Utente 428XXX
Gradirei una vostra risposta al seguente quesito.
Ho fatto per un problema di peluria al viso 5 sedute di laser depilazione, al termine delle quali i risultati erano apprezzabili anche se non risolutivi. A distanza di un mese e mezzo circa dall'ultima seduta ho avuto una improvvisa recrudescenza della peluria, che si presentava addirittura più folta e più scura di come io l'abbia mai avuta e in zone in cui prima non c'era.Ho fatto un'ecografia pelvica, dalla quale è risultato che utero e ovaie sono sane. Il ginecologo non ha ritenuto opportuno procedere con un dosaggio ormonale, ma mi ha pescritto Loette per 6 mesi.Vorrei sapere che cosa è successo nel mio organismo che spieghi un simile fatto, che mi ha causato un notevole malessere psicologico, dal momento che sono ritornata ex abrupto ad uno stadio peggiore di prima che iniziassi il laser. Inoltre, è opportuno procedere con altre indagini? GRAZIE

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
genitle utente,

piuttosto singolare il caso che descrive:

Le valga conoscere in primis che la Laserterapia
(quella idonea per intenderci..e sempre eseguita in sede specialistica DERMATOLOGICA: Nd-YAG 1064 nm e LUCE PULSATA IPL con Manipoli specifici i migliori approcci, assieme al Laser ad Alessandrite, ma solo per i fototipi chiarissimi; altro poco vale..)
non fa di certo aumentare il numero e la resistenza (o il ciclo di crescita) del pelo.

Reputerei opportuno, in casi come questo eseguire un attento screening dell'assetto dell asse gonadico-ipotalamico, al fine di delineare con esattezza lo status della situazione ormonale e procedere pertanto con la terapia più appropriata, la quale deve NECESSARIAMENTE seguire e non anticipare una diagnosi precisa.

pertanto, senza queste ulteriori indagini, sarà difficile delineare un quadro preciso della questione.

A disposizione per ulteriori ragguagli.
Cari saluti.

DOTT. LAINO,
RICERCATORE DERMATOLOGO, ROMA
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 428XXX

Gentile Dottore,
la ringrazio per la sua celere risposta. Tengo, comunque, a precisare che ho esguito il laser presso lo studio di un primario di un accreditato ospedale dermatologico di Roma; che si trattava di laser a luce pulsata( non conosco l'intensità usata, ma le posso dire che mi procurava arrossamenti e piccole croste per più giorni);che ho rispettato i tempi di 25/30 gg tra una seduta e l'altra; che nè prima, durante o dopo il trattamento ho usato farmaci (es. cortisonici)che potessero scatenare una simile reazione, che ha interessato particolarmente una parte del viso,quella lungo lo zigomo sx.Ho notato anch'io la facilità con cui il ginecologo che mi ha visitato mi ha prescritto la pillola,senza voler fare ulteriori indagini, ma mi sono affidata alla sua professionalità...
Approfitto della sua disponibilità per chiederle in dettaglio quali sono gli esami che dovrei eseguire.
La ringrazio anticipatamente.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Genitle signora,
potrà comprendere come i suggerimenti che le ho dato sono quelli che rendono un paziente "orientato" : il nostro scopo da tale servizio a questo deve limitarsi, oltre questo segno, la nostra Etica e - mi creda - anche la praticità clinica non può consentire altre aggiunte.

Le prescrizioni terapeutiche e diagnostiche specifiche vanno sempre effettuate durante la sede di visita diretta, anche perchè un conto è parlare, ben altro è "vedere"..

rinnovo i consigli sopraindicati (che reputo sufficienti all'orientamento del paziente), i quali non sono sostitutivi della visita che dovrà poi effettuare.

carissimi saluti.
DOTT.LAINO, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it