Utente 112XXX
Gentili dottori
sono una ragazza di 25 anni.
Dall'età di 10/11 anni combatto con il problema della caduta dei capelli: si è verificato che ho iniziato a perdere capelli - l'evento è conciliato con la frequenza della palestra e non so se ci possa essere un nesso logico - con un evidente diradamento del cuoio capelluto. Da quel momento fino a circa due anni fa ho girato un numero assurdo di dermatologi e specialisti i quali mi hanno diagnosticato l'alopecia androgenetica ed ho provato credo tutte le cure possibili - persino una lozione venduta solo alla farmacia del Vaticato a Roma - ma senza risultati, infatti oggi ho ancora capelli diradati. Due anni fa, ad una visita ginocologica, ho scoperto di avere i valori della tiroide un pò alterati e sono andata di conseguenza al centro di endocrinologia di Pisa. Fino ad oggi cure non devo farne devo solo annualmente tenere la situazione sotto controllo. Due mesi fa circa, invece, c'è stato una novità: in seguito all'analisi del capello attraverso microscopio una dottoressa ha avuto il coraggio di contraddire quanto detto dagli altri medici - e quindi 14 anni di visite - dicendo che il mio è solo un problema di grasso (quindi il bulbo è sano ma il grasso impedisce al capello di uscire). Io sinceramente non riesco a capire come in tanti anni non si sia nemmeno capito la causa e per questo mi rivolgo a voi per avere dei consigli su come comportarmi, dove andare, cosa fare. Grazie e buon lavoro

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

non ci sono se o ma: la diagnosi deve potere essere precisa: ad oggi con la visita ed i test non invasivi (dermoscopici del capello) oltre a quelli tradizionali e nelle donne anche esami sierologici, si riesce ad avere un quadro chiaro della situazione.

Purtroppo non possiamo dire nulla non conoscendo il caso circa la diametralità delle diagnosi a lei fatte: le consiglio di scegliere il suo dermatologo di fiducia e di affidarsi a lui.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 112XXX

Gentile Dottore
grazie innanzitutto di avermi risposto.
Informandomi sul mio problema ho evidenziato con meraviglia che, nessuno mai, in questi anni, mi ha fatto fare degli esami specifici; si sono sempre tutti limitati a controllare con quella lente d'ingrandimento il mio cuoio cappelluto e a toccare e tirare i capelli ma null'altro. Adesso mi chiedo:"come hanno fatto a diagnosticarmi l'alopecia? Oltretutto ho constatato che l'alopecia si manifesta intorno ai 20 anni: è mai possibile che io ce l'abbia dall'età di 10 anni?Inoltre è da precisare che non è una cosa genetica perchè i miei parenti hanno tutti una chioma assurda: mia sorella ha una chima come gli africani! Può dedurre che non ho un dermatologo di fiducia. Mi potrebbe consigliare lei come comportarmi o a chi rivolgermi per essere certa che si trovi almeno la causa di questo problema? Esiste qualche centro specifico valido dove posso recarmi?
Grazie e Cordiali saluti