Utente 460XXX
Salve da circa un anno ho scoperto di soffrire di reflusso gastroesofageo che mi ha procurato anche delle lesioni almeno così è scritto sull’esito della gastroscopia. Ricerca di Helicobacter pylori positiva. Quindi mi sono affidata ad un grastroenterologo. Oltre questo soffro da un po’ di mesi di diarrea o meglio feci molli e episodi di diarrea e la dottoressa mi ha prescritto il test per la celiachia (negativo) e la calprotectina risultato 136 (valore <50 negativo >100 positivo) . Io preoccupata le chiesi cosa fare e lei mi disse di stare tranquilla perché era sicuramente uno stato infiammatorio e mi ha detto che dopo qualche mese avremmo ripetuto le analisi e nel frattempo mi avrebbe fatto fare il test per intolleranza al lattosio. Questo test non L ho fatto perché nel ultimo mese ho avuto spesso mal di gola e ho fatto delle cure antibiotiche quindi la dottoressa mi ha detto che per L affidabilità del test dovevo aspettare un po’. Nel frattempo ho avuto un giorno un episodio di diarrea gialla con residui di cibo quasi interi quindi allarmata ho pensato di chiedere al mio medico di base che mi ha prescritto una colonscopia il prima possibile dicendomi che il valore della calprotectina era allarmante. E che io ero a rischio avendo avuto mia nonna con tumore al colon. Onestamente negli ultimi giorni mi capita anche di avvertire un senso di pesantezza all’ano come se avessi sempre le feci pronte ad uscire anche se non è così. . . . si allevia il peso se vado in bagno o se faccio aria. io sto mangiando spesso riso in bianco carne bianca e questo alcune volte non mi fa andare in bagno. . . se mangio qualcosa di più condito faccio tante arie che hanno odore di gas. . . . e ho notato che alcune volte che ho mangiato latticini sono stata male dopo neanche 10 minuti però alcune volte non mi fa nessun effetto mangiarli. . . Io volevo capire siccome la colonscopia e fra un mese e secondo Google potrei avere un tumore al colon retto e sono una persona ipocondriaca devo preoccuparmi o il dolore può essere dovuto a uno stato infiammatorio dovuto alla diarrea? E poi il valore della calprotectina a 136 è allarmante o meno? Perché i due pareri sono diversi tra loro.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il valore è risibile.
Se poi ha fatto la calprotectina ma tre assumeva la terapia per il reflusso, la colpa dell'aumento e della terapia.
La calprotectina indica infiammazione e non tumore.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 460XXX

Grazie dottore per la sua risposta, alla fine io la colonscopia L ho prenotata perché ovviamente sono andata in paranoia ho iniziato a non uscire più a sentirmi sempre triste ... in più ho questo problema all ano senso di pesantezza e bruciore soprattutto quando mi stendo a letto ... in più ho notato che faccio le feci in poca quantità e con tanta presenza di muco ... in più oggi ho notato che ho come delle palline all esterno dell ano di color carne ...volevo capire se gli stati infiammatori del colon o la diarrea prolungata possono portare stati si bruciore e indolenzimento all ano o se devo preoccuparmi ... purtroppo la prima visita proctologica che ho trovato è a fine agosto ... quindi vorrei capire se posso stare tranquilla o se questo dolore e bruciore è da ricollegare a patologie gravi quali tumori ...

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente patologia emorroidaria
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia