Utente 490XXX
Salve, sono una ragazza di ventun’anni e esattamente sei giorni fa ho subito un intervento chirurgico della cisti pilonidale sacro coccigea.
La ferita è stata lasciata aperta e la medicazione prevista è lavaggio due volte al giorno con getto d’acqua più applicazione di betadine, inoltre assunzione di antibiotico per cinque giorni.
Tre giorni dopo l’interventoa la ferita drenava emo-siero, come previsto dal chirurgo, fino ad oggi, dove ho perdite in quantità inferiore se non nulla, così come anche il dolore è diminuito.
Ieri, durante la medicazione, mi sono accorta di un leggero rigonfiamento vicino la ferita, ho contattato il chirurgo chiedendogli un responso e mi ha detto che forse sarà un accumulo di siero, di creare una leggera pressione alfine di farlo fuoriuscire dalla ferita.
La mia preoccupazione è che questo gonfiore sia sintomo di infezione, vorrei sapere se è possibile sia così e cosa è opportuno fare.
Ringrazio anticipatamente la cordialità di ogni risposta.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se la ferita è aperta direi di non pensare ad infezioni vista la frequenza anche delle medicazioni, comunque appena può si faccia vedere in ambulatorio per avere anche il conforto dello specialista.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza