Utente 543XXX
Buongiorno sono una donna di 32 anni, scrivo per chieder un informazione, lunedì scorso (16/12) sono stata operata (ultimo si spera, di tre interventi) per fistola perianale transfinterica bassa anteriore, hanno usato la tecnica del laser (filac) e lembo mucoso a chiusura orifizio interno, lasciandomi poi la ferita aperta tra la natica e l'ano che copro con garze sterili.
l'Intervento è andato bene, il chirurgo però, che mi ha seguita per tutti gli interventi fatti, mi ha già anticipato che nel mio caso, il tasso di recidiva è alto (un buon 40%) e mi viene da piangere al solo pensiero.
il mio problema però è questo, oggi è il quarto giorno post intervento e i dolori che ho sono di gran lunga peggiorati (ogni giorno son sempre più forti), non dovrebbe essere il contrario??
mi hanno prescritto paracetamolo 1gr ogni otto ore per 5giorni, dopodiché devo assumerlo solo al bisogno.
ecco, da ieri non mi fa nessun effetto, nessun miglioramento dei dolori, sembra quasi che io non l'abbia assunto.
sento pulsare nella zona anale e ho una sensazione come di peso costante soprattutto quando sono in piedi (che tra l'altro riesco ben poco a star alzata) e fatico a camminare, cosa che invece, due giorni fa facevo quasi tranquillamente.
riesco ad evacuare poco al giorno, ossia vado in bagno a step più volte al giorno perché non posso (da come mi han detto) spingere al momento dell'evacuazione.
ieri poi durante l'atto, ho notato pulendomi che sulla carta igienica c'era un grumo granuloso nero e bianco e al tatto si è come polverizzato (cos'era??
?
) tra l'altro ho perenni da ieri 37.5di febbre.
ho contattato l'ospedale dove mi han operata (purtroppo dista quasi un ora di macchina da dove abito) ma non essendo in quel momento presente il chirurgo, mi han consigliato di assumere un altro tipo di antidolorifico da alternare al paracetamolo ed eventualmente di andare nel pronto soccorso della mia zona (cosa che al momento non ho tenuto in considerazione perché fisicamente parlando non riesco proprio ad affrontare).
ora chiedo, è normale che i dolori peggiorino invece di migliorare?
può semplicemente essere dolore causato dai punti di sutura interni o ho avuto una qualche problematica post intervento??
ho il controllo tra un mese ma i dolori che ho sono allucinanti.
grazie da subito a chi potrà in qualche modo consolarmi.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dalla descrizione della sintomatologia non sembrerebbe tutto normale ("sento pulsare nella zona anale e ho una sensazione come di peso costante soprattutto quando sono in piedi") potrebbe esserci una infezione.
Se ha difficoltà a farsi controllare da chi ha eseguito l'intervento si rivolga al PS.
Se lo desidera ci tenga informati.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 543XXX

Buonasera,eccomi nuovamente qui dopo un mese..oggi ho fatto il controllo proctologico dopo l'ultimo (si sperava) intervento di fistola perianale transfinterica usando tecnica filac e lembo mucoso a chiusura orifizio interno..ma a quanto pare sembra non sia andata bene o addirittura pare che la sfortuna dimori vicino a me..il chirurgo praticamente mi ha riferito esserci una recidiva (dopo un mese...ecco..) ma che dovrò esser rivista tra un altro mese per discutere il da farsi..dice però che di muscolo in quella zona ne è rimasto ben poco e quindi il rischio per me,se si dovesse tagliare di nuovo,di rimanere incontinente è molto molto alto..a 32anni.non riesco a non pensarci.chiedo scusa per lo sfogo ma il tutto è iniziato il 22febbraio 2019,tre interventi,dolori insopportabili e mobilità fisica molto limitata perché con il setone e le continue perdite avevo irritazioni ovunque nonostante mettessi garze.il ripensare di dover ricominciare dall'inizio è orribile.dottore è possibile una recidiva in così poco tempo?o può esser un altro canale fistoloso nelle vicinanze?mi è stato detto che se volessi aver un'altra gravidanza (ho già un figlio grandicello) potrebbe esser un problema il portarla al termine.. è davvero così?nel mio caso potrebbero esserci delle alternative all'intervento invasivo che mi causerebbe non poche difficoltà o non ce ne sono? Chiedo scusa per il papiro ma sono molto demoralizzata..grazie

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza non ho elementi per poter commentare quanto le è stato detto.
Una recidiva è sempre possibile, chi l'ha in cura saprà risolverle il problema.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com