Utente
Buongiorno, ho 39 anni soffro di Gastrite e Reflusso in cura da anni con PPI e con conseguenza di Colon Irritabile.

Per dolori Addominali e alternanza dell'alvo nel 2015 feci una Colonscopia che risultò tutto OK.

In questi anni mi è comparsa in modo abbastanza frequente il problema delle emorroidi gestite con farmaci, creme ad uso topico e terapia a infrarossi, non ho mai avuto perdite di sangue visibili.
Il problema è che da svariato tempo soffro di bruciore anale e del perineo che mi porta di riflesso bruciori a prostata e quindi minizione ed etc.

Il Proctologo che mi segue dice che è dovuto al tratto finale del mio intestino (retto) alle emorroidi e ad un Ulcera solitaria del Retto che mi ha riscontrato diverso tempo fa e di conseguenza per avere una situazione più chiara mi ha prescritto una Colonscopia.

Colonscopia eseguita oggi con Referto:
Introduzione dello strumento sino al ileo terminale che viene percorso per breve tratto ed appare regolare.

Toeletta scarsa a livello dello sfondo ciecale.
Si eseguono lavaggi.

In tutti i tratti esplorati il colon appare ben distensibile ed elastco, rivestito da mucosa liscia, rosea, lucente ed integra, con reticolo vascolare ben conservato.

In sede anale importante Congestione Emorroidaria accanto (area linea dentata) alla lesione Ulcerativa di circa 1cm con margini netti e regolari col coagulo nero adeso.
(già diagnosticata in visita proctologica).

Conclusioni:Importante Congestione Emorroidaria accanto a Ulcera Solitaria del Retto.

Indagini complementari in corso:nessuna.

Volevo chiedere come mai non sono state eseguite Biopsie nella Colonscopia?

Ho cercato informazioni in merito all'Ulcera Solitaria del Retto ed anche in questo caso ho trovato che sarebbe stato utile la Biopsia di un campione per essere sicuri che non si tratti di possibile tumore del Retto...confermate?

Oppure basta l'esame diagnostico della Colonscopia per dire che si tratti solamente di Ulcera Solitaria del Retto?

Devo fare altri esami utili per escludere qualcosa?

Che problemi può dare e come si può curare tale patologia?

Grazie per l'attenzione e per le eventuali risposte.

saluti

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Che dirle?
Decisione non condivisibile.
L' ulcera si può formare per diversi motivi, tra questi vi è il mancato rilasciamento, alla defecazione, di un muscolo che circonda il retto ed il prolasso rettale interno.
A distanza non mi è possibile dirle altro in merito alle cause ed alla terapia, chi l' ha in cura valuterà se sarà opportuno eseguire ulteriori indagini.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Grazie per la risposta!
Da quanto ho capito lei avrebbe eseguito una biopsia.
Il mio timore è questa Ulcera Solitaria del Retto possa essere qualcosa di più grave come un tumore e quindi ora non mi fa stare tranquillo.
Grazie

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Tranquillo!
Ne parli con il suo proctologo.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
Buonasera,sono andato oggi dal Proctologo che mi ha controllato e visionato la Colonscopia.
Ha detto che dalle foto allegate e dalla descrizione dell'esame sembra un buon Colon con nulla dalle immagini che lasci intravedere malattie infiammatorie,quindi l'endoscopista non ha ritenuto fare Biopsie,
mentre per l'Ulcera segnata sul referto per lui non è altro che l'Esito recente della terapia fotocoagulazione a infrarossi che mi ha eseguito il Lunedì;cioè 3giorni precedenti alla Colonscopia e nell'esame è stata indicata come ulcera con coagulo nero.
Cosa ne pensate in merito...
Posso essere sereno?
Grazie

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
"Il Proctologo che mi segue dice che è dovuto al tratto finale del mio intestino (retto) alle emorroidi e ad un Ulcera solitaria del Retto che mi ha riscontrato diverso tempo fa"

Che dirle? La diagnosi di Ulcera solitaria del retto, ulcera ben differente da una semplice ustione, era stata fatta dal suo proctologo ed il consiglio di colonscopia scaturiva da questa diagnosi!
A distanza non ho elementi per poter commentare questa "svista"

Lesione da fotocoagulazione?Condivisibile!
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente
Buonasera dottore,
Sono stato da un altro Proctologo che a visita mi ha riscontrato:
-Congestione emorroidaria di 2grado.
-Coagulo di sangue per fotocoagulazione(effettuato dall'altro proctologo).
-Ulcera Solitaria del Retto.
Vorrei sapere se l'Ulcera solitaria del Retto può portare ad avere intenso bruciore anale cronico che ho da anni,che si riflette anche sulla prostata causandone infiammazione e bruciore e di conseguenza problemi urinari.
Il proctologo a visita mi ha detto che la posizione in cui si trova quest'Ulcera del Retto e in pratica quasi a contatto con la prostata.
Dice che visto la posizione è anche complicata da curare e ora mi ha prescritto una pomata a base di sucralfato.
Grazie Saluti

