedback hanno fallito.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com