Balanite infiammatoria

Buongiorno, ho 45 anni e come da oggetto purtroppo sono più di 2 anni che divento matto per una situazione infiammatoria a prepuzio e glande.
Prima di richiedere il Vs. parere ho ovviamente frequentato dermatologi venerologi, urlogi e andrologi, ho fatto diversi esami tra i quali tamponi uretrali, esami del sangue ed esame liquido seminale e tutto quello che è emerso nell'arco degli anni è stato una presenza di gardnerella regolarmente curata, e la presenza di anticorpi IgG Chlamydia Trachomatis 1:80 rilevata in data 04/10/11, senza riscontrare presenza nel liquido.
Dopo questi esami l'andrologo mi ha curato con dose massiccia di antinfiammatori, lavaggi con betadine sapone e gentalyn beta col risultato di un forte aumento dell'infiammazione. Mi sono allora recato al centro MST della mia città i quali mi hanno detto prima che l'aumento dell'infiammazione poteva esser dovuto all'eccesso dell'uso di antinfiammatori poi che poteva essere una forma di Balanite di Zoon quindi mi hanno fatto fare biopsia con risultato negativo e diagnosi di semplice Balanite Infiammatoria Non Cicatriziale. L'ultima cura che mi è stata data è di applicare pomata protopic 0,1% per 2 mesi una volta al dì.
Ora, nonostante in questo periodo io non abbia modo di infiammare la parte, ci sono momenti che l'infiammazione aumenta e diminuisce da sola e il prepuzio è sempre un pò più scuro.
L'unica cosa che ho constatato con certezza è che aumenta quando vivo situazioni di eccitazione.
Dopo tutte queste avventure non so più cosa fare, vivo anche una certo disagio continuo e non vorrei doverci convivere per tutta la vita.
Sono stufo di pellegrinare tra dermatologi e urologi, onestamente non so più che fare e sarei disposto a tutto pur di risolvere la cosa.
Ringrazio sentitamente sin d'ora chiunque voglia darmi un parere a riguardo.
Saluti e COMPLIMENTI per il Grande Lavoro che fate in questo forum!
[#1]
Dr.ssa Silvia Suetti Dermatologo, Medico estetico 2,4k 40 22
gentile utente

la sua storia parla chiaro e ben comprendiamo il suo disagio, provocato da diversi consulti e terapie, oltreché iter diagnostici anche eterologhi al caso che ci riporta.

Sicuramente un dato è certo: a tutt'oggi lei nonna ancora in mano una precisa diagnosi del suo problema.

Balanite - difatti - sottende un plateau di situazioni spesso molto dissimili fra loro e tutte sono sempre infiammatorie, da una situazione dermatosica non infettiva (psoriasi, lichen ruber planus etc) a situazioni propriamente infettive e trasmissibili.

Il miglior consiglio che mi sento di darle, in questi casi è quello di sospendere tutte le terapie fin'ora adottate e dopo qualche giorno, rivolgersi nuovamente allo specialista di queste situazioni (il dermatologo venereologo) per comporre un preciso iter diagnostico finalizzato alla scoperta della causa che deriva questa situazione, poiché non potrà esserci cura adeguata senza diagnosi accurata.

saluti cari

Dr.ssa Silvia Suetti, Dermatologo e Tricologo
www.tricologa.it
Segreteria 06.90213462

