Utente 950XXX
Sono un uomo di 56 anni; da oltre venti anni, a seguito unghia incarnita alluce sx, il chirurgo ha deciso per l' asportazione della stessa, senza la matrice.
Dopo l' intervento, con relative medicazioni, l' unghia medesima è cresciuta molto lentamente, molto ispessita con micosi conclamata.
Io l' ho tenuta così per diversi anni, fino a quando ha cominciato a darmi fastidio, soprattutto per dolori, formicolii e crescita anomala, ispessita, giallastra e marrone. Il dermatologo mi ha consigliato di provare delle terapie topiche con daktarin e trosyd. L' unghia nel frattempo è caduta 2 volte, a distanza di 5 anni, crescendo però sempre con infezione micotica, probabilmente perchè il problema partiva dall' infezione della matrice.
una seconda dermatologa, da me consultata, a questo punto mi ha consigliato una terapia sistemica, che però non riuscivo a sopportare per problemi di stomaco e fegato, per cui Lei stessa mi ha consigliato di tenerla così, senza fare nulla.
Nel frattempo l' unghia è caduta, e si vede sotto la crescita di nuova unghia di circa 3mm. Volevo chiedere cosa devo fare a questo punto:
Dopo la normale disinfezione con aureomicina, il mio medico curante mi ha detto che è preferibile, per 10 gg., per intanto fare la mattina una medicazione con aureomicina (per eliminazione dei batteri residui) e la sera medicazione con daktarin crema (per la micosi).
1) L' uso di 2 creme è corretto?
2) L' uso di daktarin smalto può essere effettuato da subito o quando l' unghia è cresciuta, preferendo ora l' uso di daktarin crema?
3) Sarebbe opportuno l' uso di antimicotici per bocca, per un risultato migliore? e per quanto tempo?
Grazie per la risposta, sperando che l' unghia cresca sana, con risanamento della matrice.
Cordiali saluti e buon lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Marco Spagnoletti

24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
AVELLINO (AV)
LACCO AMENO (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Mio caro Utente,
L'unica cosa che mi sembra opportuno consigliarle, preso atto della sua lunga e tortuosa storia clinica, è di efettuare un esame micorsocpico e colturale per la ricerca di miceti dall'unghia e dal letto ungueale del 1 dito del piede sn.
Ritengo opportuno, infatti, che il collega dermatologo che la seguirà si sinceri con certezza della presenza o meno di una infezione.
Questo dato sarà fondamentale per l'impostazione di una corretta terapia.
Distinti saluti
DOTT. MARCO SPAGNOLETTI
NAPOLI
POZZUOLI
ISCHIA

[#2] dopo  
Utente 950XXX

Egregio Dottor SPAGNOLETTI, il dermatologo, da me consultato ha accertato la presenza di miceti nell' unghia che sta crescendo di circa 3mm.
Mi ha consigliato una terapia con LOCETAR smalto:
2 volte la settimana per 3 mesi e poi 1 volta la settimana per 1 mese, fino alla ricrescita completa dell' unghia.
Cosa ne pensa? Grazie e cordiali saluti.