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Quindi è presente una doppia lesione: lesione da fotocoagulazione ed una Ulcera solitaria del retto.
Certo! Non conosco le condizioni della sua prostata, ma molti dei suoi disturbi, che riferisce alla prostata, potrebbero derivare dall' ulcera rettale.
Ritengo utile, quando è presente una Ulcera solitaria del retto, indagare sulle possibili cause, come evevo accennato nel primo post.
Cordiali saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno e Grazie per la risposta.
Dunque questo nuovo Proctologo presso cui sono andato,ha ascoltato attentamente la mia situazione Gastrica(soffro di gastrite cronica e Reflusso) e poi ha eseguito la visita.
Dice che non ci sono dei motivi e delle condizioni sicure per cui questa Ulcera del retto si manifesta e la visita riporta questo:
Esplorazione:
Ano esterno normale,sfintere normotonico,ampolla e pareti soffici senza masse aggettanti in lume.
Anoscopia:
Emorroidi di 2Grado,si reperta la nota ulcera solitaria del retto(presente in colon)in linea media posteriore a ridosso dell'anoderma,si evidenziano gli esiti della fotocoagulazione emorroidiane(eseguite da altro proctologo).Non ragadi anali.
Indicazioni:
Emoflon pomata e pentacoll stick per un mese.
Poi rivalutazione.
Se persistenza dei sintomi a lungo termine,indicato intervento di dearterializzazione emorroidaria+pessia (HPS) con DTC dell'ulcera.
Ora chiedo cosa pensa della valutazione di questo nuovo proctologo e in cosa consiste il tipo di intervento indicato.
Grazie Saluti

[#9]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Condivisibile il tentativo farmacologico per cercare di portare a guarigione l' ulcera solitaria.
Condivido che non sempre si riesce ad individuare la causa, ma non condivido che la terapia medica o chirurgica venga iniziata e continuata o eseguito intervento chirurgico prima di aver escluso le cause più frequenti di Ulcera solitaria del retto:
Prolasso rettale interno con intussuscezione, mancato rilasciamento o ipertono del muscolo pubo-rettale.
L' intrevento consiste
nell' apporre dei punti nel retto dove presumibilmente ci sono le arterie emorroidarie(dearterializzazione) ed eseguire una plissettatura della parete rettale prolassata; questo nel fine di riportare in sede il tessuto emorroidario prolassato.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#10] dopo  
Utente
Grazie ancora per la risposta,
La cosa che mi preme è capire che non sia una patologia maligna;
Per i suoi suggerimenti nel cercare la causa dell'ulcera, penso che non sia semplice individuare un Colonproctologo con le stesse sue competenze in materia per affrontare la patologia.
Lei sà indicarmi qualche suo collega a Torino?
Grazie

[#11]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Mi dispiace, non ne ho conoscenza diretta.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#12] dopo  
Utente
Buonasera dottore,
Dato che mi ha messo un pò di preoccupazione e visto i continui fastidi che ho soprattutto per il bruciore che da anale diventa anche a livello urinario stavo cercando informazioni sull'Ulcera del Retto ma in merito non ci sono linee guida o comunque non molte info a riguardo.
Volevo capire si tratta di ina cosa grave?
Il prolasso rettale con intussuscezione non si sarebbe visto da Colonscopia?
Oppure dalla visita proctologica effettuata che mi è sembrata precisa?
Mentre per ipertono o mancato rilascio del muscolo pubo rettale intende il pudendo?
Faccio una domanda al contrario:potrebbe essere una prostatite cronica abatterica a dare bruciore anale piuttosto che i problemi anali a riflettere i sintomi sull'apparato urinario?
Grazie e scusi le domande ma sono perplesso e sofferente per la situazione.

[#13]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
No! con la colonscopia si insuffla aria che gonfia il retto e distende
l' eventuale prolasso non permettendo la valutazione.
Con la visita, completata con proctoscopia e meno che con anoscopia, è possibile, ma non sempre valutabile l' entita.
Il pudendo è un nervo!
La fionda pubo rettale e costituita da muscoli, la sua pressione sul retto potrebbe far insorgere l' ulcera.
Si! è possibile che problemi prostatici possano dare disturbi che il paziente riferisce al retto, ma nel suo caso è presente un' Ulcera rettale che non ci fa pensare ad altro fino a prova contraria.
Non invitiamo mai a ricorrere alla rete per risolvere i problemi, ma se proprio non ne può fare a meno cerchi Ulcera solitaria de retto!
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#14] dopo  
Utente
Buogiorno dottore..
Dato che mi ha dato diverse incognite e mi sono un pò preoccupato ho ricontattato l'ultimo proctologo ponendo i dubbi indicati e mi ha risposto dicendo:
-Buonasera, la sua ulcera è in linea media posteriore, in prossimità della prostata.. Da visita eseguita non ha prolassi rettali (solo un modesto prolasso emorroidario) e direi che i muscoli del pavimento pelvico non c'entrano molto.
Come ebbi modo di dirle l'ultima volta che ci siamo visti, se non guarisce con le terapie mediche, bisognerà pensare alla chirurgia.
Cordiali saluti.
Questo quello da lui espresso...
Ora per essere più tranquillo magari vedrò se andare a sentire un parere di un ulteriore proctologo.
Grazie Saluti

[#15]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Diverse incognite?
Preoccupato?
Ho semplicemente risposto alle sue domande!
Bene tutto è chiarito!
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com