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per il parere.
Da quanto ne capisco in tutto il mio percorso di controlli non ho mai avuto cose particolari escludendo la gardnerella ... poi però è emerso quell'anticorpo IgG Chlamydia Trachomatis .
L'ultima diagnosi di balanite infiammatoria mi è stata fatta dal centro di MST della mia città che credo sia un centro molto competente, i quali hanno escluso l'anticorpo dalle cause e addiritura mi hanno fatto la biopsia!
Dal canto mio però, forse sarò solo ignorante ma io credo che una situazione infiammatoria debba essere causata da qualcosa ... ma da cosa????
Mi hanno detto che come soluzione definitiva potrebbe esserci la circoncisione, se fosse così potrei anche pensarci anche se a 44 anni la cosa non mi entusiasmerebbe.
Chiedo eventualmente la gentilezza, se possibile, di suggerirmi uno specialista di Vs. riferimento da poter consultare nella mia zona (Milano).
Grazie infinite.
[#3]
Dr.ssa Silvia Suetti Dermatologo, Medico estetico 2,4k 40 22
le hanno per caso parlato di balanite di zoon?
[#4]
dopo
Utente
Utente
Mi hanno parlato di Balanite di Zoon prima della biopsia poi, dopo l'esito, mi hanno detto "é solo infiammatoria" ...
[#5]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per il parere.
Da quanto ne capisco in tutto il mio percorso di controlli non ho mai avuto cose particolari escludendo la gardnerella ... poi però è emerso quell'anticorpo IgG Chlamydia Trachomatis .
L'ultima diagnosi di balanite infiammatoria mi è stata fatta dal centro di MST della mia città che credo sia un centro molto competente, i quali hanno escluso l'anticorpo dalle cause e addiritura mi hanno fatto la biopsia!
Dal canto mio però, forse sarò solo ignorante ma io credo che una situazione infiammatoria debba essere causata da qualcosa ... ma da cosa????
Mi hanno detto che come soluzione definitiva potrebbe esserci la circoncisione, se fosse così potrei anche pensarci anche se a 44 anni la cosa non mi entusiasmerebbe.
Chiedo eventualmente la gentilezza, se possibile, di suggerirmi uno specialista di Vs. riferimento da poter consultare nella mia zona (Milano).
Grazie infinite.
[#6]
Dr.ssa Silvia Suetti Dermatologo, Medico estetico 2,4k 40 22
stante che la Balanite di Zoon ha un quadro piuttosto classico e quindi evincibile anche in sede clinica, mi corre l'obbligo di ricordare che anch'essa è infiammatoria; probabilmente i colleghi specificavano che non si trattava della variante di Zoon (plasmacelllulare).

Orbene, come può intendere, la diangosi spetta solo alla sede di visita diretta, poiché confermandole quanto detto, in tal sede non potremmo mai superare una visita specialistica ed addirittura una biopsia cutanea già effettuate.

Cerchi di non scoraggiarsi e di scegliere il suo dermatologo di fiducia per chiarire una volta per tutte questa situazione.

saluti cari
[#7]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
non è facile non scoraggiarsi dal momento in cui credo di essere stato nella struttura più competente in tema di dermatologia venerologa (MST) nonchè da un noto andrologo milanese!
La diagnosi finale rilasciata in sede di visita diretta al centro MST è stata, risultati delle analisi alla mano, balanite infiammatoria ... " lei non ha niente di grave, quando avrà problemi torni da noi, nel frattempo metta questa crema per 2 mesi" ... risultato: non è cambiato nulla.
Va beh, in ogni modo Lei mi consiglia di stare in ambito dermatologico venerologo e quindi di non tornare in ambito andrologico, giusto?
La ringrazio ancora molto per la pazienza.
Saluti.
[#8]
Dr.ssa Silvia Suetti Dermatologo, Medico estetico 2,4k 40 22
beh, da questa sede mi riesce difficile fare di più e spero che abbia certo compreso.

per il resto la competenza di un caso di questo genere è squisitamente dermatologica.

saluti ancora.

