Utente
Buongiorno,

Stamane ho effettuato una visita proctologica e mi è stata diagnostica una ragade anale, ore 6.
Premetto che ho 50 anni non stipsi e faccio attività sportiva regolare.
Nel 1997 sono stato operato per rimuovere una cisti coccigea, con successo e senza recidive.
Alla prima vista il mio medico di base aveva diagnosticato emorroidi interne stato I ma poiché dopo diversi giorni malgrado il DAFLON e le crema di Proctolyn non vedevo alcun miglioramento ho pensato di sentire il pare rdi un proctologo.
Peraltro il dolore ha una cadenza legata all'evacuazione ovvero compare in questa fase e persegue per 5-6 ore successive, analogamente per ogni evacuazione giornaliera.

Sto seguendo una dieta fatta di frutta verdure e molta acqua che bevo da sempre circa 2 litri giorno.
Il proctologi mi ha detto che per la rimarginazione occorrono 30/40 gg e mi ha prescritto una crema di Celevis Gel 2 volte al di per 30 gg.
Più antidolorifici al bisogno.
Mi ha parlato di ipertono dello sfintere che causato da stress e tensioni, e mi ha inviato a fare esercizi di rilassamento muscolare. alleggerendo la muscolatura, per facilitare la guarigione.
Come faccio a rilassare la muscolatura, vorrei riuscirci per risolvere questo annoso problema. Di quali esercizi ho bisogno?
Quanto tempo occorre per vedere i primi miglioramenti con un quadro simile?
C'è altro che posso fare ? per aiutare il processo di guarigione.

Ringrazio sin d'ora per la disponibilità e le cortesi risposte.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dipende molto dalle caratteristiche della ragade e dall'intensità dall'ipertono.
Si usano i dilatatori per ottenere un momentaneo rilassamento degli sfinteri, manovre manuali hanno bisogno di istruzioni precise.
I semicupi caldi potrebbero aiutarla.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Gent.le dottore
La ringrazio.
Devo dire che ho iniziato ad inserire il gel prescritto ed ho avuto aualche beneficio soprattutto nelle ore immediatamente l'evacuazio ovvero quelle piu critiche.
Ho notato perlatro che da tre giorni non he presente piu sangue subito dopo l'evacuazione, é un segnale di lenta cicatrizzazione?

Quali sono le manovre utili per l'ipertono dello sfintere?

Grazie ancora e saluti

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Oltre al dilatatore le manovre di stretching degli sfinteri con il dito.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
la ringrazio vivamente
buona giornata

[#5] dopo  
Utente
Gent.le dottore,

innanzitutto grazie per la precedente risposta.
Sto effettuando la cura che mi è stata data alla lettera, dieta, acqua e utilizzo di Celevis Gel dalla scorsa settimana (sabato).
Ad oggi noto che dall'evacuazione mattutina il dolore si attenua non prima di 4 ore circa ovvero alle 12, non ci sono sanguinamenti.
Durante il giorno eseguo bagni tiepidi con acqua e bicarbonato più volte al giorno.
Tuttavia il dolore è ancora forte al mattino e in questi giorni sono in casa quindi riesco a fare i bagni ma la prox settimana dovrò rientrare in ufficio e con questo dolore non riesco a stare seduto, in piedi ne a concentrarmi sul da fare.

Al momento ho cercato di non utilizzare antidolorifici proprio perché ero in casa in attesa di momenti più difficili e per evitare l'abuso.
Tuttavia, Quanto tempo occorre prima che la crema Gel sortisca effetti, il proctologo ha parlato di 4/5 giorni ma la cura complessivamente deve essere proseguita per 30 /40 gg sino al completamento.
Scusi se sono diretto, come posso attenuare il dolore, a parte gli antidolorifici?
Cosa altro aiuta la guarigione?
Ci sono altre creme più efficaci?

Grazie per la sua disponibilità.

saluti

[#6]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non commentiamo tramite questo mezzo terapie prescritte da altri colleghi.
Esistono diversi prodotti per la terapia medica della ragade, la scelta dipende dalle caratteristiche della ragade.
Queste domande deve farle a chi l'ha in cura.
Riconsulti il suo proctologo.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#7] dopo  
Utente
Gent.le Dott.re

Grazie per le risposte precedenti.
Sono ormai 4 settimane che sto utilizzando Celevis Gel, e devo dire che già da due settimana va decisamente meglio, il dolore, è molto attenuato e sopportabile soprattutto in piedi, ma non sparito.
Il mio proctologo mi ha detto di proseguire per altre due settimane lui ha stimato complessivamente 40 gg per la cura definitiva.
Sto evitando tutti i cibi sconsigliati (che possono provocare infiammazione) e sto consumando molta frutta e verdura e bevendo 2 litri o più di acqua al di.
L'evacuazione avviene regolarmente in genere due volte al giorno sempre la mattina. A seguito delle quali dopo lavaggio utilizzo Celevis Gel, regolarmente.
Spero che a breve il dolore sparisca definitivamente e che possa liberarmi di questo annoso problema, anche se francamente dopo 4 settimane comincio ad avere alcuni dubbi su una definitiva risoluzione.
Effettuo semicupi caldi al mattino presto prima di recarmi al lavoro.

Cosa altro è possibile per rimanere su un "sentiero" che conduca ad una guarigione?
Trascorse le 6 settimane senz aulteiori miglioramenti, (Previo visita) posso ritenere che si tratti di una ragade cronica, chde deve essere trattata in altro modo?

Grazie per l'attenzione
saluti

[#8]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Ipotesi che, dalla sola descrizione della sintomatologia, non è possibile confermare
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com