Utente 107XXX
Salve,
sono una ragazza di 27 anni e circa sei mesi fa ho iniziato ad avvertire bruciori anali, dapprima limitati al momento della defecazione, e successivamente persistenti per tutto il giorno.
Il mio medico generico, dopo aver escluso ragadi ed emorroidi mi ha diagnosticato un' infiammazione anale.
Non mi ha prescritto alcun medicinale, però mi ha consigliato di bere molta acqua e cercare di essere più regolare con l' intestino.
Dopo aver seguito le sue istruzioni la situazione è leggermente migliorata ma ancora non risolta. Continuo ad avere bruciori e fastidi per buona parte della giornata e le mie feci spesso sono dure e grosse, nonostante io beva circa 1,5 litri di acqua al giorno e tenga sotto controllo la mia alimentazione.
Dopo tutto questo tempo sto iniziando a patire parecchio questa situazione irrisolta sia fisicamente che mentalmente.
Che devo fare?
Inoltre io e mio marito stiamo pensando di avere un bambino. Questa infiammazione potrebbe essere un problema?
Grazie in anticipo per la risposta

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Cara utente, il termine suggerito dal medico di famiglia è un po generico, in effetti per parlare di infiammazione bisognerebbe eseguire una biopsia con valutazione istologica.
Senza togliere nulla alla preparazione del suo medico io le consiglierei di eseguire una visita specialistica (proctologica)
saluti e ci faccia sapere
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente 107XXX

Ok, lo farò sicuramente.
E' possibile sia una ragade? Da cosa ce ne si accorge?
Il dolore ch sento (quasi) fisso è limitato ad un lato del primo interno dell' ano.
All' inizio trovavo qualche piccolissima traccia di sangue sulla carta igenica, mentre ora nulla. Ma il dolore non passa.

[#3]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
cara utente, puo essere una ragade o le emorroidi ma senza la visita difficile a dirsi.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#4] dopo  
Utente 107XXX

Circa due settimane fa ho effettuato la visita specialistica e mi è stato riscontrato un "nodulino" nella parete sinistra. Ho seguito la cura prescritta ( pomata antrolin + fermenti e fibre) ed il dolore della parte interessata è scomparso, ma saltuariamente continuo ad avvertire bruciori e fastidi all' ano, che nei giorni di mestruazione si fanno più intensi.
Dovrei aspettare che si attenuino definitivamente da soli o fare altri esami?
Grazie.

[#5]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
cara utente, credo che per nodulino intendesse emorroide, i sintomi che riferisce lo farebbero sospettare, a volte è necessario ripetere la terapia o eseguirla al bisogno ma prima di ciò sarebbe meglio risentire il medico che l'ha visitata, sarà sempre Lui a suugerirle eventuali altre indagini.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica