Utente 565XXX
Dopo due mesi di crampi, astenia, emicranie continue e terrore che si fosse ripresentato il citomegalovirus (avuto nel 2001, e nel 2016) ecoaddome, radiografia, esami, visita ginecologica, pap test e test intolleranze con risultato di intolleranza a latte e derivati, ecotiroide agoaspirato con risultato di nodulo benigno, mi recò dal gastroenterologo che sospettano una sindrome da colon Irritabile mi prescrive oltre ad una terapia con gastroprotettore, probiotici, e gelsectan coprocultura (risultata negativa) e calprotectina (risultata a 132) e mi consiglia di fare una colonscopia con biopsie di cui riporto il risultato: frammenti 1 e 2 di mucosa ileale con iperplasia linfatico follicolare, frammenti 8 di mucosa del grosso intestino con focolai erosivi superficiali, regolare quota e morfologia ghiandolare, moderato infiltrato flogistico linfoplasmacellulare e aggregati linfatico nodulari del corion. Ileo colite aspecifica. Esiste una terapia per placare i crampi al fianco dx e sx che regolarmente ho? Oppure il mio destino é quello di convivere per sempre una aspecifica vita pregando che l'ileo colite non evolva in morbo di crohn o rettocolite ulcerosa? Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
L'istologia non è patologica è il suo quadro clinico è da rivalutare.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 565XXX

Da rivalutare in che modo? Mi perdoni ma quello che non riesco a comprendere é se essendo aspecifica, bisogna aspettare che evolva in una delle due infiammazioni (crohn o rettocolite) e solo in quel caso aspirare ad una terapia, oppure sperare che rimanga cosi in una specie di limbo con crampi, nausea ecc...?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Colite aspecifica non significa "patologia" ma solo il normale (e direi fisiologico) stato irritativo della mucosa. E questa colite non è responsabile di sintomatologia e non evolverà in altra patologia. Quindi bisogna concentrarsi su altro.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 565XXX

La ringrazio dottore per la sua risposta in tempi così brevi, e deduco che oltre alle indagini fatte finora, dovrei se ho ben capito fare altri esami specifici che possano dare risposta a questo malessere la cui provenienza non dipende dall"ileo colite? E se si quali?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Spesso si parla di colon irritabile, ma non è così:


https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it