[#9]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
sono stato prima delle feste presso un dermatologo venerologo il quale, valutando tutta la situazione e gli esami degli ultimi due anni ha diagnosticato l'assenza di veri e proprio motivi della mia infiammazione cronica.
Ha concluso quindi che questa infiammazione potrebbe essere dovuta ad un eccesso di trattamenti/tentativi che non hanno fatto altro che infiammare la zona, unito ad una dermatite seborroica che viene tra l'altro evidenziata in altri punti del corpo.
Come terapia non mi ha dato praticamente nulla ossia, lavaggi di sola acqua senza alcun sapone e monoderma E5 da applicare ogni sera per 2 mesi circa.
La situazione attualmente vede il prepuzio migliorato mentre il glande ancora infiammato con delle parti leggermente spelate di diverso colore molto più chiaro (quasi bianche). Bruciore ancora presente ma non acuto.
Attendo vostri eventuali gentili pareri a riguardo. Grazie mille.

Saluti
[#10]
Dr.ssa Silvia Suetti Dermatologo, Medico estetico 2,4k 40 22
Bene, non sono infrequenti i casi di balanite iatrogena (da farmaci): segua le indicazioni del collega.

Saluti cari
[#11]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
sono stato prima delle feste presso un dermatologo venerologo il quale, valutando tutta la situazione e gli esami degli ultimi due anni ha diagnosticato l'assenza di veri e proprio motivi della mia infiammazione cronica.
Ha concluso quindi che questa infiammazione potrebbe essere dovuta ad un eccesso di trattamenti/tentativi che non hanno fatto altro che infiammare la zona, unito ad una dermatite seborroica che viene tra l'altro evidenziata in altri punti del corpo.
Come terapia non mi ha dato praticamente nulla ossia, lavaggi di sola acqua senza alcun sapone e monoderma E5 da applicare ogni sera per 2 mesi circa.
La situazione attualmente vede il prepuzio migliorato mentre il glande ancora infiammato con delle parti leggermente spelate di diverso colore molto più chiaro (quasi bianche). Bruciore ancora presente ma non acuto.
Attendo vostri eventuali gentili pareri a riguardo. Grazie mille.

Saluti
[#12]
dopo
Utente
Utente
Buonasera a tutti,
al termine dei due mesi di terapia per la balanite e curata anche la dermatite del dorso sono tornato dallo specialista dermatologo.
La situazione è leggermente migliorata ma sicuramente non sono guarito, mi è stato detto che comunque devo stare tranquillo che alla lunga guarirò perchè non ho nessuna malattia e di mettere sul glande del cortisone per circa un mese a giorni alterni e vedere come va.
L'infiammazione è ancora presente e va a periodi, a volte sto quasi bene e a volte mi brucia, soprattutto in punta, dove è più spesso arrossato.
Ho notato inoltre che a seguito di rapporti, ma anche di sport piuttosto intenso, la situazione peggiora (dopo rapporti diventa molto rosso).
Nel mio primo post ho evidenziato che dagli esami fatti era emerso Anticorpo IgG Chlamidya ma negativo nel liquido seminale.
Nei miei vari pellegrinaggi medici ero stato anche da un noto andrologo il quale per quell'anticorpo mi aveva bombardato di antinfiammatori e di lavaggi con betadine più gentalyn beta dicendomi di farmi vedere dopo la terapia.
Io onestamente non ci sono più tornato perchè la terapia dell'andrologo mi aveva peggiorato notevolmente la balanite e sono corso dal dermatologo.
Il Prof. dermatologo mi ha detto che quell'anticorpo non voleva dire niente e che comunque la balanite non ha niente a che fare con un'eventuale prostatite (non ho bruciori durante minzione ma a volte dopo) e lui mi ha detto che non sarebbe comunque collegata alla balanite ...
Potrebbero eventualmente esserci invece un collegamento?

Ringrazio infinitamente!
Saluti
[#13]
Dr.ssa Silvia Suetti Dermatologo, Medico estetico 2,4k 40 22
cocnrdo con il suo dermatologo circa la non connessione con situazione anticorpali di quel genere; rimando ovviamente alla valutazione specialistica dermatologica il suo caso e le dico di affidarsi e fidarsi delle indicazioni datele.

saluti cari

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio