Utente 145XXX
Buonasera,

vi scrivo in merito ad un dubbio inerente alla luce pulsata.
Soffro di peluria facciale nella zona del mento e sottomento, e dopo svariati anni di pratiche epilatorie come la ceretta, ho deciso di rivolgermi ad un dermatologo per seguire un trattamento tramite la tecnica sopra indicata.

Prima di decidere ho richiesto tre/quattro consulti: alcuni dermatologi mi hanno consigliato una ceretta locale eseguita da una estetista qualificata uno-due giorni prima dell'eventuale seduta presso il loro studio, altri il rasoio.

Mi sono ulteriormente documentata e ho scoperto che la luce pulsata agisce sulla melanina del bulbo pilifero, per cui è corretto ricorrere all'epilazione tramite cera pre-trattamento, laddove il pelo è stato precedentemente estirpato?
Vorrei evitare sistemi depilatori come il rasoio vista la delicatezza della zona da trattare, ma mi lascia perplessa l'epilazione con cera.

Preciso che non ho cisti ovariche né scompensi ormonali né problemi tiroidei (ho eseguito le ultime analisi meno di un mese fa), non prendo la pillola da almeno sei mesi, ho una carnagione chiara e peli molto scuri.
Si tratta, in parole povere e probabilente non adatte, di un semplice caso di "caratteristica genetica" o giù di lì (tutte le donne della mia famiglia, sia da parte di madre che di padre, hanno sofferto di peluria in eccesso anche nella zona facciale).

Ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente

non si deve fare nulla:

il dermatologo, prima della luce pulsata, provvede ad utilizzare se necessario il tricotomo per radere il pelo alla lunghezza giusta (parallelo alla superficie cutanea) prima della luce pulsata dermatologica. Nè ceretta (controindicata assolutamente) né rasatura a casa.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 145XXX

Gentile dott Laino,

La ringrazio per la celere risposta e il chiarimento.

Ho dunque chiamato uno dei dermatologi che mi invitava a fare una ceretta due giorni prima del trattamento per disdire una "prova gratuita", e a parte regalarmi una aggressione telefonica da primato ( e primatE), mi ha detto che il suo è un macchinario "particolare" che agisce sul "rimanente" del pelo estirpato tramite cera.

Malgrado l'abbia depennato comunque dalla mia lista, le chiedo: esistono macchinari di questo tipo ed è solo una mia impressione da "profana" che si tratti di una "bufala"?

Ancora grazie in anticipo

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

non posso in alcun modo dalla sede telematica commentare le parole che ci scrive per rispetto di ogni collega e per deontologia professionale;

posso solo asserire che non esistono luci pulsati "particolari" che agiscano su peli "non esistenti":

la ceretta difatti - per come la intendiamo - eradicando il pelo dalla radice non lascia nulla di "rimanente" del pelo : la luce pulsata quindi non potrebbe agire senza una "guida" (ovvero la base del pelo tagliata).

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 145XXX

Gentile dott Laino,

La ringrazio per le sue indicazioni,

Cordiali saluti!