Utente 136XXX
Buonasera,
Ho 25 anni e ho un problema nella zona del pube. Si tratta di 2 tipologie di "sfoghi" (non saprei come altro chiamarli).
La prima si presenta nella zona più bassa del pube, appena sopra l'attacco del pene ed è una specie di rigonfiamento, sottile ed orizzontale, lungo circa 4cm e alto 4-5mm. Ha lo stesso colore della pelle (non è rosso). Se viene schiacciato fuoriesce della materia (esattamente la stessa che uscirebbe da un punto nero ed ha un cattivo odore).
La seconda si trova nella piega della coscia, nella zona fra la gamba e lo scroto. Visivamente è come un taglio nella pelle che però si richiude all'interno, come se ci fosse una tasca. Tasca che effettivamente c'è ed è anch'essa piena di materia (la stessa di cui prima parlavo).
Entrambe non mi provocano dolore, almeno se non vengono schiacciate, cosa che a volte faccio per disperazione. Schiacciandole comunque non si riducono e, anzi, rimango sempre uguali. Non fanno nemmeno prurito.
Le ho da parecchio tempo, direi da quando avevo 13-14 anni, ma a quell'età non avevo il coraggio di farmi visitare in una zona così intima e anche adesso fatico a decidermi, pur avendo anche la mia compagna che spesso prova a convincermi.
Vorrei puntualizzare che negli ultimi 10 anni ho sofferto di acne cistica (su viso, collo, spalle, petto, schiena e a volte anche sul pube), sostenendo diversi cicli di Roaccutan (l'ultimo da gennaio a maggio 2009) che però non avevano nessun effeto (ne migliorativo, ne peggiorativo) su questi 2 sfoghi (che a livello dermatologico sono gli unici problemi rimasti).
Vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto che mi darete e spero possiate darmi degli utili consigli perchè può sembrare una sciocchezza, ma per me non la è assolutamente.
Grazie
Cordiali saluti
Giovanni

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli

28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
senza entrare nel merito ed avanzare ipotesi diagnostiche le pongo io una domanda. Il medico a cui si era rivolto per la sua grave forma di acne aveva valutato il problema cui ora fa riferimento? Comunque sia le consiglio una visita dermatologica.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Biagioli
UOS Dermochirurgia
Az Ospedaliera Universitaria Senese

[#2] dopo  
Utente 136XXX

no, perchè ogni volta che iniziavo il Roaccutan speravo passasse, ma in quella zona non ci sono stati mai risultati.
Certo una visita a questo punto la dovrò fare, ma cosa potrebbero essere? Acne non penso perchè con il Roaccutan si sarebbero dovuti risolvere, o sbaglio? Cos'altro può capitare in questa zona che non provoca dolore, prurito o qualsivoglia sintomo?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli

28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Per rispondere al suo quesito è assolutamente necessario che esegua una visita dermatologica, ma è possibile che il problema che la preoccupa attualmente possa avere una qualche relazione con la grave forma di acne da cui è affetto. Prenoti una visita e ne parli direttamente con il dermatologo.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Biagioli
UOS Dermochirurgia
Az Ospedaliera Universitaria Senese

[#4] dopo  
Utente 136XXX

d'accordo, farò una visita il prima possibile.
La ringrazio molto.

Arrivederci

[#5] dopo  
Utente 136XXX

Buongiorno,
qualche giorno fa ho fatto una visita specialistica e mi è stata diagnosticata la Malattia di ****** (non ricordo più il nome!). Mi è stato detto che è una patologia della quale si conosce ancora poco, specialmente quali siano le cause e che non ha nessun legame con la mia acne.
La cura datami consiste nell'applicazione di Azolmen 1% Crema alla sera, per 3 settimane. Se i 2 rigonfiamenti non dovessero andar via significa che si sono cronicizzati e dovrò farmi operare (niente di particolare mi è stato detto).
Quale potrebbe essere il nome di questa malattia secondo voi? La cura può andar bene?
Grazie