Utente 568XXX
Salve, sono una ragazza di 28 anni, non fumo, nè bevo, sono in cura con propafenone per tpsv da 2 anni. Da quando sono in cura non vado più in bagno regolarmente come prima, ma soffro di stipsi e in seguito a pasti con alimenti quali pizza, latticini, o insalate di pomodori, o arance ho acuti dolori di pancia e diarrea. L'evacuazione è difficile anche in questi casi, infatti dapprima le feci risultano piccole e dure e poi morbide, pastose, e in alcuni casi liquide. Questo si verifica soprattutto se mangio questi cibi dopo 2 giorni dall'ultima volta che sono andata in bagno, ma comunque altre volte li mangio lo stesso senza avere poi mal di pancia e diarrea. Inoltre ho notato che le feci sia dure che molli sono accompagnate da muco giallastro, inodore, che non mi ha mai allarmato più di tanto perchè pensavo dovuto a una reazione alla stipsi causata da un effetto collaterale del propafenone. Tuttavia ieri ho notato dopo una sensazione di dover andare in bagno, senza riuscirci, soltanto muco abbondante misto a sangue nè rosso vivo nè scuro il che mi ha allarmata non poco. Qualche giorno fa avevo avuto un episodio di diarrea a seguito di un pasto abbondante ma senza traccia di sangue, soltanto muco. Un anno fa ho eseguito un eco addome, tutto normale, tranne 2 calcoli asintomatici alla colecisti. Ho prenotato una visita gastroenterologica, ma l'appuntamento è tra una settimana e vorrei gentilmente un parere perchè sono molto preoccupata si tratti di qualcosa di serio vista la presenza di sangue. Non era mai successo di vederlo in questo modo se non di rado in piccole macchie rosso vivo sulla carta igienica in seguito a sforzi. Vi ringrazio

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Da come descrive si tratta di un sanguinamento di tipo emorroidario da sforzo defecatorio. La visita gastroenterologica la tranquillizzerà)


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 568XXX

Dottore la ringrazio, arriverò certamente più tranquilla alla visita. E per quanto riguarda le reazioni ai cibi sopra descritti? Sarebbe utile verificare se ho intolleranze?

[#3] dopo  
Utente 568XXX

Gentile dottore, mi scuso se insisto, ma mi sono accorta nel provare ad andare in bagno di un vero e proprio grumo che sembra sangue coagulato, rosso scuro. È sempre dovuto a llo sforzo? Però ora non ho sforzato quasi per nulla, anzi non sono riuscita ad andare in bagno affatto.

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certo, è sempre il sanguinamento e il grumo è il sangue coagulato che si era fermato nel retto.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente 568XXX

La ringrazio, dottore,
è stato molto gentile, le auguro buona giornata