Utente 194XXX
Salve
Recentemente ho notato sul glande una sorta di patina biancastra, inodore molto sottile, oggi molto stupidamente ho tentato di rimuoverla lavandola vigorosamente ma ciò ha comportato solo una minima riduzione della patina , un bruciore, dei puntini rossi presumibilmente delle microescoriazioni e un'ipersensibilità al glande anche all'acqua, le domande sono due: cosa fare per questa patina bianca e per questi puntini rossi?
ringrazio in anticipo per la risposta
ps: non ho mai avuto un rapporto non protetto

[#1] dopo  
Dr. Francesco Santaniello

24% attività
0% attualità
0% socialità
NOLA (NA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
E' PROBABILE CHE TU ABBIA UNA BALANOPOSTITE CANDIDOSICA CHE NON E' SEMPRE UNA PATOLOGIA SESSUALMENTE TRASMESSA..
TI CONSIGLIO PRATICARE UN TAMPONE PRESSO UN LABORATORIO DI ANALISI E IN ATTESA DELLA RISPOSTA APPLICA UN VELO DI OLIO DI MANDORLE DOLCI PRIMA DELLA DETERSIONE DELLA ZONA E UNA CREMA ANTIMICOTICA(AD ES.MICLAST CREMA)DUE VOLTE AL GIORNO PER 8 GIORNI.
SALUTI
FRANCESCO SANTANIELLO

[#2] dopo  
Utente 194XXX

Grazie mille per la risposta.
Andrò al più presto a fare un tampone, però volevo chiederle una cosa, la crema antimicotica potrebbe portare degli effetti indesiderati se non si trattasse di una balanopostite ?
La ringrazio in anticipo per la risposta.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Santaniello

24% attività
0% attualità
0% socialità
NOLA (NA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Tranquillo! Del resto buona parte delle creme antimocotiche hanno uno spettro d'azione ampio per cui agiscono anche su molti batteri (gram positivi e negativi)oltre che su quasi tutti i tipi di miceti dopo la risposta del tampone pur su un quadro clinico migliorato si completera' la terapia.
saluti
FRANCESCO SANTANIELLO

[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il mio personale parere e' il seguente:

Usare terapie di ogni genere anche antimicotiche (ad oggi fra l'altro per gran parte non sensibili per l'elevata resistenza dei miceti lievitiformi come la candida ad esempio !) puo' non solo tardare la diagnosi e offuscare la giusta valutazione dermatologico venereologica (es. Esami specifici impossibili o falsati) ma anche creare fenomeni di sensibilizzazione e irritazioni che possono sovrapporsi al quadro.

Ancora, i tests specifici dovrebbero a mio avviso essere condotti dallo stesso specialista per selettività del prelievo e scelta della zona migliore per lo stesso.

Scelga a mio avviso l'indirizzo specialistico
Cordiali saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#5] dopo  
Utente 194XXX

Quindi cosa mi consiglia, andare a fare una visita dal dermatologo?
Tral'altro la crema consigliatami è acquistabile solo con la prescrizione di un medico...