Utente 521XXX
Buonasera. Sono un ragazzo di 26 anni normopeso che pratica attività fisica circa 4/5 volte a settimana. Da circa un mese accuso strane perdite di quello che penso sia materiale fecale (dubito sia muco data la consistenza e il colore); il tutto in concomitanza con la sensazione di dover emettere aria. Ora, ho sempre sofferto di leggera stipsi che man mano ho risolto inserendo nella dieta cospicue quantità di frutta e verdura. Negli ultimi due mesi per esigenze di tempo ho dovuto mangiare cibi con esigenze di preparazione meno complesse (quindi anche con meno fibre). Ci tengo a precisare che le "perdite" non sono involontarie ma in concomitanza con il mio dover fare aria (che grazie alla dieta, fortunatamente é in quantità ridotta). Inoltre soffro di perdite di sangue (chiaro) dovuto probabilmente allo "sforzo" eccessivo derivato da defecazioni più ostiche (che ora avvengono molto meno grazie ai cambi nell'alimentazione). Non accuso mai dolori durante o dopo la defecazione, vorrei solo comprendere il perché di questa piccola quantità di feci. Grazie mille per l'attenzione dedicatami.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La sua sintomatologia non ha delle caratteristiche precise.
Una visita colonproctologica con proctoscopia è indicata nel suo caso.
Con questa sicuramente chiarirà.
Se lo desidera ci tenga informati del risultato della visita.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 521XXX

La ringrazio, oggi il mio medico di base ha tastato la zona addominale non riscontrando particolarità se non un lieve rigonfiamento sul lato destro che a detta sua, consisteva in aria e liquidi. Ha poi proseguito la visita controllando la zona anale non riscontrando ragadi o altro nella zona più esterna. Mi ha comunque consigliato un esame delle feci e mi rivolgerò presto ad un medico proctologo per ulteriori accertamenti. Ancora grazie per il tempo dedicatomi.

[#3] dopo  
Utente 521XXX

Buongiorno! A distanza di mesi torno a scrivere in merito agli esami effettuati nel periodo di febbraio.

Ad oggi ho effettuato esclusivamente una Rettosigmoidoscopia con biopsia.

Il referto endoscopico afferma :
Esame eseguito senza preparazione e condotto fino al sigma. La mucosa del retto per circa 15cm è interessata da intensa flogosi erosiva, con induito muco fibrinoso e scomparsa del disegno vascolare : biopsie.

Diagnosi finale :
Proctite da definire con l'istologia (Mayo score 3)

L'esame istologico afferma :
Frammenti di mucosa del grosso intestino con intenso infiltrato flogistico linfoplasmacellulare e granulocitario eosinofilo e neutrofilo, con aspetti di plasmocitosi basale, con ascessi criptici e con atrofia e distorsione ghiandolare.

Il primo GE consultato ha affermato trattasi di RCU. Il secondo GE che da mesi mi sta seguendo non è d'accordo e ha affermato che dovrò ovviamente rifare vari esami prima di balzare a conclusioni di questa portata.

Spero di aver inserito tutti i dati utili per poter avere un quadro abbastanza chiaro della mia situazione. Da febbraio uso la mesalazina. Inizialmente mesavancol 3cps e pentacol (schiuma) prima di dormire. Da marzo in poi ho ridotto a 2cps di mesavancol e interrotto il pentacol. Ho anche effettuato analisi del sangue ad aprile dove non é risultato alcun valore fuori dalla norma.

Subito dopo aver iniziato ad utilizzare la mesalazina i sintomi sono spariti completamente (nell'arco di 24 ore circa). Ad oggi ho saltuariamente (solo con la prima e unica evacuazione mattutina) episodi di quello che sembra essere il "muco" di cui parlavo a gennaio (ripeto, in concomitanza dell'evacuazione e mai in momenti extra della giornata).

Cosa si può pensare di questa situazione un po' confusa?

Grazie mille per l'attenzione dedicatami. Buona giornata!

[#4] dopo  
Utente 521XXX

Nessun gentilissimo Dottore può darmi opinioni?

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Confusa per lei!
La diagnosi è riportata nell'esame istologico.
"Ascessi criptici e atrofia e distorsione ghiandolare" fanno pensare ad una RCU.
A distanza non posso dirle altro.
Chiarirà con i futuri controlli.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente 521XXX

Grazie mille per l'esauriente risposta! Ora si che è tutto più chiaro!!