Utente 437XXX
Gentili medici, sono una ragazza di 24 anni, alta circa 1.60 e di 47 kg. Da un paio d'anni, in concomitanza dell'inizio della mia ansia, ho iniziato a presentare feci sempre molli e non formate (del tipo 5/6 della scala di riferimento). Prima di questo periodo evacuavo normalmente feci formate 2 volte al giorno, sempre ed esclusivamente di mattina, mentre da circa due anni continuo ad andare di corpo (sempre e solo di mattina) due, a volte anche tre, volte evacuando feci sfatte. Oltre questo mi capita, più frequentemente al mattino, di avvertire una sensazione di languore di stomaco accompagnata da rumorosi borgorigmi e, meno spesso, episodi di gonfiore di stomaco che mi portano ad avere crampi nella zona pelvica. Qualche mese fa ho deciso di consultare un gastroenterologo, il quale dopo aver palpato l'addome mi ha rassicurato che fosse tutto nella norma e che sospettava colon irritabile. Sotto sue direttive ho effettuato il breath test al lattosio, risultato positivo (di grado medio) e il test della calprotectina fecale, anch'esso positivo (fino a 50 negativo. Risultato 70 - "basso positivo"). Per quanto riguarda il breath test, mi ha lasciata un po' perplessa il fatto che già prima della somministrazione del lattosio il livello di idrogeno risultasse pari a 26 ppm, ma il medico non mi ha detto nulla al riguardo..
Lo stesso mi ha fatto eliminare i latticini e mi ha prescritto Pluricol integratore per 1 mese (che io ho dovuto sostituire con Lacroforene in quanto ho molta difficoltà ad ingerire compresse di quella dimensione...). A distanza di mesi, peró, nonostante l'eliminazione del lattosio, continuo a presentare questa tipologia di feci e non ho riscontrato significativi miglioramenti.
Riferisco inoltre, nel caso in cui possa essere utile, che presento da parecchi anni una piccola pallina all'estremità dell'ano che non mi causa fastidi o sanguinamenti e che non ho mai fatto controllare...
Preciso anche che la mia alimentazione è caratterizzata da legumi due/tre volte la settimana, verdura cotta, pesce e farinacei.
Posto tutto questo, credete ci siano altre indagini da dover fare? Dovrei consultare un colon-proctologo? Avere costantemente feci di questo tipo può rappresentare un problema? Quella "pallina" potrebbe essere collegata a questi episodi?
Grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
E' del tutto condivisibile la diagnosi posta di IBS ovvero di sindrome dell'intestino irritabile. L'intolleranza a lattosio non esclude la contemporanea presenza dell'IBS. La pallina che avverte potrebbe essere riferibile ad una emorroide. Consigliabile la visita proctologica.
Dr. Roberto Rossi